Pamela Prati gate, parla Federica Benincà: “Ecco come ho scoperto che Mark Caltagirone non esiste! Oggi vivo in un clima di paura…”

Giulia 17 Maggio, 2019

Federica Benincà + Eliana Michelazzo, Pamela Prati e Pamela Perricciolo

Il caso mediatico del momento, il Pamela Prati Gate, dopo l’annullamento del matrimonio tra la showgirl e l’introvabile Mark Caltagirone ha iniziato ad assumere dei contorni via via sempre più surreali e l’Aicos Management, l’agenzia della Prati, guidata da Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, si sta inevitabilmente trovando al centro dell’occhio del ciclone, non riuscendo ancora a dare una spiegazione esaustiva al mare di accuse e polemiche che le sta coinvolgendo. E poco alla volta anche alcuni loro clienti, che fino a poche settimane fa difendevano strenuamente le loro agenti dalle accuse di aver creato un finto gossip a fani pubblicitari, oggi stanno prendendo le distanze dall’agenzia. Dopo l’abbandono di Georgette Polizzi, un’altra influencer, ex corteggiatrice di Uomini e Donne, Federica Benincà, ha lasciato le sue agenti e ha voluto raccontare la sua verità attraverso un’intervista a Spy:

Per due anni ho lavorato con Aicos Management. Due anni in cui non ci sono mai stati problemi fino a quando non è scoppiato il caso Pamela Prati. Oggi dico: addio a tutti. Andiamo con ordine. In primis io credevo che Mark esistesse. Poi durante la fashion week a Milano, mentre eravamo a un evento dell’azienda Feleppa, Eliana ha avuto un attacco di panico, pianti, svenimento, eccetera. Noi eravamo tutti preoccupati per lei. Le chiediamo che cosa fosse successo. Ci dice che un caro amico di suo marito Simone Coppi (che, per inciso, non ho mai visto nella mia vita nonostante più volte le avessi chiesto della sua esistenza) aveva avuto un infarto. Questa persona era Mark Caltagirone, il compagno di Pamela Prati. E mi ha detto che la Prati doveva volare a Parigi per stargli accanto. Ci credevo, ci credevamo tutte. Continuamente ci mostravano video di Pamela che prendeva treni e aerei. La stessa Prati, una sera a cena, mi ha fatto vedere i braccialettini che i figli di Mark le avrebbero regalato, i loro disegni che le dedicavano. Scioccante. Era tutto un bluff.

E ha aggiunto:

Mi si è accesa la lampadina quando ho detto a me stessa: proviamo saperne di più! Ho iniziato a leggere quello che usciva sulla stampa, soprattutto sul settimanale Chi. Ricostruendo il puzzle, mi sono spaventata. Come in un film. Ho capito che c’erano troppi buchi. Nella mia testa ritornavano le immagini di Pamela Prati che mi mostrava prove finte mentre Mark non appariva mai. Chiedevo foto di lui, e niente. Il caso montava, tornavo a chiedere le prove ed Eliana mi giurava che Mark esisteva e apparteneva alla nostra nota famiglia Caltagirone. Non avevano pensato che io conosco un membro della stessa famiglia e di tale Mark non sapevano nulla, anzi erano molto indispettiti. Quindi dico loro che i Caltagirone si dissociano e allora via con un’altra balla: “Mark si è staccato da tempo dalla famiglia“. Ma come nel giro di una settimana? Ricordo un altro particolare. La sera del 24 febbraio tre sono venute a trovarmi a Siena. Siamo andati a cena al Tartufo. Pamela faceva i video da mandare a Mark. Lo possono confermare anche le persone che lavorano nel locale. Mi raccontavano che lui fosse all’estero. Io chiedevo foto della coppia: niente. Anzi la Prati si infastidiva. Sono due le situazioni che mi hanno fatto rifletter: la prima è stata lo sfogo di Alfonso Signorini, direttore di Chi, al Maurizio Costanzo Show. Quando ho sentito le sue parole, ho avuto paura per me stessa. La seconda sono le bugie che si ripetevano una via l’altra. Oggi vivo un clima di paura. Credo che il loro sia vero e proprio un modus operandi. C’è qualcosa che va oltre. Con noi hanno mostrato e raccontato uno scenario da film, tutto assurdo.

Solo pochi giorni fa Federica aveva difeso pubblicamente la Michelazzo e la Perricciolo, attraverso questa Instagram Story apparsa sul suo profilo.

Instagram - Benincà

Al settimanale ha svelato cosa ci fosse dietro a quella presa di posizione:

Me lo ha chiesto Eliana Michelazzo. Sa che sono abbastanza seguita, e mi ha detto: “Difendici“. Oggi non lo rifarei. Mi faccia aggiungere una cosa: io ho pubblicato una Story in cui dicevo che speravo che ci fosse qualcuno che facesse le giuste indagini. Anche perché più volte Pamela & co. mi hanno detto che avevano denunciato tutti. Dopo aver pubblicato questa mia richiesta di indagine, Eliana mi ha detto subito che non dovevo farlo, che non era carino, che loro non sono truffatrici. Ma se loro hanno dichiarato di aver fatto le denunce, che cosa temono?

La Benincà sembra avere ben chiaro quale sarà il capitolo finale di questa storia e a Spy ha confidato la sua previsione: “Pamela Prati si rivolterà contro l’altra Pamela ed Eliana e tutto crollerà. Bastava chiedessero scusa: invece, bugie su bugie“.

Voi cosa ne pensate? Sarà proprio questo il finale di questa triste storia?

AGGIORNAMENTO – Questa mattina Federica è stata ospite di Eleonora Daniele a Storie Italiane, dove ha confermato e ribadito quanto dichiarato a Spy, aggiungendo:

Me ne sono andata per vie legali, perché avevo un contratto di rappresentanza. Cerco dei chiarimenti, sto osservando. Spero che ci stupiscano all’ultimo. Che Mark esista e che voglia mostrare i propri documenti. Anche se, oggi, credo che sia un’opera di autoconvincimento. Se non fosse vera, ho paura di quello che hanno architettato. Mi sono affidata nelle mani di persone sbagliate. Mi sono sentita ingenua, stupida. Ho avuto una colica renale.

Dopo queste dichiarazioni, nel pomeriggio, sul profilo della Michelazzo è apparsa la seguente Instagram Story, che sembrerebbe essere rivolta proprio alla sua ex cliente.

Instagram - Eliana

COMMENTI