‘Trono over’, Gemma Galgani si esprime senza mezzi termini su Tina Cipollari (e le scappa anche una frecciatina a Giorgio Manetti!)

Titta 10 Marzo, 2020

Gemma Galgani - Tina Cipollari

 

 

In ogni puntata del Trono Over non manca mai un litigio tra Tina Cipollari e Gemma Galgani: gli scontri tra le due donne ormai sono un must di Uomini e Donne a cui tutti gli spettatori sono abituati.

Nelle ultime puntate Tina, insieme a Gianni Sperti, sta rendendo Gemma protagonista di un rewind amoroso: la dama, infatti, sta assistendo al ritorno in studio di molti degli uomini che ha frequentato nel corso della sua lunga permanenza nel programma, tra cui, ad esempio, Remo Proietti, con il quale, però, non è andata.

Una trovata che alla dama non ha infastidito:

“Senza volerlo, Tina mi ha fatto un regalo. A parte il piacere di rivedere qualcuno dopo anni, avendolo davanti agli occhi, mi sono tornate in mente le piccole e grandi cose condivise: emozioni diverse, positive o negative, ma anche una maggiore consapevolezza sui motivi che hanno provocato l’interruzione della conoscenza, oppure un rimpianto su una continuazione mancata. In alcuni casi, però, ho rivissuto solo bei ricordi!”

Gemma ha addirittura ricordato quali uomini mancano all’appello:

“All’appello ne mancano diversi, ma escludendo le mie relazioni importanti, che continuo a dire siano state soltanto tre, mi piacerebbe rivedere Armando Conti, di cui ricordo ancora l’eleganza dei modi e la signorilità, caratteristiche che non passano mai inosservate in un uomo, almeno per quanto mi riguarda; poi Marco di Cecina, che mi aveva divertita molto, perché lo ricordo come un signore spensierato!”.

E ha spiegato che non ha trovato questa iniziativa come un’intrusione nella sua privacy:

“Sinceramente no. Tutto quello che è successo nel corso di queste conoscenze è stato raccontato nelle puntate della trasmissione. Ho tanti difetti, ma non ho ‘scheletri nascosti nell’armadio’. Anzi, proprio per questo mio modo di vivere tutto alla luce del sole sono stata anche accusata (indovinate da chi!) di essermi umiliata tutte le volte che ho manifestato un forte interesse verso qualcuno da cui non ero ricambiata, completamente o in parte! Anche se il ‘rifiuto’, se così si può chiamare, non fa piacere a nessuna donna, se ho scelto di cercare l’amore in un contesto televisivo, tutto questo va accettato! Per me questa iniziativa di Tina è pensata per trovare qualcuno di questi uomini che arrivi a criticarmi e screditarmi, ma non le riuscirà”.

La Galgani ha comunque confermato di non avere alcuna stima nei confronti di Tina:

“Di Tina non invidio assolutamente nulla… e trovarle dei pregi diventa difficile per me, anche se certamente ne ha, ma con i suoi atteggiamenti nei miei confronti ci mette tutta la sua volontà per nasconderli bene ai miei occhi”.

E ha indicato cosa proprio non sopporta della bionda opinionista:

“Non sopporto le sue urla continue, le sue offese gratuite, l’accusarmi di essere falsa, cosa che trovo inaccettabile. Trovo anche maleducato rivolgermi continuamente osservazioni negative dal punto di vista estetico. Lei non mi considera una donna gradevole, ma è il suo parere, che rispetto, non il giudizio universale. Credo che se anche io andassi in cerca di sue fotografie appena sveglia o nei momenti più inopportuni ne vedremmo delle belle! Abbiamo tutti dei punti di forza e dei punto più vulnerabili, che la natura spesso ci regala in egual misura. Anche quando sfilo con delle mise per lei inadeguate, credo di non far male a nessuno. Cerco di non essere né ridicola né volgare ma, a parte questo, io sento ancora il coraggio e l’entusiasmo di sfilare in passerella insieme a ragazze e donne dai venticinque ai cinquant’anni”.

Un antagonismo che, secondo i racconti della torinese, è nata solo dopo la conclusione della relazione tra lei e Giorgio:

“All’inizio mi sentivo quasi protetta da lei, forse perché, nonostante fosse più giovane, era più smaliziata di me. Tina riusciva a capire subito se un uomo si interessava a me in modo sincero oppure per altre motivazioni! Sembrava quasi che lei provasse una sorta di simpatia nei miei confronti nel mettermi in guardia dalle eventuali prese in giro, proprio come farebbe un’amica nella vita quotidiana. Invece, dopo la conclusione della mia relazione con Giorgio, c’è stato un suo cambiamento di rotta improvviso, che ancora oggi non mi spiego”.

