‘Uomini e Donne’, Cristian D’Onofrio racconta come è finito nel ‘Trono over’ quasi 20 anni dopo la sua prima partecipazione al programma! E sui corteggiatori di Gemma Galgani…

Melissa 13 Maggio, 2019

Trono over - Cristian D'Onofrio

Abbiamo conosciuto Cristian D’Onofrio quasi venti anni fa quando, negli Studi Elios di Cinecittà, cercava l’amore insieme a Tina Cipollari.

A diciotto anni di distanza da quell’esperienza, Cristian ha deciso di ritornare a Uomini e Donne mettendosi in gioco come cavaliere del Trono Over per ritrovare l’amore.

Dopo il debutto in una delle ultime puntate andate in onda del dating show, D’Onofrio ha raccontato al magazine di Uomini e Donne la motivazione dietro il suo arrivo nel parterre:

Quando ho sentito Vanessa Collini, per l’intervista che ho rilasciato qualche settimana fa per il magazine, le ho detto che ero single e lei mi ha segnalato che i casting per il Trono Over erano aperti. Così, dopo la chiamata da parte della redazione, ho deciso di andare a Milano a fare un casting, che è andato a buon fine. E quindi, al netto di qualche tentennamento dovuto ai miei impegni lavorativi, ho pensato di provare a capire se quella di Uomini e Donne sia ancora un’esperienza che fa per me o meno. Inizialmente è stato molto strano tornare nel parterre di Uomini e Donne perché alcune cose sono cambiate, ma tutto sommato è andata bene e ho deciso di affidarmi all’istinto e vedere come va. Pensi che proprio Vanessa era la mia redattrice ai tempi in cui, ormai quasi vent’anni fa, sono stato tra i primi corteggiatori-tronisti di Uomini e Donne. Erano anche gli anni dell’esordio di Tina Cipollari in trasmissione. Sono stato nel programma due anni, per un periodo anche da opinionista. Uomini e Donne era all’inizio, eravamo tra i pionieri di questo esperimento televisivo che, un po’ come il Grande Fratello, puntava sulle persone normali. […] Quando non mi ha riconosciuto ho capito che Tina è la solita svampita che ricordavo, esattamente come io sono il solito buffone di vent’anni fa.

La fortunata trasmissione di Canale 5 è molto cambiata dall’ultima partecipazione di D’Onofrio ma, alcune dinamiche, sembrano essere rimaste immutate…

All’epoca, probabilmente perché eravamo in un momento storico ben diverso da questo, non c’erano ancora i social, c’era molta più leggerezza, umanità e molta meno arroganza tra gli ospiti. Per quanto riguarda il ‘dietro le quinte’ posso dire che ancora oggi mi stupisce la preparazione e l’organizzazione di tutto lo staff. […] Questo programma è una ‘macchina da guerra’ impeccabile, chiunque ci lavora è di una professionalità imbarazzante, pensi che la stessa Maria prima di iniziare la puntata, è venuta a salutarmi! Allora come oggi la redazione è straordinaria e proprio per questo mi da fastidio vedere alcuni ospiti che dopo due o tre puntate si sentono già dei personaggi, come mi danno fastidio quelli che disattendono le poche regole del programma, che poi sono le regole anche della vita, come ad esempio il rispetto e la lealtà. Uomini e Donne è un’esperienza meravigliosa che va vissuta con semplicità, correttezza e spontaneità… ma non tutti lo fanno.

Il cavaliere ha da qualche tempo interrotto la lunga relazione che l’ha visto impegnato negli ultimi anni…

L’ultima donna che ho avuto è una persona incredibile, una donna eccezionale con la quale ho vissuto un grande amore: aveva tre figlie e le ha cresciute da sola. È stata una donna totalizzante, con la quale è finita forse anche perché non son riuscito a essere abbastanza maturo.

Interrogato sui personaggi del Trono Over che l’hanno incuriosito durante questi anni vissuti da spettatore, Cristian ha svelato le sue opinioni su molti dei volti noti del parterre:

Ero da tempo curiosissimo di incontrare Gemma Galgani che da anni prova in ogni modo a trovare l’amore senza avere risultati soddisfacenti! Su di lei ho pensieri contrastanti, però è incredibile la sua perseveranza. Secondo me sbaglia un po’ uomini: George Manetti l’ha sfruttata un pochino, seppur con carineria; Marco Firpo era troppo preso da se stesso e non ho mai compreso se fosse sincero o un altro ‘furbetto del quartierino’ e infine Rocco Fredella, che ho conosciuto perché da Milano siamo scesi insieme a Roma per la registrazione. Lo chiamo ‘il simpaticissimo zulù’, è un ragazzotto simpatico e istintivo, forse un po’ aggressivo ma tutto sommato un uomo a posto. […] Dal lato prettamente fisico mi piacevano molto sia Pamela Barretta sia Cristina Incorvaia ma purtroppo, essendo io uno sfigato (ride, ndr) sono arrivato in ritardo… particolari, interessanti e belle, anche da punto di vista caratteriale, sono Barbara De Santi, Lisa, che è una nuova dama, Claudia Montichiara e Valentina Autiero, che invece è una romanaccia simpaticissima e che trovo spettacolare nei modi. Sono molto incuriosito da lei!

E voi cosa ne pensate? Vi ricordavate di Cristian?

COMMENTI