Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla puntata del 28/09/22

Chia Settembre 28, 2022

Che vi devo dire, mi aspettavo del big trash dalla puntata odierna di Uomini e Donne ma anche stavolta sono rimasta discretamente delusa.

Le prime battute tra Davide Donadei, Chiara Rabbi e Roberta Di Padua, con l’ex corteggiatrice che s’è rivolta alla dama dicendole con uno spiccato accento francesenon ce l’ho co te, sto a parlà con lui. Sei una donna adulta e giochi a fa la ragazzina, ma che te devo dì?“, mi han fatta sperare in extension che volavano e sangue che scorreva a fiumi, ma alla fine della fiera quello che è andato in onda oggi ci ha solo mostrato tutto ciò che di più sbagliato si possa fare in una relazione.

Sì, lo so, sui social si sono schierati quasi tutti dalla parte della Rabbi quindi sono consapevole che il mio pensiero risulterà impopolare, ma chevvedevodì, per me hanno sbagliato ENTRAMBI. Anzi, tutti e tre, vista la situa.

Ha sbagliato Chiara, innanzitutto. Che si è fatta accecare dalla folle gelosia a tal punto da compromettere irrimediabilmente la relazione con Davide. Perché a quanto pare non era solo Roberta, non era un caso isolato e specifico. Se “noi abbiamo litigato per qualsiasi persona di sesso femminile” mi sa che era tutto un po’ too much.

Controllare il telefono del partner, avere tutte le sue password e fare piazza pulita nelle sue amicizie non garantisce fedeltà, anzi. Primo, perché se già si parte così fin dall’inizio di una storia vuol dire che di base non c’è tutta ‘sta gran fiducia, e quindi si comincia proprio col piede sbagliato. Capisco dubitare quando si nota qualcosa di strano, quando si sente puzza di bruciato, quando spunta qualche piccolo particolare che non torna. Ma sospettare così, di default, è proprio deleterio. Anche perché se parti prevenuta qualsiasi cosa che potrai vedere o sentire finirà col suonarti equivoca, e rischi di vedere il marcio anche quando non c’è.

Secondo, perché gli esseri umani (e parlo in generale, uomini e donne, senza distinzioni) sono robetta semplice, più dici loro di non fare una cosa più li invogli a farla. Come succede ai bimbi con le parolacce, tu gli intimi di non dirle e loro appena ti giri sparano un porcone random e si sentono fighi. Ecco, stare col fiato sul collo del partner ogni volta che non siete insieme – chiedendo foto, posizione o prove che non si stia facendo quattro salti in padella con qualcun altro – non aiuta di certo.

Tanto se il tuo partner è un irriducibile fedifrago finirà col fartela comunque sotto il naso, se vuole. Che tu gli stalkeri il telefono o meno, l’occasione la troverà. E se invece non lo è, poraccio, un pressing eccessivo nel migliore dei casi lo porterà all’esaurimento nervoso, nel peggiore a dire “Sai che c’è? Se devi pensare che ti tradisco anche quando non muovo un dito, tanto vale che due cornazzi te li metto davvero. Almeno i mar*ni me li scassi per qualcosa di reale“. E non mi pare granché come alternativa, ecco.

Non dico che se Chiara avesse moderato questa sua cieca gelosia tra qualche anno avremmo visto lei e Davide all’altare, ovviamente. Anzi, dopo la rottura li ho visti entrambi rifiorire, sui social. Così sereni e spensierati che probabilmente davvero c’era una tale incompatibilità di fondo, tra loro, che è un bene per tutti e due che abbiano preso strade diverse. Ma forse le cose sarebbero potute andare diversamente e terminare con meno rancore, almeno.

Ha sbagliato anche Davide, comunque. Davide che, tono sofferente e colmo di drama, rivolgendosi a Maria De Filippi ha detto “sai che per venti giorni dopo la rottura non riuscivo a stare da solo con una ragazza?“. VENTI GIORNI descritti con un pathos che manco una castità quinquennale.

Dicevo che ha sbagliato anche lui. Ha sbagliato innanzitutto a plasmarsi alla gelosia di Chiara dandole in mano il proprio telefono fin dall’inizio, se ora deve rinfacciarglielo. Ma soprattutto a non darle le rassicurazioni di cui lei evidentemente aveva bisogno. Che poi mi deve spiegare il senso di allontanare dal suo ristorante la responsabile di sala perché non andava a genio alla Rabbi, ma mantenere un rapporto (pure se fatto di soli 7 messaggi all’anno) con quella che di fatto è un’estranea come Roberta.

Perché sì, la gelosia di Chiara sarà anche stata eccessiva, però il senso di tenere i contatti con una persona che durante il trono già aveva fatto rodere il fegato a quella che poi sarebbe diventata la tua fidanzata non lo trovo, onestamente. In questo non mi sento di condannare l’ex corteggiatrice, anzi capisco assolutamente il suo fastidio. Che Davide e Roberta si piacessero parecchio, esteticamente, era già molto chiaro ai tempi. Che certe sfilate ad alto tasso ormonale mica ce le siamo scordate, qua. Quindi che alla Rabbi non andassero giù manco quei loro “messaggi innocui” ci sta. perché un “Buon Natale” scritto da Maria da Caltanissetta e il “Buon Natale” della Di Padua non hanno ovviamente lo stesso valore, non facciamo i finti tonti.

Specie alla luce di com’è andata a finire. Perché tutti i torti nel sospettare che ci fosse dell’irrisolto tra loro Chiara non li aveva, visto che tra le prime persone con cui Davide è uscito dopo la rottura con lei c’è stata proprio Roberta. E se alla fin fine non si è andati oltre al limonazzo è stato perché Roberta non ha voluto, mica per Davide che, anzi, c’ha riprovato pure in occasione di questa registrazione a invitarla in hotel. E per carità, ora è single e può far tutto quello che vuole, ci mancherebbe. Ma dimostra che tutta questa innocenza di base nel mantenere i contatti con la dama non c’era, punto.

E infine ha sbagliato pure la Di Padua. Che oggi ha giustificato il suo non essere andata oltre al bacio con l’ex tronista perché consapevole della differenza d’età, della propria vita “troppo pesante” e della scarsa propensione ad instaurare una storiella prettamente fisica. Ma tutto questo lo sapeva pure prima di andarci a mangiare quella famosa pizza, eh. Quindi ad una certa il dubbio di Davide (che si sia vista con lui non per “uscire con Davide” ma per “uscire IN QUEL MOMENTO con Davide“) è anche lecito, ecco…

Ps. L’epic win di oggi, comunque, ce l’hanno regalato gli opinionisti. Quando si è parlato del cambio look di Armando Incarnato, che ha sfoggiato oggi una zazzera bianca dicendo che “l’importante è conservare la natura interiore, ma avevo bisogno personale di cambiare un po’ esteticamente!“, e hanno replicato “peccato che non pensi mai a cambiare interiormente!“. Game, set, match.

Video dalla puntata: Puntata interaTina: “Armando, perché questi cambi di look?” – Davide e Chiara: li abbiamo lasciati cosìDavide, Chiara e Roberta: il confronto!Maria: “A Roberta piace Davide ma…”Maria: “Davide perché dovevi rispondere ai messaggi di Roberta?”Davide: “Ecco perché io e Chiara ci siamo lasciati!”Davide e Chiara: l’ultimo confronto

COMMENTI