‘Amici 19’, Javier Rojas dopo la vittoria nella categoria ballo: “Ho sbagliato tante volte, ma…”

Luana 6 Aprile, 2020

Javier Rojas

E’ stato uno dei protagonisti assoluti della diciannovesima edizione di Amici di Maria De Filippi che si è conclusa venerdì scorso con la vittoria della cantante Gaia Gozzi; stiamo parlando del ballerino cubano Javier Rojas che si è aggiudicato invece il titolo di vincitore della categoria danza e il Premio Tim della critica per un valore di 50.000 euro. A pochi giorni dalla messa in onda della finale il ballerino con un post su Instagram ha voluto dire la sua in merito alla sua esperienza e al suo percorso fatto di alti e di bassi nella scuola di Amici:

Ho sbagliato tante volte, e ce ne saranno alcune altre, in questo ultimo periodo della mia vita ho imparato che gli errori ti fanno crescere, che non siamo perfetti e che dobbiamo sempre ascoltare, ascoltare a tutti, negativi e positivi. Ho imparato che nella vita a volte vinci e a volte perdi, ma non puoi arrenderti e lasciare tutto così, non puoi mollare, non puoi andartene, devi restare e lavorare ancora di più. Amici è stato un libro di valori per me, libro pieno di momenti brutti ma anche di momenti bellissimi, momenti speciali, un libro pieno di emozioni, un viaggio dove hai l’opportunità di lavorare e l’opportunità di conoscere tante persone belle che ti aiutano e ti spingono ogni giorno. Amici è un grande viaggio dove puoi scoprirti, dove puoi mostrare chi sei a te stesso e a milioni di persone

Javier ha voluto ringraziare la padrona di casa Maria De Filippi e la produzione per  “la pazienza, per portare avanti la danza, la musica e il talento di giovani che hanno voglia di imparare e hanno un sogno” oltre a tutti i professori di ballo e in particolare Alessandra Celentano e a tutti i ballerini professionisti che lo hanno accompagnato in questo percorso:

Grazie a tutti i ballerini professionisti e maestri, ragazzi siete tutti tutti belli, una famiglia umile e talentuosa, ho imparato tanto con voi, grazie per tutto l’aiuto e per la bella energia sempre in sala e sul palco! Vi voglio bene!! Grazie Alessandra Celentano per i consigli e aver creduto in me sempre, grazie davvero maestra!

Mentre un ringraziamento speciale è andato anche a Giuliano Peparini per avergli permesso, grazie alle sue coreografie, di realizzare un sogno:

Giuliano Peparini grazie per tutto, per i quadri bellissimi e la tua danza, sei un genio, sei un perfezionista, gran persona, gran artista, tutto quello che fa è qualcosa di bello, grazie per farmi vivere tante emozioni e farmi sognare a me e a tutte le persone che guardano a casa!

Il ballerino ha poi voluto commentare la sua vittoria nella categoria danza ringraziando tutti coloro che lo hanno votato e sostenuto, nonostante i momenti di difficoltà:

Questa vittoria è la spinta per continuare a lavorare ancora di più, per essere più disciplinato con la mia carriera, per continuare a sbagliare, imparare e migliorare!!! Grazie all’Italia e anche a tutti i cubani che mi guardavano e mi appoggiavano ogni giorno! Grazie davvero dal cuore, grazie a tutte le persone che mi hanno votato, che hanno creduto in me e mi hanno sostenuto sempre, tutti quelli che mi hanno dato forza, consigli o mi hanno chiesto qualcosa qualche volta, tutti quelli che non hanno smesso mai di credere in me nei brutti momenti e mi hanno tirato su tante volte! I miei fans, i miei amici, professori, la mia famiglia, tutta questa vittoria è nostra, abbiamo vinto insieme!

E ha voluto anche incoraggiare tutti gli italiani e non per il momento complicato che stanno affrontando a causa dell’emergenza Coronavirus, prendendo in prestito le parole con cui Alberto Urso ha aperto la finale della scorsa settimana:

Forza Italia, forza tutti, siamo in un momento difficile, il mondo sta veramente male, dobbiamo essere disciplinati, rispettiamo le norme, restiamo a casa, dobbiamo fare questi sacrifici per il bene di noi, di tutti, per il bene mondiale. Parole veramente speciali di Alberto Urso “Mi auguro con tutto il cuore che questa coppa non rappresenti la fine di un percorso di uno di voi, né la vittoria, ma mi auguro che sia l’inizio di un cambiamento per tutti. Una coppa che rappresenti una vittoria che verrà per tutti, per tutte le persone che sono a casa, per quelli che non stanno bene e stanno combattendo con tutte le loro forze, per i familiari che non possono stargli vicino, per i medici che li curano, per gli infermieri, per i ricercatori che sono fondamentali in questo momento, per la protezione civile e per tutti”.

E voi cosa ne pensate delle sue parole?

COMMENTI