Laura Chiatti insospettabile fan dei reality show: “Il mese senza ‘Uomini e Donne’ è stato noiosissimo!”. Poi svela per chi tifava al ‘Gf Vip 4’

La bellissima attrice racconta come ha trascorso questo periodo di lockdown in compagnia del marito Marco Bocci e dei loro figli Enea e Pablo, poi rivela come fa a rimanere amica dei suoi ex (tra cui l’ex tronista Francesco Arca)

Dalia 17 Maggio, 2020

Laura Chiatti

Laura Chiatti, da sempre considerata una bellissima attrice, ha inaspettatamente confidato una sua grande passione, quella dei reality. Sposata con Marco Bocci, anche lui attore di innegabile bellezza, Laura ha avuto con lui due bambini, Enea e Pablo. A causa del Coronavirus, tutta la famiglia è rimasta a casa e, la Chiatti, proprio come molti telespettatori, ha sentito la mancanza di Uomini e Donne.

Proprio ai suoi bimbi, però, ha dovuto spiegare la situazione di lockdown che l’Italia ha vissuto in tutti questi mesi:

Ho detto loro che non saremmo usciti per un po’ perché c’è in giro un virus che provoca una fortissima influenza e l’hanno presa bene perché hanno potuto trascorrere più tempo con me e Marco.

Ciò che sorprende della Chiatti è la sua capacità di essere rimasta in ottimi rapporti con i suoi ex fidanzati, in particolare con Francesco Arca, ex tronista oggi attore affermato:

Ho avuto la fortuna di scegliere persone speciali che mi hanno voluto bene anche quando l’amore è finito. Oggi amo i figli di Francesco e la sua compagna Irene così tanto che la gente ci chiede come sia possibile. La verità è che faccio squadra con le donne, non sono gelosa.

Laura ha poi confidato di essere una vera amante dei reality:

Per me sono vita, un mese senza Uomini e Donne è stato noiosissimo e sono fan del Gf Vip: ho tifato per Antonio Zequila, ma poi ha sbagliato con Sossio Aruta. E sono attratta dalla cronaca nera: non mi perdo una puntata di Storie Maledette.

Infine, Laura ha raccontato il suo amore per Marco, amore che dura da ormai 7 anni:

La nostra storia è cominciata come un’amicizia e ricordo così bene il giorno che ci siamo baciati, il 6 dicembre 2013, che me lo sono tatuato. Siamo molto compatibili, ci piace ironizzare, quando le donne mi scrivono “beata te che stai con Bocci” è perché lo immaginano con la camicia aperta, sporco di sangue o con le t-shirt strette, e non sanno che sono così perché sbaglio a lavarle!

COMMENTI