La protesta in Sicilia ignorata dai media nazionali

Isa 21 Gennaio, 2012

Ciao, seguo sempre il vostro blog, fate un magrifico lavoro.. vi mando questo messaggio nella speranza che potete pubblicare qualcosa sul vostro blog che è visitato da tantissime persone per rendere pubblico quello che sta succedendo in sicilia.. i giornali nazionali lo stanno evitando..! anche su youtube potete trovare dei video.. ci conto, è troppo importante.. un bacio Pamela

Questa protesta da siciliana la sto vivendo sulla mia pelle. C’è una regione bloccata,non si può andare da una città ad un’altra ed i blocchi sono anche all’interno delle singole città,non c’è benzina e molte attività commerciali sono sospese. Ma mai disagio fu più gradito di questo,almeno per me. Sposo completamente la causa dei miei conterranei ed invito chiunque ignori la questione ad informarsi adeguatamente. E’ una protesta che non ha un colore politico,è una protesta al sistema,è una protesta che nasce dalla disperazione. Io mi limito a riportare la frase pronunciata da uno dei protestanti nel secondo video nell’ambito di un discorso che non condivido totalmente ma che giustifico alla luce della situazione limite in cui ci troviamo:

“Non si uccide solo sparando ma con la disperazione…padri di famiglia costretti ad andare alla Caritas per un piatto di pasta,vergogna! Parlate voi di crisi con i vostri 10,15,20 mila euro al mese.”

COMMENTI