‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata del 22/09/20

Isa 22 Settembre, 2020

Uomini e Donne - Beatrice

Ma cccccche carrrrrrrrrina questa Beatrice!

Ma proprio bella, bella, bella. Lasciamo stare la trashata di farla cantare a cappella davanti a un ragazzo che le piace (Queen Mary fa troppi programmi, si confonde, la prossima volta chiederà ad Armando Incarnato di aprire la busta) e lasciamo stare il fatto che se dovesse continuare ad avere spazio nel programma, tempo due mesi e mi diventerà una fescionblogghe con la bocca di gomma, le tette di gomma, le sopracciglia tatuate e il filtro Cute baby face fisso su Instagram (per chi non lo sapesse, trattasi di un filtro usatissimo che in pratica ti applica la chirurgia plastica al viso e ti fa delle mega labbra, occhi grandissimi e più chiari del tuo reale colore, zigomi iper definiti e in pratica trasforma tutte in delle piccole sorellastre di E.T.), però vista oggi, ancora non contaminata da tutto il poracciume nel quale potrebbe facilmente trovarsi assorbita tra 3, 2, 1, a me è sembrata proprio carina, una bella ventata di aria pulita!

Una ventenne che finalmente ha le sembianze di una ventenne (ciao Sophie Codegoni, caccia la carta di identità perché a meno che tu non sia imparentata con Benjamin Button mai crederò ai tuoi 18 anni), che si presenta in esterna con un look casual e che se magari scrive degli sms ‘infantili’, come aveva pensato Davide Donadei dopo il suo primo messaggio, lo fa perché, cazzo, ha 20 anni e può permettersi di non essere una fatalona né una donna vissuta.

Onestamente sono così PIENA di tutte queste ragazzine che giocano a fare le superdonne, tutte con drammi da raccontare alla prima uscita, tutte sostenute e artefatte, tutte con le risposte fighe e preconfezionate, tutte calatissime nel ruolo di corteggiatrici e cresciute a pane e Teresanna, che vedere uno squarcio di normalità mi ha creato quasi un brivido di commozione.

Brivido di orrore, invece, per Jessica Antonini la cui voce potrebbe tranquillamente essermi inflitta come pena alternativa all’ergastolo. Guardate, io non so se i rumors su una rottura immediata tra tra lei e Davide Lorusso siano veri, ma io PREGO che non siano veri, PREGO proprio perché se questa fosse stata davvero silurata in due ore, si presenterebbe il rischio concreto che le possano dare una seconda chance sul trono e io piuttosto che vedere ancora sta tizia sul trono sarei disposta a farmi un after dei troni di Samuele Mecucci e Marco Stabile. Ma piuttosto mi riguarderei in loop la Gem&George‘s story, ma io una puntata di più con la Antonini non la reggo.

Saccente, superba, irritante, convinta di essere stocazzo quando poi, parliamoci chiaro, si è fatta infinocchiare nel giro di un quarto d’ora dal Can Yaman pezzotto che tra l’altro, se solo non si fosse trovato sta polipona spalmata addosso già dalla prima esterna, probabilmente sarebbe uscito in esterna con Sophie ma pure con Valentina ciambellona Autiero, per dire.

Tutta ‘io sò io e voi non siete ncazzo‘, tutta ‘io sono la tronista, inchinatevi miei prodi‘, tutta donna vissuta che ha fatto mille esperienze e poi perdi la capoccia in tredici secondi per un mezzo sconosciuto col codino? Tutta ghetto girl che ‘a me non me la fa nessuno, ve magno, ve scortico‘ e poi i tuoi ‘5 minuti di televisione‘ (cit) li sprechi per fare la figura dell’esaurita che scoppia in lacrime per l’abbraccio di un passante con la mascherina?

Un abbraccio a Facundo La Bella che non si voleva scrostare dal seggiolone manco sotto tortura e che purtroppo non è furbo come pensa perché se furbo fosse stato avrebbe agito come Moreno Napoli e di fronte alle eliminazioni di massa delle troniste avrebbe chiesto astutamente di passare nel parterre over dove quelle infoiatone delle dame non buttano via niente e lo avrebbero accolto come un cane affamato accoglierebbe una braciola al sangue.

Quel Nicola Mazzitelli ha scritto una lettera a Carlotta Savorelli che probabilmente ci sarebbe risultata più comprensibile se l’avesse scritta Facundo in spagnolo, ma comunque di tutto quel quartetto non salvo nessuno: lui che per farsi bello con una donna ne smerda un’altra e a quarant’anni ha bisogno di prendersi l’ostia e farsi la comunione dopo aver ricevuto una proposta sessuale, Roberta Di Padua che pare quella compagna di classe spiona che racconta sempre tutto alla maestra, Carlotta che prima chiede a Nicola di leggere la lettera perché sa che sarà piena di complimenti per lei ma allo stesso tempo sa già benissimo che alla fine lo sfanculerà e Valentina Dartavilla Lupi che pur di trombare stava passando sopra il fatto che per una puntata intera l’abbiano fatta passare per la darlavìa della situazione.

Video della puntata: Puntata intera Tina: “Paolo volevi baciare Gemma? Forza, baciala!” Tina: “Nicola vergognati!”La lettera di NicolaMaria: “Facundo te ne devi andare”Davide e i messaggi di BeatriceEsterna di Davide e BeatriceBeatrice canta per DavideMaria: “Sei già di fronte ad una scelta?”Moreno diventa cavaliereUna bachata per rompere il ghiaccio 

COMMENTI