Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla puntata del 17/12/21

Chia Dicembre 17, 2021

Quale giorno migliore di venerdì 17 per l’ennesima (e tremendamente inutile) puntata Gemmacentrica?

E’ (quasi) Natale, siamo (quasi) tutti più buoni ma nemmeno le lucine, i regali sotto l’albero e Michael Bublé riescono a indorarci la pillola il suppostone odierno, qua.

Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla puntata del 17/12/21

Ora, posto che:

Tina Cipollari ha giustamente sottolineato (casomai ce ne fosse ancora bisogno, ovviamente) l’estrema leggerezza con cui Gemma Galgani vola di fiore in fiore, passando dallo struggersi per l’ennesimo palo ricevuto all’emoSSSionarsi per una new entry random, e ha ricordato che solo pochi giorni prima di stendersi ZenZuale sul tavolo da biliardo per Leonardo si stava limonando Costabile Albore (a proposito, qualcuno ha sue notizie? Che fine ha fatto? Temo per la sua incolumità! Rassicuratemi del fatto che sia stato semplicemente botolato dopo aver asservito al suo mesto compito, senza risvolti che chiamino in causa Federica Sciarelli);

Gianni Sperti ha messo in luce la stranezza del comportamento di Leonardo che – guardate un po’ che caso! – anziché essere intimidito, come ogni persona non avvezza al mondo dello spettacolo, dalla presenza delle telecamere è proprio davanti ad esse che ha dato il suo meglio, regalandoci il “bacio di trasporto” con Gemmona, ed invece quando si è trovato solo soletto in compagnia della dama, nell’intimità della sua casa, CHISSA’ COME MAI “non me la sentivo“…

Maria De Filippi ha evidenziato manco troppo velatamente il palese feticcio del cavaliere per l’abbigliamento, sul quale riversa tutte le sue attenzioni (che non so se ci avete fatto caso ma Leonardo adula più quello che la Galgani, tra un “complimenti comunque, UN BEL VESTITO, tutto in nero, sexy…” e un “lei era vestita in un certo modo, abbastanza provocante, era un po’ sexy in quel momento…“), e mentre la Queen insisteva chiedendogli se quando non se l’era sentita di baciarla non fosse magari perché lei s’era già cambiata d’abito la mia mente masochista mi ha omaggiata di un agghiacciante flash di Gemmona in tuta di latex, frusta e tacco a spillo e lui carponi con una mela in bocca che MANNAGGIALAMISERIAPERCHEMARIA!

Dicevo, posto che a quanto pare è evidente proprio a tutti che non sia altro che l’ennesima baracconata con l’ennesimo figurante alla ricerca di qualche primo piano su Canale 5, e finché Gemma bazzicherà in quegli studi di questi siparietti cringe non ce ne libereremo mai, possiamo almeno cercare di renderli un pelino più frizzanti divertendoci a mettere sadicamente in difficoltà il mestierante di turno?

Perché negli anni ne abbiamo viste diverse, là dentro, di tipologie di disperati. Da quelli iconici come Marco Firpo che almeno ti strappavano una risata a quelli dotati della giusta parlantina per rigirarsi al meglio ogni frittata come Costabile, che giusto sul finale s’è sporcato (cit) palesando la sua smania da centro studio, ma fino a quel momento era stato pressoché perfetto. E poi ci sono i Leonardo che non sono né divertenti né dotati della giusta favella, e si incartano da soli. Quelli sono i miei prefe, perché non riescono manco a nasconderlo quanto sono disperati.

Basta fargli mezza domanda in più e gli mandi in crash il sistema, proprio. Si scordano la pappardella che si erano preparati da casa e finiscono col tirarsi la zappa sui piedi da soli. Come oggi quando, riguardo al mancato limone lontano dalle telecamere, ha detto “quando eravamo nell’intimità della casa potevo essere me stesso“. E infatti non se l’è baciata, quand’era “se stesso“. Che strano, eh? Per non parlare di quando cercava si sviare le domande incalzanti sull’attrazione fisica e se n’è uscito dicendo che “c’è anche un’attrazione che ha un valore aggiunto per quello che è lei COME PERSONAGGIO, capito? Questo qui è il valore aggiunto!“. Più lapsus freudiano di così si muore, eh.

Ps 1. Ma solo io sono PIENA A TAPPO dei tremendi cliché maschilisti che ci propinano a Uomini e Donne? E Armando Incarnato che “io sono più uomo di te“, e Ida Platano che “lei è proprio femmina“, e mo anche quella Elena che “NORMALMENTE è l’uomo che deve baciare la donna, io aspetto l’uomo“… Welcome to 1921, proprio, che pure a Puente Viejo erano più avanti, minc*ia!

Ps 2. Per esprimerci sul trono di Matteo Ranieri è presto, specie vedendo il totale disastro che ci sta regalando questa stagione del Trono classico. Però fatemi solo dire che, dopo le strusciate della 19enne che fa la voce del sess* come Gemmona, quella Marion che ha portato il tronista nel rifugio dove salvano gli animali, in mezzo ai cinghiali e alle mucche, ha già conquistato un pezzo del mio cuore. Lei e quel cagnolone bellissimo che gli elemosinava le coccole.

Ps 3. Sono ancora in visibilio per quel “Allora Gianni, ascolta. Stiamo parlando di uno che si mette il cotone nei pantaloni per sembrare superdotato, e sei tu. Che c’hai un’età e dici che c’hai 38 anni. Cioè, lui si mette l’ovatta dentro le mutande, capito? Pensate quanto è attendibile!” di Tina a Sperti. Ancora, ne voglio ancora!

Video dalla puntata: Puntata interaGiovanna: “Alessandro una tua frase mi ha offesa!”Giovanna si presentaTina: “Nicola che dici? I tuoi capelli sono tinti!”Gemma e Leonardo: il confrontoEsterna di Gemma e LeonardoTina Vs GemmaMaria: “Leonardo provi attrazione per Gemma? L’hai ribaciata?”Marion e i baci di MatteoEsterna di Matteo e MarionEsterna di Matteo e FedericaMatteo: “Federica per me sei donna!”

COMMENTI