Madame fa un doppio intervento sui social e viene sommersa dalle critiche: ecco cosa è successo

Dopo alcune storie pubblicate su Instagram era scoppiata la polemica, la cantante ha fatto una diretta per “chiarire” il suo punto di vista ma le critiche non si sono fermate

Carola Luglio 31, 2021

Dopo aver fatto ampiamente discutere a causa di un tweet in merito al rapporto che dovrebbe esserci tra fan e artista, Madame è tornata a far parlare di sé e questa volta a causa di alcune Instagram Stories volte ad elogiare il genere maschile:

Farò un elogio agli uomini, per ringraziarli della loro bellezza, della loro fragilità, della loro forza, del loro amore. Purtroppo involontariamente possiamo maturare una sorta di timore per gli uomini, il terrore a volte dei loro occhi, dei loro pensieri, ma far di tutta l’erba un fascio è sempre stato lo sport dei superficiali. Gli uomini sono bellissimi. Viva gli uomini, viva i loro corpi, viva le loro anime.

Le parole usate da Madame per difendere gli uomini sono state subito oggetto di aspre critiche da parte degli utenti del web, soprattutto in relazione al “timore involontario” che le donne svilupperebbero nei confronti degli uomini: in molti infatti hanno sottolineato come questo timore non sia infondato, ma provocato dai continui e ripetuti casi di violenze, femminicidi e discriminazioni in ambito lavorativo perpetrati da alcuni uomini verso il genere femminile.

In seguito a questa polemica social, Madame ha ritenuto opportuno intervenire nuovamente attraverso una diretta Instagram per spiegare meglio il suo punto di vista:

Che differenza c’è tra il dire che tutto un tipo di persone che sono accomunate da una stessa caratteristica sono persone negative, in questo caso gli uomini, e un discorso razzista e un discorso omofobo? Nessuna differenza.

Il paragone fatto dalla cantante tra la discriminazione verso gli uomini e la piaga di razzismo e omofobia ha ulteriormente indignato il web, facendola finire nuovamente in tendenza su Twitter e scatenando una nuova ondata di polemiche:

COMMENTI

TAGS