‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del 25/11/20

Chia 25 Novembre, 2020

Uomini e Donne

Nel commentare le mirabolanti vicende degli avventori degli studi Elios ci concentriamo spesso a perculare quei quaquaraquà dei cavalieri, degli esseri mitologici metà uomini ominicchi e metà tori carciofi, gente che i palllll (cit.) le tiene giusto per riempire un pochino meglio quei mutandoni che di Uomo hanno giusto l’elastico con la marca, ma siamo oneste: le donne lì dentro che brutta figura ci fanno fare?

Apripista del disagio femminile è, ça va sans dire, Gemma Galgani, colei che passa senza soluzione di continuità dallo stracciarsi le vesti se Biagio Di Maro invita a ballare Sabina Ricci e non lei allo sfoderare la voce del sesso™ quando cinque minuti dopo incrocia lo sguardo di Maurizio, più giovane e appetibile del rivale. E non fa nulla se fino alla puntata precedente decantava i sentimenti e le emosssioni che il brizzolato cavaliere campano le faceva “rivivere dopo tanto tempo“, è arrivato l’Umpa Lumpa e allora “adesso stai lì fuori e mi aspetti“.

Qualcuno avvisi Gemmona che – nonostante ora si atteggi a spirito libero che “ma io non ho mai detto di essere innamorata” nel vano tentativo di non mettere sotto eccessiva pressione il malcapitato di turno – se sti poracci alla fin fine scappano no, non è certo colpa delle interferenze di Tina Cipollari. Quelle tutt’al più possono incutere timore ai senza palle di cui sopra che gnafanno a tenere botta all’eloquio incalzante dell’opinionista e si pigliano paura di rimanere invischiati in un trappolone che li condurrebbe dritti dritti verso il botolamento. Qua la verità è che se i cavalieri che hanno a che fare con la Galgani guarda caso scappano sempre “a gambe levate” la colpa è solo sua, dei palloncini ad minchiam che piazza a mo di stalker ovunque questi capitino e poi sua. E no, dopo gli “abbracci multipli” (dagli evidenti riferimenti subliminali) anche l’accenno alla panna all over non ce lo meritavamo proprio, ecco.

Medaglia d’argento a Valentina Dartavilla Lupi che aveva debuttato nel Trono over facendosi dare della facilotta da cani e porci (e non sto usando modi di dire, eh) ma poi c’ha riflettuto (cit.) e ha ben pensato di effettuare l’upgrade passando dai coetanei Simone Bolognesi e Nicola Mazzitelli all’Umpa Lumpa che quasi potrebbe esserle padre. Perché effettivamente era troppo sbatti competere con le trentenni, volete mettere fare la fenomena di stocazzo quando la tua unica rivale ha il doppio dei tuoi anni?

E per carità, che ci sia chi davvero prova attrazione per gente molto più grande o molto più piccola nessuno lo mette in dubbio (del resto il buon Nicola Vivarelli insegnahahaha), ma nel suo caso mi pare decisamente evidente quando le piaccia fare la faiga sparando sulla croce rossa 70enne. Prima ci ha tenuto a sottolinearle provocatoriamente che “Con me è un continuo di battutine, ‘stasera dormiamo insieme?’, ‘domani ci svegliamo insieme?’… sono battute intime, comunque, mi chiedevo se te le faceva anche a te!“, poi quando Maria De Filippi ha chiesto a Gemma se era gelosa che quella sera Maurizio sarebbe uscito con la Lupi è corsa ad aggiungere giuliva “E domani stiamo anche insieme tutto il giorno!“. No, ma non lo sta facendo solo perché le piace vincere facile, ceeerto.

Terzo posto, a pari merito (quanto meno valutando la quantità di lacrime versate finora), a Chiara Rabbi e Beatrice Buonocore, due che manco a fonderle ne viene fuori una sana. E matura, soprattutto. Capisco che siate giovani, che ancora crediate al principe azzurro (però da qui a identificarlo con quel lacché mariano di Davide Donadei ce ne passa, ecco…), capisco tutto… ma un minimo di amor proprio mai mai, eh?

Menzione d’onore, perché qua andiamo troppo oltre per poterla inserire in qualsiasi classifica, a Roberta Di Padua. Perché la paladina del femminismo made in Elios a quanto pare ha la memoria corta e, dopo essere diventata la bff di uno come Armando Incarnato che adesso invoca le donne con delle forme ma ai tempi le diede manco troppo velatamente della culona come un Michele Dentice qualsiasi, dopo essere stata descritta come una simpatica trombamica in mondovisione ora è tornata a frequentare il redivivo Riccardo Guarnieri (che non avrà carenze di carboidrati ma di fosforo sicuro, visto che oggi sosteneva che con Robertail ricordo è sempre stato positivo” e “problemi tra noi non ce ne sono mai stati“, ma io rimembro nitidamente uno schiaffone in diretta che a parti inverse altro che Codacons, le facevano chiudere la baracca direttamente a Queen Mary).

Che le doti di Riccardone siano mooolto difficili da scordare ci è abbastanza chiaro, ecco, ma vedere che manco il tempo di poggiare le chiappe pugliesi di nuovo su quella seggiola e la Di Padua era già lì maliziosa a dirgli, con fare civettuolo, “Sono contenta che sei tornato, almeno c’è qualcosa di bello da vedere, ogni tanto mi giro e mi rifaccio gli occhi. Sai dove dormo? Tu lontanissimo, t’hanno messo al sicuro… Noi non c’annoiavamo proprio per niente, eh…” è stato decisamente too much.

E l’unica cosa giusta oggi l’ha detta incredibilmente proprio Michele, comunque, quando ad un Guarnieri che diceva che “non vedeva l’ora di vederla e di stare a 2 cm da lei, perché se ti piace una persona è così” ha risposto “E allora perché poi avevi scelto un’altra?“. Boom, baby.

Video dalla puntata: Puntata interaBuon compleanno TinaGemma: “Sempre colpa di Tina!”Tina: “Gemma gli uomini non ti vogliono!”Gemma: “Essere ricoperta di panna…”Gemma e Maurizio: una cena e poi…Tina: “Gemma l’unica ipocrita sei tu!”Chiara: “Davide ma cosa sto qui a fare?”Esterna di Roberta e RiccardoRoberta e Riccardo: un nuovo inizio?

Video inediti: Qualcosa sta cambiando

COMMENTI