L’Isola dei Famosi, il racconto choc di un ex naufrago: “Per sopravvivere frugo tra i rifiuti”

L’ex volto del reality ha raccontato la sua difficile situazione sulle pagine del settimanale Nuovo

Giusy Aprile 22, 2022

Il mondo dello spettacolo non sempre regala solo successo, denaro e follower. A volte può succedere che dopo aver varcato il mondo dorato della lucina rossa le cose non vadano più bene e si è costretti a fare un passo indietro. Ritornare alla vita di prima che non è più però quella di prima. Ne sa qualcosa un ex naufrago de L’Isola dei Famosi, un uomo che dopo il reality aveva conosciuto per un certo periodo tutto quello che la televisione sa donare, per poi finire nel dimenticatoio. E quel dimenticatoio oggi si chiama addirittura, purtroppo, miseria.

Stiamo parlando di Davide Di Porto, il pubblico più attento e appassionato molto probabilmente ancora se lo ricorderà. Romano de Roma, palestrato, Di Porto ha partecipato nel 2010 a LIsola dei Famosi, all’epoca ancora condotta da Simona Ventura su Rai Due.

Davide Di Porto

Dopo aver toccato con mano successo e visibilità, intervenendo in diversi programmi tv come opinionista, dopo aver calcato i set cinematografici del cinema hard come attore, oggi l’uomo è costretto a rovistare fra l’immondizia alla ricerca di cibo o di qualche oggetto da vendere ai mercatini.

Una vita da clochard, raccontata dallo stesso Davide sulle pagine del settimanale Nuovo.  L’ex naufrago ha svelato anche  i motivi per cui avrebbe chiuso presto con quel genere di cinema.

Con il cinema a luci rosse ho smesso da tempo. E non mi vergogno di dirlo: oggi campo di espedienti e cerco nell’immondizia oggetti e cose da vendere. Però non rubo niente a nessuno.

La pornografia non è l’ambiente meraviglioso che tutti continuano a raccontare. Le televisioni hanno sdoganato la pornografia come un semplice lavoro, ma porta alla disperazione se hai un minimo di sensibilità e di cuore.

Davide si era fatto conoscere all’interno del reality come personal trainer tutto muscoli. Anche con l’ambiente delle palestre e del body building però ha chiuso da tempo: quelle dove lavorava hanno chiuso e non è riuscito a trovare altro. Ha 5 figli da mantenere e la mamma colpita da ictus, a 60 anni il mondo del lavoro gli ha chiuso le porte in faccia e cerca di arrangiarsi come può.

Nel corso dell’intervista ha dichiarato di essere molto arrabbiato in particolare verso il mondo dello spettacolo, rilasciando anche forti accuse verso lo show business.

La gente mi ferma per strada e mi chiede perché, in mezzo a quella marmaglia di naufraghi sconosciuti che ci sono a L’Isola dei Famosi non ci sono anche io. Chiamano i personaggi come I cugini di campagna e playboy scaduti come Antonio Zequila e non me? Questo è un caso lampante di… Di Porto fobia!

La tv mi ha gettato come un rifiuto dopo avermi sfruttato. I vertici hanno paura di me, ma io non temo loro. Ho tante cose ancora da raccontare e da fare, non mi arrendo e se il lavoro non c’è, me lo invento!

L’uomo non ha nascosto il desiderio di tornare in Honduras:

Voglio andare a L’Isola dei Famosi per riscattarmi. O morire!

 

COMMENTI