Fabrizio Corona a ‘Verissimo’: “Belen Rodriguez è stata la storia più importante della mia vita, più di un matrimonio. Nina Moric al ‘Gf 15’? Pietosa!”

Di Franci - 26 maggio 2018 14:05:26

Fabrizio Corona e Silvia Toffanin

Andrà in onda oggi pomeriggio, a Verissimo, su Canale 5, la prima intervista di Fabrizio Corona dopo la lunga carcerazione che l’ha visto protagonista. L’ex re dei paparazzi si è raccontato a Silvia Toffanin come un fiume in piena, ha parlato della sua vita, dei suoi amori, della sua detenzione e anche di suo figlio, che è colui che più gli è mancato in carcere, ma ha anche smentito la rottura definitiva con la compagna Silvia Provvedi, la gemella mora del duo Le Donatella:

Non sono cambiato. Provo rabbia e covo una vendetta che avrò. Vorrei trovare una stabilità, anche con Silvia. Lei si aspettava grandi cose e io l’ho delusa. E quando succede, un po’ ci si disinnamora e un po’ si perde la stima. Se le chiedessi di sposarmi, mi direbbe di no in questo momento, ma ora sto cercando di riconquistarla e farò di tutto.

Inevitabile è stato parlare anche delle sue precedenti relazioni, come quella con la showgirl argentina Belen Rodriguez e la modella croata Nina Moric:

Tra le storie passate, quella con Belen è la storia più importante della mia vita, un amore folle e spericolato, ci legherà sempre un grande affetto. E’ stato più di un matrimonio. Più di Nina. Andrea Iannone? Quando lo vedo nelle foto, ogni tanto mi confondo e penso di essere io.

A Corona non è per nulla piaciuto l’intervento della Moric al Grande Fratello 15 delle scorse settimane, tanto da definirlo con i peggiori aggettivi:

Pietoso! Vergognoso! Si è fatta strumentalizzare. Prima di questa apparizione mi ero ripromesso di aiutarla. Ora non le risponderò mai più al telefono. Questo tipo di dolore non si strumentalizza.

Infine, Fabrizio ha raccontato la sua sofferenza più grande durante la detenzione, ma ha anche esternato la sua soddisfazione dal punto di vista lavorativo:

L’impotenza del non poter chiamare tuo figlio quando sta male e del non esistere. […] Da Opera ho fatturato più di due milioni di euro. Ho fatturato dalla galera. Nel mio lavoro sono un genio, come Maradona con il piede sinistro.

Che ne pensate delle sue parole?