‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono over del 29/11/17

Chia Novembre 29, 2017

Trono over - Giorgio Manetti e Gemma Galgani

Chi legge spesso e volentieri questo blog saprà che negli ultimi anni, guardando il Trono over di Uomini e Donne, mi sono ritrovata sovente a prendere le parti di Gemma Galgani, la dama torinese usata da molti dei cavalieri del parterre come cavallo di Troia per entrare a far parte del programma passando dalla porta principale e poi gettata via in malo modo una volta che lo scopo era stato ottenuto.

Dopo la puntata di oggi, tuttavia, mi tocca deporre – almeno momentaneamente – il tesserino di appartenenza al #TeamGemmona, e per un duplice motivo.

Innanzitutto per quella sparata iniziale a proposito di una liaison segreta che esisterebbe tra Giorgio ManettiTina Cipollari che spiegherebbe (secondo lei, certo…) l’astio dell’opinionista nei suoi confronti, che non ho ancora deciso se fosse più ridicola o più presuntuosa.

Gemma, mi rivolgo direttamente a te. Ma anche fosse vero, no?, ma ti pare che Tinona avrebbe mezzo motivo per temere qualcuna che per il Gabbiano è stata notoriamente solo un passatempo di manco troppa importanza, tanto che tu stessa sei arrivata a lasciarlo dopo 8 mesi perché non c’era mai stato amore da parte sua?

Di solito una donna teme qualcuna che le sembra molto più carina di lei, o che in passato ha lasciato il segno nel cuore dell’uomo che le interessa… e non mi sembra questo il caso, ecco. Pure che Tina fosse davvero invaghita del Manetti (ma per carità…), ma da dove ti esce che l’acrimonia (santo cielo, il crimine che mi sale ogni volta che odo questa parola!) che manifesta nei tuoi confronti è per una presunta gelosia, quando è palese a tutti che non ti tolleri proprio, con chiunque tu ti interfacci?

Secondo motivo del mio passo indietro, la puzza di bruciato che ho sentito arrivare fino alle valli bergamasche quando si è avvicinata a meno di un metro dal Gabbiano. Che va bene tutto, ma ci hai scartavetrato i maroni per una stagione intera dicendogliene di ogni, hai scricchiolato al momento della famosa lettera in prima serata, poi hai passato un’altra stagione decisa a voltare pagina continuando a schifarlo come la peste, e mo non ci puoi ricascare con tutte le scarpe come se nulla fosse. Eh no. Io questo non lo accetto, Maria.

Che se Giorgio ti avesse dato mezzo motivo per risfoderare il cestino con le more avrei pure capito, forse, ma per una volta che quello non fa nulla (se non uscire a caso con gente di cui non gliene sbatte una mazza, come suo costume…) non puoi uscirtene dal nulla a vomitare di nuovo cuori, se tutta la sofferenza che hai millantato negli anni che questo essere ti ha causato era vera. Che io a Gem & George – Il ritorno non sono pronta, v’o dico. E manco lui me sa.

La puzza di bruciato che ho avvertito nel pomeriggio, comunque, l’ha alimentata anche la buon’anima di Anna Tedesco. Angelo non sarà uno stinco di santo, per carità, e se c’è una cosa che non sopporto è chi sfoga su di te una rabbia causata da terze persone, ma tentare di rigirarsi la frittata riguardo l’imposizione della chiusura del rapporto col Manetti quando il napoletano le aveva già precisato che gli importava fosse quanto meno una chiusura di facciata, per evitare di fare brutta figura con chi lo guarda da casa, mi è sembrata una furbata.

Certo, possiamo discutere finché volete del fatto che a lui dovrebbe importare poco di ciò che dicono gli altri, ma la gente – si sa – ha la lingua (e la cattiveria) lunga, e ci sta che qualcuno possa mal sopportare le insinuazioni e i pettegolezzi maligni sul proprio conto.

Ed alla luce di tutto ciò ho trovato infelice da parte di Anna farlo passare come un mostro di aggressività, ecco, e motivare con quello la voglia di chiudere la frequentazione. Ucci ucci, sento odor di pretestucci

Video dalla puntata: Puntata intera“C’è una tresca tra di voi!”“Se non ci provano non van bene…”“In attesa di…”“Non voglio uno come te”“Mi ricordo i proiettili…”“Sei single?”

COMMENTI

TAGS