Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla scelta di Giacomo Czerny (24/05/21)

Chia Maggio 24, 2021

Ma che meraviglia è quando ti aspetti il palo da settimane, quando già te lo vedi proprio stampato in faccia e la vita invece ti sorprende?

Giacomo Czerny mi aveva colpito sin dall’inizio, dal giorno in cui ha poggiato le chiappe sulla poltrona rossa. Molto giovane, è vero, ma mi è subito sembrato un gran bravo ragazzo, come ce ne sono pochi in giro. Figuriamoci nello studio di Uomini e Donne, dove ci hanno abituati ai peggio cafonazzi egocentrici e narcisi. Giacomo invece è sempre stato pacato, riflessivo, super educato ed incredibilmente maturo, per la sua età. Roba che molti carciofi del Trono over gli potrebbero spicciare casa, nonostante abbiano il doppio (pure il triplo, a volte) dei suoi anni.

Mai una parola fuori posto, mai una reazione discutibile, mai una presa di posizione imbarazzante. Il suo trono è stato l’unico ad appassionarmi, in questa seconda parte di stagione. Perché – al contrario di Samantha Curcio – non ha fatto grandi scivoloni durante il percorZo. E perché – al contrario di Massimiliano Mollicone – nonostante la sua (apparente) maggiore freddezza l’incredibile interesse per le sue corteggiatrici si percepiva proprio. Diverso, ovviamente, come (decisamente) diverse erano le due ragazze che aveva di fronte. Ma palese con entrambe.

Se mi aspettavo il palo è perché che con Carolina Roncadal primo momento in cui ti ho vista non ci ho più capito niente” era discretamente evidente, ecco. Che “la vedevo già con me, all’inizio. Non riuscivo a pensare ad altro” anche. Con la Ronca fin dalla primissima esterna c’è stata così tanta chimica che – come ha rivelato oggi – a metà del percorso stava quasi per sceglierla, perché “c’era qualcosa che non riuscivo a spiegare“. E, se Giacomo fosse stato il classico ragazzo che ragiona solo col pipino, sarebbe andata a finire così davvero. Cosa che, nonostante la mia discreta fiducia nei suoi confronti, ho realmente temuto.

Ma se il suo trono ha finito col rivelarsi una delle sorprese migliori dell’intera storia di Uomini e Donne è proprio perché abbiamo assistito a qualcosa di più intenso e molto meno scontato del previsto. Abbiamo visto un ragazzo che fin dall’inizio era completamente proiettato su un’unica corteggiatrice, quella che se la sentiva discretamente calda, ma l’altra non ha MAI mollato. Non ha mollato di fronte ai dubbi del tronista rispetto al suo reale interesse, non ha mollato quando lo vedeva sempre più vicino alla rivale e non ha mollato nemmeno quando lui – per rincorrere l’altra che faceva i capricci ogni volta che per cinque minuti non si parlava di lei – la piantava in studio da sola.

E tenere botta di fronte ad una come Carolina non era affatto cosa semplice, anzi. Una che si era studiata per bene non solo il manuale della perfetta corteggiatrice uominiedonniana ma pure tutte le esterne dei Damellis, per non sbagliare, regalandoci sceneggiate patetiche ogni volta che non c’era lei al centro dell’attenzione. Principessa di stograncazzo e prevaricatrice fino all’ultimo (visto che ha avuto il barbaro coraggio di prendersi la scena anche oggi, mentre la sua rivale stava cercando di fare i suoi ringraziamenti), si sentiva la scelta dal giorno zero quasi quanto la Francia sabato sera si vedeva il trofeo dell’Eurovision in tasca. E invece la vita, a volte…

Mentre la Ronca già si immaginava sul divano della loro casa a guardare Netflix col Czerny, Martina Grado non si è mai sentita al sicuro, anzi. Ma, nonostante la sua natura negativa, ci ha creduto fino in fondo e – con estrema pazienza e tanta determinazione – è riuscita pian piano a travolgere il tronista, facendolo entrare nel suo mondo poco alla volta, fino a fargli ribaltare completamente la scelta che nemmeno i voti di Alessandro Borghese arrivano a cappottoni simili. Un percorso in crescendo, il loro, partito in sordina e costruito mattone su mattone. Senza fretta, senza teatrini cringe ma con tanta concretezza e maturità. E culminato in quell’ultima parte dell’ultima esterna dove lui se la voleva palesemente mangiare, ad una certa.

