Raoul Bova condannato a 1 anno e 6 mesi di reclusione per dichiarazione fraudolenta. E lui sui social risponde così…

Carla 31 Luglio, 2017

Raoul Bova

Un anno e sei mesi di carcere. Questa la condanna nei confronti dell’attore Raoul Bova che è stato accusato dalla Procura di Roma di “dichiarazione fraudolenta mediante artifici“.

Secondo i pm, tra il 2005 e il 2010, Bova avrebbe trasferito alcuni costi alla società che gestisce la sua immagine – la Sammarco Srl – con un gioco finanziario che ha poi portato ad un’evasione di quasi 700 mila euro, sfruttando così un sistema che avrebbe permesso di pagare un’aliquota Iva più bassa del dovuto. Gli sono stati comunque concessi la non menzione e la sospensione della pena, quindi non andrà materialmente in carcere tranne che in caso di recidiva entro i prossimi 5 anni.

L’avvocato difensore dell’attore romano Giulia Bongiorno ha voluto marcare come la condanna sia avvenuta per un motivo ben preciso:

La sentenza di oggi ha escluso che Raoul Bova abbia mai emesso fatture per operazioni inesistenti, quindi l’ accusa relativa a presunte operazioni fittizie, che costituiva il cuore del processo, è stata sbriciolata dalla sentenza di assoluzione. La condanna si riferisce esclusivamente alla interpretazione di un contratto sui diritti di immagine sul quale si è già espressa la Commissione Tributaria di Roma in via definitiva dando inequivocabilmente ragione a Raoul Bova. La Commissione Tributaria ha sottolineato che contratti come quello oggetto del processo penale in realtà sono strumenti tipici e legittimi nel mondo artistico. Siamo certi che l’appello ribalterà la condanna anche prendendo spunto anche dalle eloquenti statuizioni della Commissione tributaria.

Con Bova, erano imputate anche la sorella Daniela e la sua ex moglie Chiara Giordano. Entrambe sono state assolte: per la prima la Procura aveva sollecitato una condanna a un anno e quattro mesi mentre per la Giordano era stato chiesto un anno.

Non è tardato ad arrivare il commento dell’attore che ha voluto precisare alcune cose sulla sua pagina Instagram:

Instagram
Instagram
Instagram

L’attore ripone quindi la propria fiducia nella giustizia e spera che la sua dignità ritorni ad essere rispettata, soprattutto dai media che sembra lo abbiano trattato come un delinquente.

Voi cosa pensate della sentenza nei confronti di Bova?

COMMENTI