Amici 20: l’opinione di Isa sulla terza puntata

Isa Aprile 4, 2021

Ero convinta che il giorno dell’eliminazione di Rosa Di Grazia sarebbe stato per me un giorno di gioia e gaudio assoluto e invece no, invece la più sacrosanta eliminazione di questo serale, quella che attendevo con ansia e impazienza, non me la sono goduta manco un po’ perché l’umore mi si era già irrimediabilmente guastato ore prima, al momento dell’eliminazione di Tommaso Stanzani.

Io sono inorridita, vi giuro che sono inorridita. Inorridita per un’eliminazione assolutamente ingiusta, inorridita per delle professioniste, in questo caso Arisa e Lorella Cuccarini, che fanno le strategie sulla pelle di ragazzini che inseguono il loro sogno e piazzano a rischio eliminazione i tre più forti solo per assicurarsi di farne fuori almeno uno, inorridita per una giuria indegna, talmente indegna che l’elemento più credibile finisce per essere Emanuele Filiberto.

Tommaso non avrebbe vinto il programma e probabilmente nemmeno il circuito ballo, ma vederlo uscire alla terza puntata mentre un Deddy o una Martina Miliddi o un Raffaele Renda rimangono in gara è veramente inaccettabile in quella che, a questo punto teoricamente, dovrebbe essere una gara di talenti.

Intanto vi dico subito che, PER ME, tra i tre a rischio e cioè Tommaso, Enula e Sangiovanni il più scarso era Sangio e onestamente avrei fatto uscire lui. Le sue canzoni mi piacciono, le canticchio con piacere, trovo abbia diversi spunti di originalità e fuori dal programma, per quello che è il suo target, se prenderà le scelte giuste e verrà ben consigliato, potrà fare una bella carriera, ma Amici è , appunto, una gara di talenti e in quella gara il più debole per me era lui.

Dovendo poi scegliere tra Enula e Tommaso anche qui avrei salvato Stanzani perché Enula, che è bravissima, corre effettivamente il rischio di ‘annoiare’ mentre Tommaso era proprio quell’allievo in crescita che era un piacere vedere ogni volta alla prova con sfide diverse, che era sempre capace di superare in maniera soddisfacente. Tra i tre a rischio, quindi, lui è proprio il primo che avrei salvato.

Ma di fondo il vero problema è intanto che le care CuccArisa, se come obiettivo primario hanno di premiare i talenti di questi giovani e non quello di vincere indirettamente il programma e scriverselo nel curriculum, in nomination avrebbero dovuto mettere Deddy che era oggettivamente il meno talentuoso della squadra e quello che più meritava di uscire. E badate bene che lo dico senza alcuna antipatia per Deddy che umanamente mi sta simpaticissimo e di cui apprezzo molto anche la crescita artistica (bravissimo e sorprendente ieri nella sua prima performance), però c’è un’oggettività per cui lui è meno dotato di Tommaso, di Enula, di Serena Marchese e meno ‘di impatto’ rispetto a Sangiovanni quindi io da due signore adulte, che hanno tra le mani le potenziali carriere di ragazzini appena maggiorenni, mi aspetto delle scelte ponderate e volte a salvaguardare chi è più talentuoso, e invece no, a quanto pare l’importante è ‘vincere’, con qualunque mezzo.

E ancora prima delle Cuccarisa il problema è della giuria, quella giuria che con delle votazioni RIDICOLE, condiziona poi l’esito delle sfide e di conseguenza mette a rischio di eliminazione i ragazzi. Ieri abbiamo sentito Stash Fiordispino premiare Martina contro Serena con la motivazione che la Cuccarini era stata brava a pensare a quella imponente scenografia per il burlesque nascondendo così i problemi tecnici della sua allieva. Cioè, capito? Stash ha dato il punto a Martina perché la Cuccarini l’ha paraculata bene. Glielo spiegate voi o glielo devo spiegare io che lui è lì per giudicare le doti artistiche dei ragazzi e non le doti da paraculi dei professori?

E peggio ancora ha fatto Stefano De Martino che ad un Emanuele Filiberto che aveva dato il punto a Serena ha detto: “tu mi vuoi dire che tra una serata a vedere il balletto e una a vedere il burlesque vedresti il balletto?“… ma che cazzo di discorso è, scusatemi?

A parte che quello che teoricamente dovrebbe essere un ballerino dovrebbe essere parecchio interessato ad andare a vedere un balletto, ma poi mica qui stiamo ragionando di dove devi andare a trascorrere il sabato sera con gli amici per cui balletto NOT donna in guepiere TOP, qui stiamo ragionando sul votare chi è più brava tra due ragazze che hanno fatto una performance, e che la motivazione del tuo voto sia che la ragazzetta col corpetto succinto abbia attirato maggiormente la tua attenzione è roba da far accapponare la pelle. Cioè nella sfida tra Tommaso e Alessandro Cavallo voti (giustamente) la tecnica e fai vincere Alessandro, di fronte a un burlesque, però, la tecnica passa magicamente in secondo piano e la povera Serena se la piglia in saccoccia.

