Striscia la Notizia sotto l’occhio del ciclone dopo il tapiro d’oro ad Ambra Angiolini: da Selvaggia Lucarelli a Laura Chiatti piovono gli attestati di solidarietà all’attrice

Diversi volti noti si schierano contro il tg satirico di Canale 5 e ripetono una domanda: "Perché il tapiro ad Ambra e non a Massimiliano Allegri?"

Isa Ottobre 14, 2021

Nella puntata di Striscia la Notizia andata in onda ieri sera su Canale 5 abbiamo assistito alla consegna, da parte di Valerio Staffelli, del Tapiro d’Oro all’attrice Ambra Angiolini, da poco tornata single dopo la fine della relazione, durata quattro anni, con l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri.

Il servizio del tg satirico aveva già provocato la reazione sdegnata di Jolanda Renga, figlia di Ambra e del cantante Francesco Renga, che, tra le altre cose, oltre a rivelare, tra le righe, che la madre è stata tradita dall’allenatore, aveva sottolineato l’implicito maschilismo nell’andare dalla madre a Milano e non da Allegri a Torino:

Perché venire da lei a Milano? E perché non andare a Torino? Forse perché si è fidata della persona con cui stava e con cui ha condiviso quattro anni della sua vita? Ed anche se, questa persona, alla fine si è rivelata diversa, la colpa è di chi si fida o di chi tradisce la fiducia e tradisce in ogni senso possibile?

Nelle ultime ore non sono tardati ad arrivare i commenti alla vicenda da parte di diversi volti noti del mondo del cinema e dello spettacolo.

Laura Chiatti, collega della Angiolini, ha condiviso un post sui social in cui, anche in questo caso si è posto l’accento sull’andare a infierire sulla donna che ha subito un tradimento e non sull’uomo:

Esiste una sostanziale differenza tra satira e cattivo gusto. Viviamo in un paese dove ci si batte costantemente per i diritti e la tutela delle donne attraverso i mezzi di comunicazione , quando poi ci rendiamo conto che spesso sono proprio i mezzi di comunicazione , se utilizzati in maniera sbagliata , i primi ad involvere ogni progresso e a denigrarci calpestando ogni forma di buonsenso e dignità . (…) Il tapiro forse andava consegnato all’uomo che evidentemente non ha avuto nessun tipo di riserbo nella tutela della propria compagna o ex, a lei va solo tutta la mia stima per essere riuscita nonostante tutto a non perdere l’ironia . Dietro un personaggio esiste sempre l’essere umano , che soffre , gioisce , vince o perde esattamente come chi è solo essere umano , è importante non dimenticarlo mai.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Laura Chiatti (@laurachiatti82)

Anche la scrittrice Francesca Barra è intervenuta sui social, e attraverso un post su Instagram ha nuovamente posto l’accento sul trattamento riservato alla donna e non all’uomo:

Questo è il Paese che non va dal Mister Allegri, dal “maschio”a dare il tapiro di Striscia. Ma dalla donna, la parte chiaramente più in difficoltà.

Sotto il post della Barra è intervenuta anche Stefania Orlando che ha commentato:

 

In questo caso sarebbe stato inopportuno anche andare da Allegri. Forse perché non lo hanno trovato ed intercettare Ambra era più facile. Quando finisce un amore bisognerebbe avere grande rispetto

E anche Selvaggia Lucarelli ha dedicato un post all’argomento:

Ieri il tapiro consegnato vis a vis non era una sorpresa, aveva più il sapore di un agguato. C’era una donna che non stava solo vivendo la fine di una storia, ma la stava vivendo da personaggio pubblico, con la sua intimità sbattuta sui giornali e particolari mortificanti. Un tradimento, la fine di un amore sono giá dolori affrontati tra le pareti di casa, figuriamoci se se ne parla anche ai semafori. Non fa meno male, se sei famosa da quando avevi 14 anni, no. Il presentarsi sotto il posto di lavoro di questa donna con un microfono e infierire con battute da bar (“mica lui la tradisce con Dybala?), ridacchiare, trattare la faccenda come fosse una rissa tra soubrette, ricordate che lui- il maschio alfa- le donne le tradisce con virile serialitá, mi è parso davvero crudele.

E la Lucarelli non ha mancato di criticare anche Vanessa Incontrada, attuale conduttrice di Striscia insieme ad Alessandro Siani:

Una cosa la voglio dire anche a Vanessa Incontrada: quante volte ti abbiamo sentito lamentarti della crudeltà dei media, cara Vanessa. Dei media che sfruculiano la tua vita privata, che giudicano il tuo corpo. Ieri potevi tirarti fuori da questa trattazione così spietata della vicenda. Tendere una mano ad @ambraofficial . E invece non solo grasse risate, ma già che c’eri hai pure mandato un saluto all’allenatore, come se si fosse appena usciti da una gag, anziché dal girare il coltello in una ferita aperta. Pensaci la prossima volta in cui ti lamenterai della crudeltà del sistema con le donne, perché ieri ne hai fatto parte anche tu.

COMMENTI