Isola 15: l’opinione di Isa sulla quarta puntata

Isa Marzo 26, 2021

Isola 15 l’opinione di Isa sulla quarta puntata

Già il cast fatica a ingranare, già il pubblico non sa televotare, se poi continuiamo a mandare in nomination i personaggi più interessanti io da qui a un paio di puntate non so più di che caspita dovremo parlare in quest’Isola 15.

Anche questa settimana nomination horror con Vera Gemma (guai a chi me la tocca, se la eliminate ogni lunedì e giovedì starò fissa su Rai 1), Awed (l’unico che forse potrebbe regalarci qualche inciucio e qualche intrallazzo) e Gilles Rocca (che ha la pazienza di una biscia incazzosa e potrebbe regalarci gli scannatoi dei quali sentiamo infinita mancanza).

Cioè, boh, il Visconte ce lo siamo giocato, Akash Kumar ce lo siamo giocato, Brando Giorgi lo abbiamo spedito nell’isola inutile in cui ci sono Fariba Tehrani e Ubaldo Lanzo a fare la muffa, adesso eliminiamo anche uno di quei tre, e da qui a breve l’argomento più interessante delle puntate saranno i pesci pescati da Francesca Lodo e le nomination paracule di Roberto Ciufoli.

Ieri, comunque, puntata noiosina, sembra che tutti abbiano potenziale, che tutto possa succedere, ma di fatto non succede mai una mazza, e se penso che ci sono state edizioni in cui di questi tempi avevamo già il troca gate o il Raz Degan Vs mondo, mi prende proprio la malinconia. E mi riferisco alle edizioni targate Mediaset, perché se penso a quelle della Rai condotte da Simona Ventura scoppio proprio in un pianto singhiozzante.

Considerazioni sparse sulla puntata:

– felice per l’arrivo di Andrea Cerioli. Vedo che c’è grande entusiasmo nel pubblico femminile e omosessuale, vedo grande eccitazione per le doti fisiche del Cerio ma, vi dirò, io vado controcorrente, perché pur ritenendo Andrea un bellissimo ragazzo penso che realmente il suo vero punto di forza sia nel carattere.

Chi lo ha seguito al Grande Fratello prima e a Uomini e Donne poi, sa che il Cerio è tipo il re delle pippe mentali, un cervellotico di prima categoria, è contorto, analitico allo sfinimento, permaloso… insomma è un bel mix di roBBBBa. Tipo che non so se vorrei mai essere al posto di Arianna Cirrincione perché probabilmente con uno come lui perderei la pazienza dopo 15 minuti, ma sicuramente una persona intrigante, che spero venga fuori proprio per le particolarità del suo carattere piuttosto che per la circonferenza del suo lato b, ecco.

In tutto ciò, Andrè, diciamocelo, esordio con figura demmerda perché perdere la prova resistenza con un Roberto Ciufoli mezzo denutrito è roba che fossi negli amici tuoi andrei avanti di sfottò fino al 2050. Eh ma le mani sudate, eh ma l’emozione, eh l’invasione di cavallette. Hai perso Ceriò, e per mano di un nonnino affamato, tocca starci!

– diatriba Daniela Martani/Gilles Rocca. Gilles non è sicuramente il re dell’eleganza e si vede che quando discute non è capace di farlo con calma ma tende subito a sbroccare, detto questo, però, la Martani stava già provando a buttarla sulla violenza paragonando l’atteggiamento di Gilles ai comportamenti verbalmente violenti subiti in famiglia… cioè ALT, vi prego, non iniziamo già da subito a parlare di violenza, bullismo e argomenti simili perché io davvero sono colma e stracolma del fatto che ormai in questi reality ad ogni lite si mettano in mezzo temi importanti ridicolizzandoli e strumentalizzandoli. Mi sembra di tornare alla Elia che parlava di violenza sulle donne per uno spintone mai ricevuto. Cioè basta, per piacere. Diamo alle parole il peso che devono realmente avere.

E onestamente basta anche con questo fatto che se in una lite uomo-donna la donna sbrocca e fa la pazza ci ridiamo sopra, se alza i toni l’uomo è violento. Gilles è stato cafone (soprattutto nei confronti di Miryea Stabile)? Sì. Gilles è incapace di discutere pacatamente perché si ‘accende’ subito? Sì. Ma da lì a lasciare velatamente intendere che sia potenzialmente violento ce ne passa.

Detto questo, comunque, Rocca non mi è piaciuto soprattutto sul finale, quando a oltre un’ora dalla discussione con la Martani, stava ancora lì a recriminare e a rosicare. Cioè, amore mio, capisco la carenza di zuccheri e di proteine ma vatti a fare una passeggiata, prendi una boccata d’aria e fatti portare una camomilla perché se sei così irascibile e rancoroso dopo due settimane, tra un mese ti finirà a spaccare i cocchi con la testa per scaricare lo stress.

– l’eliminazione di Brando Giorgi fa malissimo. Avevamo una che pesca i pesci e uno che litiga con tutti, e abbiamo tenuto la pescatrice. Voi il trash non ve lo meritate, non ve lo meritate. Sono comunque contenta che Brando abbia deciso di restare su Parasite Island e prego affinché lui e Fariba possano odiarsi e regalarci un po’ di drama.

– all’alba della quarta puntata ancora non capisco il senso di pagare il cachet a Fariba e Ubaldo per non fargli fare letteralmente un cazzo. Cioè zero. Parla più la madre di Drusilla Gucci dallo studio che loro che sono concorrenti. Ma poi sarebbero anche due concorrenti top, tenerli lì, isolati e inutilizzati, è uno spreco di trash incredibile. E’ come tenere in panchina Cristiano Ronaldo e Messi per schierare titolari Caprari e Lapadula.

– nota di merito a Valentina Persia che per ora è un personaggione: schietta, diretta, per niente paracula, stronza se serve, super attiva per pescare, cucinare e darsi da fare in generale, capace di battere in scioltezza la Isoardi nella prova di resistenza e, dulcis in fundo, pure divertente. Onestamente io la conoscevo pochissimo e per ora è una gran bella sorpresa perché coniuga un po’ tutti gli elementi che servono per essere una grande naufraga: abile nel gioco della sopravvivenza e abile nei meccanismi del reality. Sciapò Valentina, per ora il mio cuore è tuo.

Appuntamento a lunedì prossimo con, ahinoi, la dipartita di uno di quei tre in nomination. Ormai non vi chiedo nemmeno di votare per questo o quello perché per ora i televoti hanno sempre avuto esiti opposti a quelli che avrei desiderato. Vi dico solo che sta solfa deve andare ancora avanti per oltre 2 mesi, possiamo decidere se abbioccarci davanti alla tv o accendere qualche miccia qui e lì.

Regolatevi voi.

COMMENTI