Stefano De Martino parla dei suoi progetti futuri: “La sola certezza che ho è che morirò a Napoli”

Il conduttore in una lunga intervista a FanPage ha anche parlato del rapporto con Belen Rodriguez e la piccola Luna Marì

Carola Ottobre 26, 2022

Partito come ballerino all’interno di Amici, il talent show condotto da Maria De Filippi, negli anni Stefano De Martino è riuscito ad affermarsi sempre di più sul piccolo schermo, diventando prima ballerino professionista nel programma che lo ha lanciato e poi esordendo come presentatore, prendendo il timone di Stasera tutto è possibile su Rai Due.

Nonostante i pregiudizi di molti, Stefano è riuscito a mantenere il successo del programma e dall’anno scorso l’ex ballerino ha raddoppiato i suoi impegni presentando Bar Stella, sempre su Rai Due.

Intervistato da Fanpage.it, Stefano ha parlato proprio di questo suo successo professionale e dell’esperienza a Stasera tutto è possibile e a Bar stella:

Stasera tutto è possibile è un programma che mi diverte tantissimo. Negli anni si è creata una compagnia di giro che somiglia più che altro a una comitiva, riusciamo ad andare al lavoro senza preparare troppe cose. È una trasmissione che non pretende di essere straordinaria, ma semplicemente si pone l’obiettivo di alleggerire. Di questi tempi è un lusso. Bar Stella l’ho proposto alla Rai lo scorso anno ed è una di quelle cose rare, mi sono presentato lì con una paginetta che evidentemente ho venduto bene. Quest’anno ritorna con una programmazione più attinente alla sua natura, quella di un live show dove commentare le notizie del giorno, in onda tre sere a settimana. L’ispirazione è quella della chiacchiera da bar in cui si mantiene sempre una linea sottile tra finzione e realtà. Ispirazione arboriana palese, vorrei mandare gli spettatori a letto col sorriso.

La carriera di Stefano è stata sempre accompagnata da una generosa dose di gossip, dovuto soprattutto alle sue storie d’amore, prima con Emma Marrone e poi con Belen Rodriguez. Proprio il gossip secondo molti avrebbe aiutato il ballerino ad emergere in televisione:

La cosa che più conta è il giudizio che hai di te stesso, se si avvicina al pregiudizio c’è qualcosa che non va (ride, ndr). Io ci metto l’anima in quello che faccio, il mio lavoro è la mia passione assoluta. Come sarebbe andata senza la cronaca rosa, senza il mio incontro con Maria De Filippi, senza essere un ballerino? Questo non lo so. Penso solo che dal momento in cui un’occasione ti viene data, la sola cosa che puoi fare è sfruttarla. Il gossip, come qualsiasi raccomandazione, è una luce che si accende. Se c’è qualcosa sotto quella luce, allora la gente lo nota e ti dà altre possibilità. Inoltre questo è un lavoro in cui ogni anno devi coltivare quello che fai, io potrei sparire anche l’anno prossimo.

A proposito di Belen, quest’ultima parlando di Stefano ha ammesso che rispetto ad alcuni anni fa, ora entrambi sono alla pari dal punto di vista professionale e questo li ha aiutati a ricostruire il loro rapporto:

Credo che in una relazione, in generale, ci sia esigenza di prendersi cura dell’altro/a e bisogna avere strumenti per farlo. Il lavoro, il successo, non sono necessariamente gli strumenti giusti, ma sono certamente utili. La possibilità di scegliere una determinata scuola per tuo figlio, poter organizzare un viaggio all’ultimo secondo con la tua famiglia, poter prendere la situazione in mano: tutto questo certamente aiuta.

Mentre per quanto riguarda Luna Marì, Stefano qualche settimana fa ha dichiarato di sentirsi come uno zio per la piccola nata dalla relazione di Belen con Antonino Spinalbese:

Sono molto inibito, io mi rendo conto che ogni volta che io Belen ci esponiamo su un tema che per chiunque altro sarebbe banale, diventa un titolo. In fondo è del tutto normale chiedersi del rapporto che si possa avere con la sorella di tuo figlio che non è figlia tua, ci sta chiedersi che sensazione si viva. Ma dal momento in cui sappiamo che tutto è un titolo, abbiamo grande ansia da prestazione.

Stefano e Belen hanno anche preso casa insieme a Napoli, la città natale del ballerino:

Non so se mio figlio crescerà in questa città o se trascorrerò qui le vacanze, la sola certezza che ho è che morirò a Napoli. Vorrei invecchiare qui e in più ho la possibilità rara di unire il lavoro a questa città meravigliosa. Registro i miei programmi nel centro Rai di Napoli che è un posto pieno di entusiasmo. Questa villa a Marechiaro – che per inciso ho preso in affitto e non ho comprato – è finita al centro del chiacchiericcio perché nel giorno del mio compleanno ho deciso di pubblicare una foto del cancello che dà sul mare. Volevo condividere, in uno slancio di entusiasmo, come stessi passando il mio 33esimo compleanno, cioè al mare. Ho deciso di prenderla in affitto perché lavoro qui, avevo bisogno di uno spazio creativo dove scrivere con gli autori, convocare i musicisti e andare a lavorare.

COMMENTI