‘Trono over’, Anna Tedesco parla del suo ritorno a ‘Uomini e Donne’, appare malinconica nel ricordare Nino Castanotto e su Giorgio Manetti afferma: “Con lui dall’inizio un approccio strano…”

Dalia Settembre 27, 2019

Dopo due anni di assenza, Anna Tedesco è tornata a far parte del parterre femminile del Trono Over di Uomini e Donne.

La dama, anni fa, aveva frequentato svariati cavalieri del programma, senza però riuscire a trovare un nuovo compagno, dopo il suo ex marito da cui ormai è divorziata.

La sua assenza dal cast del dating show venne attribuita ad una questione mai del tutto chiarita che riguardava la sua amicizia con Giorgio Manetti, altro cavaliere molto ambito dalle donne in quel periodo, che venne messa sotto accusa da Gianni Sperti.

Per il suo ritorno, Anna ha rilasciato un’intervista per Uomini Donne magazine nella quale confida innanzitutto perché ha deciso di darsi un’altra possibilità nel programma:

Sono stata un anno e mezzo fuori dal programma. Un anno in cui non ho avuto modo di seguire la trasmissione per diversi problemi sia di salute che familiari. Ho lasciato il programma dopo un periodo difficile e ora ho deciso di rientrare perchè sentivo che il mio percorso a Uomini Donne era stato lasciato in sospeso, mentre io sono una donna che non lascia mai nulla a metà. Pur essendo una persona dal carattere abbastanza forte, devo confessare che due giorni prima di partire per la puntata ho incominciato ad avere delle ansie, a farmi delle domande, ma appena ho preso il treno per Roma ho incominciato a farmi coraggio da sola. Mi sono detta: “Anna, schiena dritta e petto in fuori, è ora di ricominciare”. Quando poi sono arrivata agli studi è stata un’emozione continua, appena sono scesa nel parterre ha iniziato a battermi forte il cuore fino a che ho avuto la grande soddisfazione di vedere il pubblico in piedi battere le mani per me.

In quel momento, la dama ci svela che il pubblico ha avuto un ruolo chiave nel suo ritorno ed in particolare, nella sicurezza che mostra quando è in quegli studi:

È stato il pubblico a darmi la forza, a farmi sentire una gladiatrice in quella meravigliosa arena dove non si sa mai quello che accadrà. Quando il pubblico mi ha accolta così, ho capito che forse lì dentro in passato qualcosa di buono ho fatto, qualcosa di positivo ho ispirato nonostante i miei pianti e le accuse che mi sono state rivolte e che io ho sempre incassato con dignità e senza mai abbassare lo sguardo.

Inevitabile è, dunque, la domanda sui suoi sostenitori, coloro che l’apprezzavano e continuano a sostenerla nonostante le accuse che le sono costantemente mosse:

Bellissimo. Pensi che tra il pubblico in studio che mi ha acclamata quando mi ha vista di nuovo a Uomini e Donne c’era una signora che tempo fa mi aveva scritto sui social; all’epoca stava molto male emotivamente, perchè aveva scoperto di avere un tumore. Per lei ho fatto una cosa che non ho fatto mai: l’ho chiamata e le ho parlato, l’ho aiutata a lottare per trovare uno scopo di vita. La “fama”, se così vogliamo chiamarla, che mi ha dato Uomini e Donne io l’ho sempre usata per aiutare donne e animali. Ho ricevuto messaggi di donne che sono state vittime di violenza e che per qualche motivo hanno visto in me una persona forte, una guerriera a cui poter raccontare tutto. La persona che è venuta in studio senza sapere minimamente che io fossi lì, perchè non lo sapeva nessuno se non mio figlio, è stata una delle mie vittorie più grandi.

Adesso ripercorriamo, invece, quali sono state le emozioni della Tedesco nel registrare la prima puntata di questa stagione:

Ho avuto un momento di down quando ho visto al centro del parterre Sossio (Arutandr) e Ursula (Bennardondr) e Nicola e Yara, perchè non è facile trovare la persona giusta, e vedere persone che si amano così mi ha particolarmente colpita. Quasi irrigidita. Poi però mi sono ripresa, ho incominciato a ricevere dei numeri dai cavalieri, li ho lasciati a mia volte e ho ripreso il mio percorso a Uomini e Donne da dove l’avevo lasciato, nella speranza di poter trovare quello che ho sempre cercato.

A quel punto, la dama spiega qual è il motivo che la spinge a partecipare a Uomini e Donne, cosa cerchi davvero in questo programma:

Sa, in molti mi dicono: “Lei è una bella donna, non le serve Uomini e Donne“, ma io rispondo sempre che non è così. Non posso negare di essere corteggiata, ma purtroppo fuori ci sono uomini che fingono di essere quello che non sono, con moglie e prole a casa, mentre a Uomini e Donne si gioca a carte scoperte e per questo mi sento più tranquilla e tutelata.

