Nadia Toffa a ‘Verissimo’: “Ho scoperto di non aver paura di niente, neppure della morte! Adesso, anzi, sento scorrere ancora di più la vita nelle vene…”

Franci Gennaio 13, 2018

Ha fatto preoccupare tutti, lo scorso 2 dicembre, la frizzantissima conduttrice e inviata de Le Iene, Nadia Toffa, quando si è diffusa la notizia di un suo malore mentre si trovava a Trieste per un servizio televisivo (ve ne avevamo parlato in QUESTO articolo).

Il suo stato di salute era stato descritto come piuttosto grave e in tantissimi si sono mostrati solidali e vicini alla Toffa in un momento di simile difficoltà, tanto che la conduttrice, una volta tornata in forma, c’ha tenuto a ringraziare tutti coloro che le hanno infuso forza e che l’hanno fatta commuovere riservandole così tanto affetto (QUI il post al riguardo).

Pochissimi istanti fa, Nadia ha ripercorso a Verissimo proprio quei terribili attimi che ha vissuto un mese e mezzo fa e, intervistata da Silvia Toffanin, ha raccontato:

Ero a Trieste, era una giornata come tutte le altre, ma mi sentivo un po’ rallentata. […] Ero nella hall di un albergo e all’improvviso sono precipitata picchiando la testa. Da lì non ricordo nulla, se non le sirene dell’ambulanza. […] Sono un’incosciente, Silvia. Mi butto nelle cose. Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire. Ho avuto solo paura per i miei genitori, le mie sorelle, i miei amici perché non erano pronti a perdermi. Non ho paura di morire, avevo solo paura per loro. […] I miei genitori in rianimazione cercavano di darmi sicurezza, di tranquillizzarmi, ma io capivo che erano preoccupatissimi per me. Quindi ho provato paura per loro, non per me, perché dicevo “non sono pronti a perdermi“. In quel momento guardavo mia madre e dicevo: “Io non posso andar via, le rovino la vita!“.

Forte, grintosa e temeraria come sempre, la giornalista tornerà presto in tv:

Torno in diretta a Le Iene dall’11 febbraio. Non vedo l’ora di rivedere tutti. Mi sento un po’ in colpa perché ho fatto preoccupare tanta gente. Mi sono commossa per i messaggi e le dimostrazioni d’affetto sui social. La gente ha pregato per me e questa cosa mi ha stupita. Mi sono emozionata davvero tanto…

Nadia, però, a proposito del suo stato di salute, ha voluto chiarire che probabilmente sono stati i giornali a gonfiare un po’ la notizia del suo malore:

Non ho mai rischiato di morire, ma finché sei lì in rianimazione e non fanno tutti gli accertamenti, non lo sai. Su suggerimento di un mio collega molto religioso ho anche pregato, ripetendo le preghiere che sapevo e mi sono ricordata. E’ stato bello, è stato un momento di raccoglimento.

Il difficile momento che ha dovuto attraversare, le sta permettendo ora di assaporare meglio ogni singolo istante di questa vita che l’ha tenuta stretta a sé:

Sto benissimo, meglio di prima, perché queste cose servono a far rivalutare la vita. Un evento all’apparenza brutto, (i giornali hanno scritto che stavo addirittura morendo), invece, mi ha fatto scorrere ancora di più la vita nelle vene. […] Alla luce di tutto quello che mi è successo, oggi la felicità per me è imparare dalle situazioni che capitano nella vita. Il mio desiderio più grande è imparare, perché imparando si migliora e si aiutano gli altri.

Che ne pensate delle sue parole?

COMMENTI