Mahmood parla della legge contro l’omotransfobia, ma fa infuriare i fan: ecco perché

Il cantante finisce al centro della polemica per la dichiarazione rilasciata nell’intervista a La Repubblica

Martina Aprile 3, 2021

Mahmood legge contro omotransfobia

Un’intervista di Mahmood rilasciata a La Repubblica, in cui il cantante ha parlato anche della legge contro l’omotransfobia, ha fatto infuriare e non poco i fan del cantante.

In questi giorni sui social si sta parlando molto di questa legge, il noto ddl Zan, e tanti artisti tra i quali ricordiamo Fedez, Elodie e Michele Bravi si sono esposti in prima persona per chiedere l’approvazione di questa legge.

A questa battaglia si è unito anche Mahmood, che però nelle ultime ore ha rilasciato delle dichiarazioni che non sono piaciute a chi lo sostiene e apprezza sempre. Il cantante, in un’intervista a La Repubblica, ha infatti dichiarato: “Essere omosessuali è una scelta indipendente e libera, a volte ci si nasce proprio”.

Una frase che non è piaciuta per niente soprattutto al popolo di Twitter, che ha duramente criticato il cantante.

Mahmood, oltre alla legge contro l’omotransfobia, ha parlato anche di tutte le intimidazioni che si ricevono a scuola, non legate sempre all’omosessualità:

Soprattutto a scuola si prende di mira il più fragile non necessariamente l’omosessuale, lo si insulta, lo si distrugge. A volte non si arriva a conseguenze fisiche (…) Ne uccide più la lingua che la spada ed è drammaticamente vero.

E ancora ha ribadito che spera con tutto il cuore che il ddl venga presto approvato:

Avevo paura, mi sentivo impotente. Ora sì che reagirei. E reagirò contro chi vuole limitare la libertà sessuale e in definitiva l’identità di chiunque di noi. Sono pronto a battermi con tutti i miei mezzi perché la legge Zan sia approvata.

Cosa ne pensate delle sue esternazioni?

AGGIORNAMENTO – Mahmood attraverso dei video pubblicati su Twitter ci ha tenuto però a precisare di esser stato frainteso.

COMMENTI

TAGS