L’intervista continua poi parlando dell’opinionista Gianni Sperti, che non risparmia accuse ad Anna in merito all’amicizia che la donna aveva intrecciato con Giorgio Manetti.

Nonostante siano passati anni, Sperti è fermamente convinto della falsità della donna e ci tiene a sottolinearlo anche se è trascorso molto tempo:

Me lo aspettavo, ma comunque ho la coscienza pulita: io e Giorgio eravamo amici, lo siamo ancora e lo saremo sempre alla faccia di chi non lo ha mai creduto! Io e Giorgio abbiamo avuto ovviamente delle discussioni dopo la mia uscita dalla trasmissione, ma poi dopo un po’ ci siamo chiariti, anche perchè quando si ha stima per una persona è normale che accada così. A oggi, oltre che di Giorgio, sono amica anche della sua compagna e quindi è normale che lo veda Giorgio, che lui compaia nei miei social e io compaia nei suoi. Io non ho nulla da nascondere e anche in passato, finchè sono stata nel parterre di Uomini e Donne, non sono neanche mai andata a prendere un solo caffè con un uomo che non fosse un mio amico o per cui sapevo potesse nascere un interesse. Gianni dovrebbe giudicare le persone per come si comportano in studio più che andare a simpatia o antipatia, secondo me più che un opinionista è un inquisitore.

Molti si chiedono, però, perchè la donna e il Manetti non abbiano mai intrapreso una storia d’amore, data la stima e l’affetto che li unisce, nonchè l’attrazione fisica che inizialmente aveva fatto scattare in loro una frequentazione:

Ancora oggi in molti ci vorrebbero insieme! Tra me e lui c’è stato fin dall’inizio un approccio strano. Io sono un po’ particolare e quando lui mi ha portata fuori ho subito pensato che fosse un marpione, troppo convinto di sè: un uomo così a me non piace. Quando poi è finita la trasmissione quell’anno, ci siamo visti e conosciuti meglio. Allora sono subentrate la stima e l’amicizia, e quando questo accade per me un uomo rimane amico. Penso questo valga anche per lui.

Altro capitolo molto importante nella vita di Anna è stata la storia con Nino Castanotto, il cavaliere con cui anni fa ebbe una relazione all’interno del programma, relazione che però subì un brusco arresto:

Mi ricordo che all’inizio non l’avevo proprio notato, ma poi un giorno mi ha colpita all’improvviso e allora gli ho chiesto di ballare, cosa che mai avevo fatto nè pensavo di poter fare. In quell’occasione lui mi aveva rimproverato perchè mi aveva lasciato il suo numero e io non l’avevo accettato. Quella ramanzina mi aveva fatto sorridere, poi lui mi aveva stretta forte e io avevo sentito un’intensa emozione: era da anni che non mi sentivo così. Quando poi ci siamo visti, mi ricordo che una volta lui si è tolto la maglietta per farmi vedere i suoi tatuaggi e toccando la sua pelle qualcosa è scattato dentro di me, quasi inconsciamente. Per lui mi sono tolta la corazza, scrivendogli anche una lettera, cosa che purtroppo mi ha fatto “sbattere la testa”. A oggi ricordo solo le cose belle che sono accadute tra noi perchè Nino mi ha salvata. Credevo di essere diventata una donna fredda all’epoca, senza emozioni: lui è stato la mia mediana, ma è stato anche il mio veleno. Ricorderò sempre quando ballavamo, quando mi abbracciava, le nostre risate e gli scherzi. Non voglio ricordare il Nino che mi puntava il dito contro, anche se sono un po’ arrabbiata con lui. Poteva vivermi, potevamo provare a vedere come sarebbe stato essere insieme fuori dalla trasmissione.

Dopo questo lungo bilancio su quella che è stata la permanenza di Anna nella trasmissione, la donna descrive esattamente che uomo spera di incontrare in quello studio:

Un uomo dinamico, sicuro di sè, un complice che mi faccia ridere. Non voglio un uomo possessivo, ma pretendo che sia geloso in maniera sana perchè di amori malati ne ho avuti abbastanza, mi hanno avvelenata e ora che mi sono disintossicata voglio vivere. Non penso di chiedere tanto. Ho bisogno di fiducia e leggerezza, perchè sono una donna solare e allegra ma estremamente rispettosa della persona che ho al mio fianco. Non ho mai tradito il mio uomo, anche se spesso vengo fraintesa perchè sono una donna fisicamente molto espansiva. Ma un abbraccio dato a un amico per me non significa nulla di sentimentale ed è forse solo un modo per recuperare quei gesti d’affetto che da mio padre e mia madre non ho mai avuto. Io ho bisogno di essere amata e sono stanca di combattere da sola. L’amazzone che è in me vuole correre mano nella mano con una persona che divida con me vita e problemi.

E voi cosa augurate a questa donna forte ma desiderosa d’amore?

COMMENTI