E forse le sceneggiate della rivale tocca pure ringraziarle, alla fine, perché più l’altra batteva i piedi a terra più il tronista aveva modo di notare l’abisso che le separava, nelle reazioni e nel modo di essere. Giacomo si era sicuramente affezionato ad entrambe, ed io al dispiacere che ha provato mentre si rendeva conto che le sue sensazioni nei confronti di Carolina stavano pian piano cambiando credo. Ma credo anche alle parole meravigliosamente azzeccate che ha usato per descrivere il percorso con Martina:

Sono un uragano ingestibile‘, questo è stato uno dei tuoi primi messaggi. Se ripenso a tutto il nostro percorso non so se sei stata veramente un uragano. Penso ci sia stata invece la quiete dopo la tempesta. Mi sono sempre chiesto, all’inizio, chi fosse Martina. Ma Martina non è un giorno, Martina non è una cosa chiara, Martina è. Bastava solo aspettarti. E penso che aspettarti è stata una delle cose migliori che potessi fare qua dentro. Mi sento di ringraziarti e dirti quanto sei stata donna, e alle volte lo sei stata anche quando non avresti dovuto. Sei entrata dentro di me in maniera così evidente, in punta di piedi, che è difficile farti uscire. Dopo tutto quello che hai passato meriti di essere felice, perché sei veramente una di quelle ragazze che quando passa lascia il segno, e l’hai lasciato pure a me.

E’ stato bello vedere la loro complicità crescere, i loro caratteri incastrarsi sempre di più, esterna dopo esterna, i loro sentimenti evolversi pian piano. Due persone così diverse ma così incredibilmente affini: la stessa maturità, la stessa concretezza, la stessa testa sulle spalle. Umili, semplici e dotati di un gran rispetto, per se stessi e per gli altri. Belli, ma proprio belli veri.

Quel “Forse non sono io che scelgo te ma sei tu che scegli me, perché mi hai insegnato tanto e io c’ho una voglia matta di stare con te” è stato il perfetto coronamento di tutto. E la storia ci insegna che un Gianni Sperti che tifa palesemente per l’altra porta pure bene, quindi daje tutta regà!

Ps. Io lo capisco che un palo non sia semplice da ricevere, ma Carolina è riuscita a dimostrare la sua cafonaggine fino all’ultimo, negando persino il saluto ad un ragazzo che invece con lei ha sempre mostrato fin troppa educazione. E ora, Marì, facce la grazia e – nonostante il suo studiatissimo discorso sul “vero amore che mi auguro di trovare” non ce la piazzare a settembre sul trono. Tenc iu.

Video dalla puntata: Puntata intera –  Samantha, Alessio e la vita di coppiaMassimiliano, Vanessa e la vita di coppiaGiacomo e Carolina: i migliori momentiGiacomo e Martina: i migliori momentiEsterna di Giacomo e Martina, la mattinaEsterna di Giacomo e Carolina, la mattinaEsterna di Giacomo e Martina, il pomeriggioEsterna di Giacomo e Carolina, il pomeriggioEsterna di Giacomo e Martina, la seraEsterna di Giacomo e Carolina, la seraTina: “Giacomo non dar retta a Gemma…”I ringraziamenti di GiacomoGiacomo non sceglie CarolinaGiacomo sceglie Martina

Video inediti: Giacomo e Martina dopo la scelta“Non mi pento di niente”

COMMENTI