Selvaggia Lucarelli, dopo alcune considerazioni su Vanessa Incontrada e il body shaming, rivela di aver ricevuto un messaggio dalla conduttrice spagnola: ecco cosa le ha scritto

La giornalista aveva consigliato alla Incontrada di “smettere di rispondere a commenti sul corpo piazzandosi su copertine che mettono al centro il suo corpo”

Valeria Agosto 27, 2022

Selvaggia Lucarelli è intervenuta sul suo canale Instagram per rispondere pubblicamente a Vanessa Incontrada.

Più volte, la nota attrice, è stata al centro delle polemiche per il suo aspetto fisico. Il tutto è iniziato circa due anni fa, quando proprio l’Incontrada posò senza veli sulla copertina di VanityFair al fine di lanciare un messaggio di body positivity. Da lì numerose critiche, alimentate anche da altre apparizioni e da numerose copertine che mettevano in primo piano il suo fisico. Ad intervenire era stata proprio Selvaggia Lucarelli, prendendone quasi le sue difese e scrivendo:

Non ho parole per dire quanto ribrezzo mi fa chi posta l’ennesima foto di Vanessa Incontrada (…) con il commentino finto benevolo. “Guardate che bellezza, alla faccia del bodyshaming”. Ennesimo focus sul suo corpo, ennesima occasione per postare una foto che genera commenti ipocriti (…).

Proprio in queste ore però la giornalista ha rivelato di aver ricevuto un messaggio privato dalla nota attrice. Ecco quanto ha scritto:

Dopo anni in cui la difendo, anche in alcuni dei miei libri (non la conosco), recentemente mi sono permessa di scrivere che Vanessa Incontrada, forse, dovrebbe smettere di rispondere a commenti sul suo corpo, piazzandosi su copertine che mettono al centro il suo corpo…

Poi ha continuato svelando il contenuto del messaggio:

Mi succede di ricevere un suo messaggio di spiegazioni confuse (i cui commenti giustamente tengo per me). Che si chiude (questo invece lo dico) con un “gradirei non essere più nominata nei tuoi post”. Ora, al di là del fatto che non ho ben capito se almeno posso nominarla negli articoli, chiarisco che i giornalisti non sono megafoni buoni solo quando devono lisciarti nell’intervista per l’ennesima copertina vittimistica. Per cui, gentile Vanessa Incontrada, non permetterti di chiedere a un giornalista di non nominarti se non nei toni che gradisci tu. Non funziona così. Dopo anni di luminosa carriera dovresti saperlo.

Infine, Selvaggia Lucarelli ha così concluso:

Così come dovresti sapere che alla quarta copertina per dire “non parlate del mio corpo” parlando però del tuo corpo, può succedere che qualcuno (cui magari eri anche simpatica) ti dica che ci stai marciando. Perché comunque è alimentare un sistema sbagliato e perverso. Senza rancore eh, però magari pensaci sù.

 

COMMENTI