E che la dama proprio non riesce a spiegarsi:

“Superata l’incredulità iniziale di Tina (e non solo la sua) che un uomo come Giorgio si potesse interessare alla sottoscritta, la sua avversione nei miei confronti si è inasprita quando ho preso la decisione di lasciarlo, per poi tentare di riconquistarlo e recuperare la nostra relazione. Forse, secondo il ‘Tina-Pensiero’ dovevo considerarmi talmente miracolata per aver suscitato l’interesse in Giorgio da dover accettare qualsiasi cosa. E poi sarebbe lei la donna moderna ed emancipata? Non doveva permettersi di giudicarmi, perché non aveva quella completezza di elementi che permettono di valutare tutti gli aspetti che mi avevano portato a prendere quella decisione molto dolorosa e sofferta. Io credo che nessuno, né in trasmissione né a casa, possa tuttora mettere in dubbio l’amore senza condizioni che ho provato per Giorgio. Una persona intelligente come Tina avrebbe dovuto capire che una scelta così radicale ed estrema era una conseguenza di problematiche altrettanto estreme”.

Gemma ha spiegato quali sono le parole e le azioni che più l’hanno ferita:

“Non ho dubbi, le cose che mi hanno ferita maggiormente e che mi feriscono tuttora sono le sue parole, dette e sottintese, che vanno a mettere in dubbio la mia integrità morale, questo non lo permetto a nessuno! Se fossi stata una donna superficiale e leggera, sicuramente nella vita avrei accettato compromessi che ora mi permetterebbero di vivere come una regina, dal punto di vista di posizione sociale e benessere economico, ma il mio cuore sarebbe ‘arido e congelato’. Oltretutto, le sue parole a volte non offendono soltanto me, ma feriscono anche le mie sorella, i miei familiari e miei amici più cari che mi seguono da casa e che sanno quanto siano ingiuste e immeritate. Nello specifico ci sono alcune cose che sono assolutamente inventate, come quando mi accusa di aver fatto dei ritocchi. Il mio unico ritocco è stato ai denti e l’ho fatto alla luce del sole! Altre sono sue illazioni che non somigliano nemmeno da lontano alla verità, come quando mi fa apparire come una donna assetata di sesso. Ma scherziamo? Proprio a me lo viene a dire, che ho sempre messo l’amore al primo posto nella mia vita? Per me è impensabile avere rapporti intimi senza amore. E per finire, la sua accusa di cercare uomini più giovani di me, dimenticando che mi sono interessata a persone come Remo, Ennio, Armando, tanto per citarne alcuni, che non erano certo ragazzini!”.

E cosa pensa delle storie con uomini più giovani:

“Dov’è scritto che l’amore possa nascere solo tra coetanei? Ci sono coppie con notevole differenza di età che funzionano benissimo. E io, dentro di me, mi sento ancora giovane. Sarà mica un reato? Se vedo un uomo che mi piace e ho la fortuna di essere corrisposta, i dettagli anagrafici vengono dopo e non hanno più molta importanza per nessuno dei due. Siamo già nel 2020 ma ancorati alle generazioni precedenti, dove la norma era che l’uomo avesse almeno una decina di anni in più della donna, ma i tempi cambiano, cambia tutto, solo al gap dell’età anagrafica restiamo ancorati? E anche se fosse, se non è un problema per la persona che frequento, dovrebbe essere un problema per Tina? Concludo rimarcando: Tina, basta con queste stupidaggini!”

Infine, ipotizzando un incontro con la Cipollari in giovanissima età, la Galgani non ha avuto mezzi termini:

“Come minimo le avrei tirato le sue biondissime extension e le avrei staccato le paillettes a una a una! Ma se mi avesse fatta arrabbiare di brutto, le avrei fatto di peggio: le avrei sostituito le sue amate merendine con la mia amata verdura!”.

E ha commentato le ultime parole di Marco Firpo che, in un’intervista recente allo stesso settimanale, aveva confessato di pensare ancora a lei:

“Ho provato una grande gioia, perché succede anche a me, di tanto in tanto, di pensare a Marco e mi compare immediatamente un sorriso, perché è stata una relazione speciale, con una persona insolita nel suo modo di vivere. Conservo nel cuore ricordi bellissimi alternati ad altri: il raggiungersi l’un l’altro, le sue strampalate abitudini, le discussioni per una mela, i nostri giri in bicicletta, la sua spontaneità in ogni cosa e, purtroppo, anche i momenti più difficili, legati ai suoi problemi di salute, fortunatamente risolti, e situazioni di incomprensioni caratteriali. A volte mi sentivo sulle montagne russe, ma quando scendevo riusciva quasi sempre a farmi sorridere con una delle sue battute!”.

Senza risparmiare una frecciatina al suo ex Giorgio Manetti:

“Ho avuto modo di apprezzarlo anche in questi anni, in cui è sempre stato rispettoso nei miei confronti: mai una parola negativa e fuori posto, al contrario di qualcuno che, invece, non perde occasione per mettere in dubbio la mia condotta televisiva e la mia persona, a suo uso e consumo, forse ritenendo poco interessanti i propri argomenti personali”.

E voi cosa ne pensate di queste affermazioni di Gemma Galgani?

COMMENTI