‘Pomeriggio 5’, Iconize scrive una lettera per smentire punto per punto Soleil Sorge: le sue parole (e la replica dell’ex corteggiatrice!)

Carola 26 Ottobre, 2020

Pomeriggio 5

Questo pomeriggio nel salotto di Pomeriggio 5, condotto da Barbara D’Urso, si è tornati a parlare ancora una volta della triste vicenda che ha coinvolto Iconize, alias Marco Ferrero, reo di aver finto un’aggressione omofoba, poi smascherata dall’ex corteggiatrice Soleil Sorge.

L’influencer, dopo le ultime dichiarazioni della Sorge – in cui lo accusava di aver mentito nuovamente nel tentativo di giustificare le sue azioni – ci ha tenuto a replicare e lo ha fatto tramite una lettera, inviata alla trasmissione e firmata dal suo avvocato, nella quale ha voluto smentire punto per punto tutte le accuse che gli sono state mosse in queste ultime settimane dall’ex corteggiatrice.

In primo luogo Iconize ha definito gravissime le affermazioni fatte da Soleil che, ha ribadito ancora una volta, non corrispondono a verità, dal momento che la relazione violenta sostiene esserci stata davvero, a differenza di quanto aveva detto negli scorsi giorni la Sorge:

Iconize ribadisce di aver vissuto una relazione abusiva i cui dettagli non sono neppure integralmente noti alla Sorge, per quanto la medesima ne ostenti piena conoscenza. Precisando inoltre che Iconize non ha mai forzato il coming out di altri, pur esprimendo il proprio dolore nel doversi nascondere.

Altra accusa che Iconize ha voluto smentire riguarda i suoi presunti attacchi epilettici, la cui veridicità è stata ribadita nella lettera, da parte dell’influencer:

È vergognoso che il mio assistito debba dare prova della propria condizione medica a causa delle accuse infondate della Sorge, secondo cui Iconize avrebbe finto un attacco epilettico, patologia di cui è realmente affetto, come dimostrato dalla documentazione medica che siamo disposti ad esibire.

Infine, la Sorge aveva anche accusato Iconize di istigazione al razzismo, avendo fatto l’influencer uno spiacevole commento su alcuni ragazzi di colore che sarebbero stati i suoi aggressori:

Quanto all’infondata accusa di razzismo fatta dalla Sorge e dal De Pisis e che il mio assistito respinge fermamente, il mio assistito ribadisce di essere molto provato dall’accaduto affidando allo scrivente le proprie dichiarazioni di cui si chiede di darne pubblica lettura, riservandosi però ogni azione nelle competenti sedi giudiziarie nei confronti di chi lo ha diffamato, anche attribuendogli fatti non corrispondenti al vero e ledendo la sua immagine causandogli ingenti danni morali ed economici.

Soleil Sorge e Alberto De Pisis, ospiti oggi da Barbara, hanno ribadito quanto Iconize avrebbe fatto meglio a rimanere in silenzio, oppure a chiedere nuovamente scusa invece di cercare altre giustificazioni in merito a ciò che ha fatto. In particolare Soleil ha affermato:

Io per prima non avrei voluto dare i dettagli, ma sono stata obbligata a farlo qui perché continuava a mentire, l’ho coperto finché ho potuto, volevo che venisse qui a parlare. Ho cercato di spingerlo a farlo, a un certo punto però continuava a mentire in un modo così meschino anche nei confronti di queste persone che io non mi tiro indietro dalle accuse che ho fatto, anche perché ho dovuto riportare ciò che ha fatto e l’unico a creare danni è stato proprio lui, per primo a se stesso. Posso leggere le sue parole, va bene, ma ora penso che si debba proprio mettere un punto a questa storia. Per l’ennesima volta pone un avvocato di fronte a lui, cercando di arrampicarsi sugli specchi, quando credo che l’unica cosa da fare era chiedere scusa.

COMMENTI