Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla puntata del 5/03/21

Chia Marzo 5, 2021

Madre mia, che esempi TERRIBILI di maschio italico popolano gli studi di Uomini e Donne.

Non che le donne siano dei fiorellini (quasi cit.), s’intende, ma sugli uomini c’è proprio da mettersi le mani nei capelli, oh.

Oggi li ho mal tollerati tutti, ve lo premetto. A partire da Massimiliano Mollicone (e da tutti quelli che lo applaudivano, pure).

Un cafonazzo coatto che si sente stocazzo e si permette di rivolgersi ad una ragazza che GIUSTAMENTE stava sottolineando la sua follia nell’averla portata in esterna solo “per mantenè la parola mia” urlandole in faccia “passa p’a porta e vattene, per piacere!“. Di grazia, cocco…

Qualcuno glielo spiega, per favore, che la sua non è coerenza ma – più semplicemente – incredibile stupidità?

No, perché io la coerenza la apprezzo sempre tantissimo, eh, ma quando significa mantenere un medesimo metro di giudizio sia di fronte a situazioni/cose/persone piacevoli che davanti a situazioni/cose/persone meno piacevoli. E mantenere la parola data è qualcosa di meraviglioso, quando significa che – se hai promesso a mamma che la aiuti nelle pulizie di casa – poi lo fai davvero. Non quando esci con qualcuna che la volta precedente palesemente t’aveva annoiato a morte perché “m’era sembrata un’intervista” e lo ammetti pure che “probabilmente non t’avrei riportato se non fosse stato per la parola che t’avevo dato“.

Che vor dì “speravo che mi facessi ricredere“? Ma ricredere di cosa? Questa Althea ti piaceva fisicamente, l’hai portata in esterna solo per quello ma poi ti sei accorto che riesci a tenere botta solo alle Vanessa Spoto che hanno come massima aspirazione Miss Italia, che di fronte a una che ti fa mezza domanda in più ti incarti. Ripeto: ma ricredere di cosa? Se non t’eri trovato bene eri tu che non dovevi portarla nuovamente in esterna, punto. E non avresti comunque violato nessun patto di sangue, in quel caso, tranquillo. Avresti semplicemente evitato di perdere tempo tu, di farlo perdere a lei e di stracciare le balle a noi, visto che mi pare evidente che di feeling tra voi non ce ne sia.

O ci stai dicendo che – se prima di uscire da un ristorante dove hai mangiato benissimo dici al proprietario “tornerò sicuramente“, ma poi passi la notte in bagno perché scopri che il cibo era avariato – ci torni comunque perché ormai gliel’avevi promesso? No, perché in quel caso c’è da farti direttamente la statua, eh.

Secondo eroe di giornata, quel Claudio Cervoni che con Sabina Ricci c’era uscito per due mesi (non due giorni, DUE MESI) e  – parole di lei – la trattava come una sorella. Mai nemmeno una carezza, tanto era interessato. Fino a quando non l’ha vista uscire con un altro, certo. E lì altro che gelosia, altro che “mi è mancata“. Semplice competizione maschile. Si è divertito a riprendersela soffiandola a colui che in puntata aveva osato rimetterlo al suo posto con due paroline. E a fare il figo perché “come guardava me non guardava te“. Tutto qua.

Poi che quel Nicola abbia fatto il drama inutilmente è sicuro, perché capisco che ti girino le balle se una ti dice “basta, ho chiuso, con Claudio non ci tornerò mai” e poi al primo schiocco di dita del Cervoni ci ricasca subito, ma dubito gli abbia spezzato il cuore (fin troppo distratto dalle dame di mezzo parterre, a quanto pare), ecco.

E in tutto ciò… che delusione, Sabina, che delusione. Non me lo aspettavo proprio che abboccasse alle fregnacce di ‘sto carciofo come una Gemma Galgani qualsiasi. E invece…

Terza martellata sulle gengive di giornata, Riccardo Guarnieri. Cioè, con tutto che Roberta Di Padua non mi fa gran simpatia, ma onestamente che avrebbe dovuto fa ‘sta poraccia di diverso? Per me pure troppo l’ha sopportato, che io ce l’avrei spedito da quel dì, per dire.

Maria De Filippi qualche settimana fa le aveva semplicemente chiesto come andava tra loro e lei – con sincerità – aveva ammesso che non andava un granché, evidenziando un calo di passione che per altro imputava a se stessa e alla probabilità di non piacergli più, cosa che la faceva pure stare male, punto. Se lui in quell’occasione avesse detto “No, non è vero, mi piaci parecchio, quella era stata una giornata no“, come ha precisato oggi, SAREBBE FINITA Lì. Giurin giurello.

E invece no, anziché rassicurare lei la priorità di Riccardo è stata quella di imparanoiarsi per le perculate sui social che – spoiler alert – se gli sono arrivate è perché LUI non ha reagito nel modo migliore sul momento (e avrebbe chiuso il discorso ancora prima che s’aprisse, in quel caso) e perché sempre LUI ha continuato a tornare sull’argomento in TUTTE le registrazioni successive. TUTTE, SEMPRE. Avesse taciuto, la gente se ne sarebbe pure dimenticata. Come s’è già dimenticata tre quarti del cast del Gf Vip 5 nonostante stesse a scannarsi sui social fino a una settimana fa. E invece no, aridaje che ci tornava sopra OGNI VOLTA. E poi rompe pure le palle agli altri, oh.

Ps. Ma quanto si sta bene, però, senza Armando Incarnato in quello studio, quanto? Godiamocela, finché dura!

Video dalla puntata: Puntata interaIl ritorno di fiamma tra Sabina e ClaudioLa rabbia di NicolaRoberta e Riccardo: discussione sull’intimitàLa dichiarazione d’amore di Roberta e RiccardoLa chat tra Massimiliano e AltheaEsterna di Massimiliano e AltheaAlthea: “Massimiliano perché mi hai riportato in esterna?”Esterna di Giacomo e CarolinaIl Massimiliano-PensieroCarolina, Giacomo e le incognite sul futuro

COMMENTI