Se queste sono le motivazioni del ‘ballerino’ De Martino allora aridateci subito la Ferilli che votava questo o quello solo in base al livello di gnoccagine, che magari ancora Tommaso sarebbe dentro.

No, guardate, davvero, io non ho parole, non ho proprio parole. Le carriere di questi ragazzini messe in mano a gente senza un minimo di competenza. Il fatto che Filiberto finisca per essere il meno peggio penso che sia davvero la misura di tutto. Di tutto.

Tommy, mi dispiace davvero tanto perché avresti meritato ancora un po’ di spazio e ancora un po’ di visibilità, ma sei un ragazzo dolcissimo, educato, divertente e leale e io vivo nella convinzione che alle brave persone a lungo andare debbano capitare cose belle, per cui quelle cose belle io te le auguro tutte. In bocca al lupo per ogni cosa, davvero.

Altre considerazioni sparse sulla puntata:

– vi ricordate Elisa che nei serali per ogni prova, anche quelle di cucina, per dire, schierava sempre Stash e The Kolors? Ecco, Arisa fa uguale con Raffaele. Che tracollo brutto che abbiamo avuto. Raffaele ha l’incredibile dote di farmi sempre preferire il suo antagonista, io penso seriamente che tra lui ed Elisabetta Gregoraci che canta I will always love you seduta sul letto della stanza arancione, voterei EliGreg. Comunque spero sia uno dei prossimi a uscire sia perché, appunto, non mi garba, sia perché vorrò ammirare il panico sul volto di Arisona ogni volta che non potrà schierarlo a caso.

– il fatto che la squadra di Anna Pettinelli e Veronica Peparini si esibisca sempre dopo le undici di sera per me è l’ennesima ingiustizia e l’ennesima NON equità di trattamento. Cioè mentre Raffaele aveva già cantato tre canzoni Aka7Even era ancora seduto sul trespolo a schiacciarsi i punti neri. Ma poi c’è una bella differenza di visibilità tra cantare in prima serata quando c’è collegato il massimo numero di spettatori e cantare in seconda serata quando parte del pubblico è già nella fase rem. Io credo che i miei genitori, che abitualmente alle 23.30 spengono e vanno a letto, manco lo sappiano che nella scuola di Amici ci sono Aka, Samuele Barbetta e Giulia Stabile, ditemi se è normale.

Aka è uno dei miei preferiti ma in questo serale non sta riuscendo affatto a venire fuori e mi dispiace tantissimo. Assegnargli Rapide di Mahmood l’ho trovata una scelta kamikaze e a giudicare anche dagli ultimi daytime la puzza che possa essere lui la prossima vittima designata si fa sempre più insistente. Spero non sia così, spero che quantomeno abbia modo e tempo di venir fuori per le qualità che ha. E se poi i giudici iniziassero a premiarlo almeno quando lo merita (vedi la sfida contro Sangio in cui Aka fu splendido nella performance al piano) magari potrebbe essere un inizio. Se uscirà alla prossima compio un insano gesto, ve lo dico.

– il ballottaggio finale tra Deddy e Rosa Di Grazia è stata forse la cosa più surreale e meravigliosamente trash che Queen Mary ci abbia regalato dai tempi delle puntate in prima serata per la lettera di Gems a George. Entrambi si esibivano in lacrime, in casetta occhi gonfi e sguardi malinconici al cielo stellato, abbracci umidi e struggenti… io ho ADORATO. Io pretendo che questo trash non vada perso, come minimo li voglio entrambi nella prossima edizione di Temptation Island perché sento che qui potremmo replicare, o addirittura superare, i tempi d’oro di Lenticchio o quelli in cui SaVVo Di Carlo in preda alle sofferenze d’amore si buttava in un centimetro d’acqua per raggiungere la sua Teresa Cilia

Rosa, Deddy il futuro del trash siete voiiiii, siete voiiiiiiii!!!!!

– l’eliminazione di Rosa ha fatto in parte riallineare i pianeti e ha portato un pizzico di giustizia in più sulla terra. Guarda, Rosa, io non penso che il ballo sia il tuo futuro, trovo più facile che tu possa sfondare partecipando, chessò, a Masterchef, ma se proprio vuoi provarci lo stesso e ad ogni costo io ti consiglio di partire dal primo gradino, il più importante per salire tutta la scala: l’umiltà. L’umiltà, tesoro mio. Perché è vero che anche gente non dotatissima e imperfetta ce l’ha fatta, ma in quei casi quello che non ti ha dato madre natura lo sopperisci con il carattere e l’abnegazione. E con l’umiltà. L’umiltà, amò. Perché la presunzione non porta mai a niente. E la convinzione, quella è anche peggio.  Si dice proprio che ‘la convinzione fotte la gente‘, e credo che a questo punto tu ne sappia più di qualcosa. Bacioni.

COMMENTI