‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata del 18/02/21

Isa Febbraio 18, 2021

Uomini e Donne - Riccardo Guarnieri

Mamma mia ragazzi, oggi giornata di lutto nazionale, eh. Sono depressa. Non lo accetto. Non me ne faccio una ragione.

Dopo mesi, mesi e mesi passati a creare letteralmente il mito di Riccardone-one-one e ad immaginarlo pronto a ribaltare i letti di tutte le fortunate che avessero avuto modo di approcciarsi a lui (tranne Ida Platano perché, oh, Ida è ‘na palla al piede e ci sta che ti faccia passare anche la voglia di vivere, oltre a quella di bombare) si viene a scoprire che in realtà il buon Guarnieri dopo una fugace fase iniziale de fuego entra subito in modalità nonnino ottantenne col vestaglione di flanella e passa le serate ad abbracciarti ad accarezzarti e a dirti che ‘ti stima moltissimo‘ tipo Pina Fantozzi con Ugo.

No, Maria, questo non lo accetto. Non ce la faccio. Non mi capacito. Ma poi deprimente anche il fatto che chieda a Roberta Di Padua di mettersi in tiro, mettersi il tacco, vestirsi provocante… cioè, ma non siete manco fidanzati, vi vedete occasionalmente, se già così hai bisogno del tacco alto per farti venire i bollori dopo una relazione di anni che succede? Che la tua partner la saluterai col gomito come fai con i conoscenti ai tempi del Coronavirus?

Ok, scusate, ma ho passato anni a costruire il mito di Riccardone quindi questa parentesi ironica e minchiona dovete concedermela, però ora ho finito e divento seria.

Dunque, parliamoci chiaro, incentrare tutta la puntata sugli approcci sessuali di Riccardo con tanto di ironia, sfottò, Tina Cipollari che consiglia il sessuologo e Roberta che sbuffa e adotta quell’atteggiamento quasi di presa per il culo verso l’uomo che comunque sta frequentando, è stato una punta, ma giusto una puntina, squallido. E più che altro vale il solito discorso: se fosse stato un uomo a mettersi a centro studio e a dare più o meno velatamente della frigida ad una donna, se avesse adottato un atteggiamento di scherno ironizzando sul suo appetito sessuale e avesse adottato quel modo di fare da “oh, non mi far perder tempo, qui non si tromba quindi sbrighiamoci a chiudere” io credo che quell’uomo sarebbe stato, giustamente, ricoperto di critiche, tutti avremmo ribadito che le donne non sono dei meri giocattolini da letto e sono certa che nessuno avrebbe consigliato alla donna vittima di questo genere di ironia di andarsene da una sessuologa. Insomma, va bene tutto ma siamo pur sempre in tv, ci si sta un secondo a dare un’etichetta (e volente o nolente l’ho fatto anche io nell’incipit di questa opinione) quindi a occhio e croce direi che sarebbe stato meglio se si fosse posto fine al rapporto senza bisogno di specificare i motivi, o quantomeno facendolo con eleganza.

Tra l’altro mi ha pure fatto ridere (amaramente) come Queen Mary abbia clamorosamente cercato di rigirare la frittata dicendo che “ma no, Riccardo, si sta scherzando, è chiaro che è un problema che tu non hai quindi anche se Tina e Roberta ti stanno prendendo per il culo su Canale 5 da 20 minuti non devi prendertela, piuttosto qui chi si sta umiliano è Roberta che sta ammettendo di non piacerti abbastanza pur essendo innamorata di te quindi è lei che si sta umiliando“.

Cioè ma che cazzz… ma come ribalta i minestroni Queen Mary nessuno, vi giuro. Cioè NO, Roberta non si è umiliata proprio per niente perché mentre diceva “vabbé, magari conoscerai un’altra che ti piace di più” aveva stampato in faccia sempre il ghigno sarcastico, e comunque una donna innamorata non esporrebbe mai l’uomo che le piace a un’umiliazione simile (perché, oh, giratela come vi pare, ma è umiliante. Sentirsi giudicati, e per giunta sfottuti, sulla sfera intima è una roba atroce che io davvero mi levo il cappello davanti a Riccardo che è riuscito a mantenere calma e compostezza perché io al posto suo mi sarei alzata e me ne sarei andata già dopo 3 minuti).

Anyway, visto che ormai il dado è tratto e la questione è di pubblico dominio io direi che: se con Ida dopo poco tempo non c’era più passione e con Roberta dopo tempo non c’è più passione forse, semplicemente, non sono le persone giuste o forse, ancora più semplicemente, non tutti devono necessariamente intendere allo stesso modo la vita affettiva e sessuale. Sarebbe anche ora che si sfatasse questo mito che per essere una coppia affiatata sia essenziale saltarsi addosso ogni volta che ci si vede o comunque avere un numero minimo di rapporti sessuali giornalieri/settimanali/mensili come se ci fosse un cartellino da timbrare che ti dia la patente di coppia affiatata.

La sfera sentimentale è fatta di sesso ma è fatta anche di molto altro e, a prescindere dal caso specifico di sta gente uominiedonniana di cui mi frega ben poco, sarebbe anche bene che, in generale, la smettessimo di giudicare le relazioni in base a parametri predefiniti (non si sa da chi, poi) e che ognuno si sentisse libero di vivere le proprie storie come meglio crede, perché non è detto che ci sia più amore e più intesa tra due che passano le nottate a fare le capriole a letto e due che le passano vicini a vedere e commentare una serie tv mano nella mano.

Video della puntata: Puntata interaGemma: ”Maurizio non ha coraggio di prendere la decisione più vera”Uomini e Donne versione ”Il Segreto”, settima puntata – La fine?Roberta e Riccardo: il confrontoConfronto durissimoRoberta: ”Riccardo anche se non indosso i tacchi dovresti…” Maria: ”Riccardo parlare di mancanza di attrazione è penoso per Roberta..”Gianni: ”Perché pretendi da Roberta e non dai?” 

COMMENTI