‘Amici di Maria De Filippi’, l’ex ballerino Valerio Pino racconta in un libro l’amore hot con un altro ex protagonista del programma

Di Martina - 20 maggio 2018 09:05:49

Valerio Pino - Flavio Iacones

È del giornalista e scrittore Flavio Iacones la prefazione del libro L’amore in camerino dell’ex ballerino di Amici di Maria De Filippi Valerio Pino. Il libro, acquistabile nella versione e-book su Amazon e in diverse librerie di Roma e di Milano, è un self-publishing in cui il ballerino cosentino ha deciso di svelare i retroscena della sua storia d’amore con Marcus Bellamy, balzato agli onori della cronaca nera due anni fa per aver ucciso il nuovo compagno a New York. Contrariamente a questo avvenimento Valerio nel suo racconto autobiografico ci ha tenuto a delinearne un profilo diverso, e dalle pagine del libro infatti si legge:

Eravamo innamorati, stavamo insieme 24 ore su 24, io nel 2010 dormivo al residence insieme a lui […] purtroppo questa persona in questo momento – e io son stato malissimo per questo – è in carcere perché ha ucciso il suo compagno due anni fa. […] Marcus faceva parte del corpo di ballo di Daniel Ezralow: noi ci siamo amati e ci siamo voluti molto bene. In quel momento ho conosciuto un ragazzo dolce, oltre che bellissimo, creativo ma anche educato.

Flavio Iacones nella prefazione ha aggiunto : “L’amore è amore, sempre, con tutte le sue sfaccettature. Quando iniziamo ad amare qualcuno scegliamo di intraprendere un percorso di vita insieme ad un’altra persona, un’altro Io, indipendentemente dal tempo che dura, ma soprattutto indipendentemente dal passato, e dal futuro. Non possiamo sapere a priori cosa è stato e cosa sarà. L’amore si consuma nel qui e nell’ora. L’amore è nel momento in cui due “Io”diventano “Noi”, e non vi è più traccia alcuna di quello che siamo stati.”

Qui di seguito vi proponiamo inoltre anche qualche estratto decisamente più hot del libro:

Nelle ore seguenti non feci altro che pensare a lui: avevo ancora il suo volto davanti a me, ero rimasto ipnotizzato dai suoi bellissimi occhi che avevano brillato quando mi aveva rivolto quel lungo e sensuale sguardo, mentre il suo sorriso si era impresso nella mia mente. Immaginavo le sue labbra carnose e perfette, e al solo pensiero mi diventava subito duro; la sua pelle scura e speziata era in grado di farmi ribollire il sangue, ed in pochi secondi era riuscito a trasmettermi sensazioni che non avevo mai provato al primo sguardo.

E ancora:

Morivo dalla voglia di baciare quelle sue labbra così belle, desideravo sentire il suo odore, assaporarlo, toccargli le mani, accarezzare i suoi capelli, baciargli le orecchie e il naso. Volevo stringerlo a me, abbracciarlo perdendomi totalmente dentro di lui, fremevo all’idea di affondare il mio cazzo nel suo culo di marmo: ero affamato e voglioso, lo desideravo in qualsiasi posizione possibile, e dovevo averlo in quell’istante. Era impossibile rilassarmi, coi testicoli che si scaldavano sempre più e la mia erezione che premeva nelle mutande.

A seguire anche la copertina de L’amore in camerino, e una foto di Flavio in compagnia di Valerio:

Cosa ne pensate?