‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del 28/10/20

Chia 28 Ottobre, 2020

Uomini e Donne

Ma l’avete visto anche voi, oggi, quell’ammasso di code di paglia che affollano lo studio di Uomini e Donne prendere vistosamente fuoco mentre Aurora Tropea le metteva di fronte all’evidenza, ossia che lì dentro esistono PALESEMENTE persone personaggi di serie A e persone di serie B?

Una roba così chiara e lampante a tutti, la disparità di trattamento che DA SEMPRE regna agli Elios, che mi faceva quasi tenerezza vederli arrampicarsi sugli specchi (contraddicendosi da soli, tra l’altro) pur di smentirla.

Quanti travasi di bile, quante giugulari in procinto di esplodere, quanti lacchè ha dovuto scomodare Queen Mary per difendere la Sacra Redazione da quell’arpia della Tropea, oh!

Come ha osato ‘sta strega malefica insinuare che il buon Gianni Sperti usi due pesi e due misure solo perché lo scorso anno aveva messo alla porta Veronica Ursida e Giovanni Longobardi nonostante si stessero ancora cercando di conoscere meglio, mentre si stava guardando bene dal fare lo stesso con Valentina Autiero e Germano Avolio, seppure i due avessero in corso una conoscenza esclusiva suggellata (nel week end precedente alla registrazione) da delle sane bombate?

E niente, che meravigliosa kamikaze che è Aurora! Nonostante sappia benissimo di essere praticamente come Davide di fronte a Golia, e che appena aprirà la bocca persino uno come Armando Incarnato troverà il barbaro coraggio di sbraitarle addosso “ma perché non ti fai gli affari tuoi?” (cioè, LUI che lo dice agli altri, pazzesco!), è una delle poche che – priva di sudditanza e servilismo, doti che solitamente in quegli studi abbondano – non teme di dire le cose come stanno.

Perché è inutile che la Autiero lacrimi se la Tropea ha osato rovinarle il momento romantico che da sei anni tanto attendeva, se la prendesse con Gianni che la coerenza non sa manco dove stia di casa e se ti chiami Ida Platano puoi piantarci la tenda là dentro, nonostante esclusive e anelli di fidanzamento, perché fai bene a toglierti tutti i dubbi con la maaaassima calma, ma se ti chiami Aurora non ti fa nemmeno respirare.

Lo sappiamo bene che – al netto dei furboni assetati di visibilità che da quelle parti sempre ci sono stati e sempre ci saranno – ognuno di noi ha i propri tempi, in amore, e se c’è gente come Alessandro Bizziato e Stefania Montù che in una manciata di puntate ha capito di piacersi così tanto che stare in tv diventava decisamente secondario, ce n’è altra magari meno istintiva che – se solo nessuno gli rompesse i maroni a nastro – preferisce sfruttare un contesto come quello per conoscersi un attimino di più prima di prendere decisioni affrettate. Uomini e Donne non serve a questo, Gianni?

E nonostante io mi diverta come una matta a vederli sbroccare quando Aurora gli sbatte in faccia le loro evidenti magagne, il mio consiglio a lei – specie dopo averla vista, negli ultimi minuti della puntata, rientrare in studio devastata e con gli occhi gonfi – è sempre lo stesso: molla il colpo. Io lo capisco che se sta resistendo così strenuamente è per non dargliela vinta, ma il punto è che il coltello dalla parte del manico, alla fine, ce l’avranno sempre loro, purtroppo. E ci mettono due secondi a farle terra bruciata attorno alimentando l’accanimento del branco nei suoi confronti finché non sarà così esausta da andarsene comunque di sua sponte. Ed a meno che non ti chiami Gemma Galgani, che del vittimismo ne ha fatto la propria cifra, direi che il gioco non vale la candela, tutto lì.

Ps. Quel Matteo Ranieri che corteggia Sophie Codegoni mi sembrava tanto caruccio. Finché non ho saputo che si è avvicinato ad Armando per chiedergli consigli perché “vorrei essere come te, ma ho vergogna“, almeno.

Video dalla puntata: Puntata interaAurora (nuovamente) sotto attaccoAurora: “Valentina se io devo uscire tu cosa dovresti fare?”Giancarlo sotto accusaEsterna di Sophie e NinoSophie tra segnalazioni e curiositàLe scuse di MariaGianluca e Camilla: l’ultimo confronto

COMMENTI