Serie tv, i titoli più attesi del 2020!

Stefania 1 Gennaio, 2020

Serie tv 2020

 

Le serie tv non bastano mai. Ne vogliamo ancora, ancora e ancora. Fortuna che c’è chi pensa sempre ad accontentarci!

Il 2020 è iniziato solo da alcune ore, ma l’attenzione degli amanti dei film e delle miniserie è già sui titoli più attesi nei prossimi mesi. E noi dello staff di IsaeChia vogliamo proporvi una classifica – non in ordine di importanza e nemmeno di uscita – dei prodotti in uscita.

Al primo e secondo posto vi sono sicuramente le nuove serie dei due capolavori italiani, ovvero Gomorra e Suburra. Se per quanto riguarda il primo c’è ancora un alone di mistero sulla data di uscita, sappiamo invece che la serie prodotta da Netflix sarà fuori a febbraio con la terza ed ultima parte. Sapremo finalmente come si risolverà l’intricata situazione tra le bande di Roma e chi prenderà il comando della vita malavitosa della Capitale. Gli attori sono già sul set da settimane per le riprese e proprio loro sono stati i primi ad aggiornare i fan sui loro profili social personali. Cosa accadrà ad Aureliano Adami, Spadino, Samurai e tutti gli altri?

Terzo posto per La Casa di Carta, che in poco tempo è finita sulla bocca di tutti e sembra che non andrà via per un bel po’ di tempi. Ideata da Alex Pina, è giunta alla quarta parte che sarà fuori a maggio 2020, come rivelato dal primo teaser pubblicato sul web, che ha creato gran chiacchiericcio sulla presenza di Nairobi nella clip. Quale sarà il destino della donna? Si salverà o saremo costretti a dirle addio?

Quarto posto per il diavolo più sexy della tv! Stiamo parlando di Lucifer, la rivisitazione in chiave moderna della figura del signore degli Inferi, che annoiato dal suo ruolo decide di abbandonare il suo regno per trasferirsi nella vita sregolata e notturna di Los Angeles, dove però conosce la bella Chloe Decker, che metterà in discussione la sua condotta.

Quinto posto per Dracula, che sarà visibile su Netflix a partire dal 4 gennaio. Ideato da Steven Moffat e Mark Gatiss, che hanno già collaborato in Sherlock, è una miniserie di tre puntate di circa 90 minuti tratta dall’omonimo romanzo di Bram Stoker. Il vampiro più temuto della storia sarà esplorata in una versione, che cercherà di mettere in evidenza anche la sua vulnerabilità.

Sesto posto per Luna Nera, novità italiana sempre della piattaforma digitale, in uscita a fine gennaio. La serie è la prima vera forma di apertura del nostro Paese verso il genere fantasy. Tratta dal romanzo di Tiziana Triana e diretta da un trio tutto al femminile – Francesca Comenicini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi -, è ambientata nel Seicento ed è incentrata su una giovane levatrice tacciata di stregoneria e costretta ad abbandonare la sua città per cercare rifugio altrove.

Settimo posto per His Dark Materials, in uscita su Sky a gennaio, ispirato all’omonima collana letteraria di Philip Pullman, dal quale è stata tratta anche una sfortunata versione cinematografica nel 2007 con Nicole Kidman. E’ la storia della giovane Lyra Belacqua, l’unico umano capace di interpretare da sola i risultati dell’Aletiometro, ovvero un rarissimo misuratore di verità in grado di rispondere a qualsiasi quesito.

Ottavo posto per The New Pope, che è più di un semplice seguito di The Young Pope, sempre firmata da Paolo Sorrentino. Su Sky Atlantic dal 10 gennaio, si assisterà al passaggio di testimone tra Papa Pio XIII, interpretato già nel primo capitolo da Jude Law, e Papa Giovanni Paolo III, aka John Malkovich.

Nono posto per Devils, l’atteso progetto televisivo della nostra star Alessandro Borghi e Patrick Dempsey, l’amato Derek Sheperd di Grey’s Anatomy, che è stato presentato negli scorsi mesi a Cannes (QUI ve ne abbiamo parlato e mostrato qualche immagine). Non c’è ancora una data ufficiale ma pare che non dovremo attendere ancora molto per vedere in scena i protagonisti.

Decimo posto per L’amica geniale, anch’essa tratta da un romanzo, ovvero quello di Elena Ferrante, che ha ispirato una delle fiction nostrane più amate dell’ultimo decennio. Elena Greco e Lila Cerullo hanno aperto i cuori di milioni di telespettatori che si sono appassionati alla storia, ambientata in un rione di Napoli negli anni Cinquanta, e ne hanno atteso impazientemente un nuovo ciclo di episodi. Diretta da Saverio Costanzo, figlio di Maurizio Costanzo e Flaminia Morandi, è un racconto dalle tinte dolceamare su un’amicizia solida di due ragazzine molto differenti tra loro, ma legate da un affetto sincero, che con le loro famiglie ed amici si ritrovano a fronteggiare la dura realtà di una Napoli che si sta aprendo man mano al progresso e al benessere, ostacolo però dalla presenza della malavita.

E voi quali siete più impazienti di vedere?

COMMENTI