Amici 21, Alessandra Celentano e Rudy Zerbi svelano qual è il segreto del talent di Maria De Filippi

La maestra replica anche a chi la accusa di body shaming

Carola Aprile 13, 2022

Alessandra Celentano e Rudy Zerbi sono i prof più temuti di Amici 21, ma loro ne hanno fatto un vanto negli anni. I due insegnanti, nel serale del talent show condotto da Maria De Filippi fanno coppia fissa.

Intervistati dal settimanale Chi, i due insegnanti hanno raccontato come si trovano in questo ruolo di “cattivi delle favole” e non hanno mostrato nessun tentennamento:

Nessuno! Io e Rudy, credo, siamo affini, siamo dritti, onesti, non abbiamo paura di dire le cose come stanno. Non facciamo i buonisti, ho sempre avuto la sensazione che chi va in tv deve essere, pardon, deve fare il buono per forza. Dire le cose come stanno per me è, invece, nei confronti dei ragazzi una forma di rispetto. Capita che io venga accusata di fare body shaming. Non capisco perché: un fantino non può pesare un grammo in più, sennò non fa la gara. Mentre nella danza, se uno dice le cose come stanno, allora fa del male. È molto più facile fare i complimenti ai ragazzi».

Rudy. «Alla fine credo che la vera cattiveria sia illudere i ragazzi, noi siamo chiamati a esprimere delle opinioni e lo facciamo. Quei “no”, quei giudizi tranchant rappresentano il mondo com’è fuori, che non ti riserva certo illusioni e carezze. Personalmente, poi, odio quando sento dire cose tipo: “Guarda ti dico no, ma vedrai che fuori andrà benissimo…”. Ma che significa? A noi, più che avere un applauso in più, interessa che i ragazzi negli anni a venire, ci dicano: “Però sa, maestra, sa Rudy (ad Ale danno del lei, a me del tu), quei no che mi facevano tanto incavolare nel programma, sono quelli che mi sono serviti di più”».

Rudy e Alessandra, però, nel corso del serale hanno dimostrato di avere anche uno spiccato senso dell’umorismo, che sta emergendo soprattutto negli ormai immancabili guanti di sfida tra prof in cui si confrontano con Lorella Cuccarini e Raimondo Todaro:

Rudy. «Credo che queste prove che stiamo facendo mettano in evidenza le mie grandi capacità. Così prima mi domando come mai non sono in sfida con Michele, per esempio, e poi, però, mi ricordo che sono un professore. Ecco, vincerei facile».

Alessandra. «Credo che a un certo punto sia importante anche sapersi prendere in giro e giocare, soprattutto in momenti drammatici come questi forse c’è proprio bisogno di evadere».

E a proposito della Cuccarini e di Todaro, ribattezzati come i CuccaTodo:

Rudy. «Ah, io li chiamo i “Cucca Todo”, sempre sorridenti, ma fortemente competitivi».

Alessandra. «Abbiamo pareri diversi, visioni diverse, esperienze diverse, se sento certe cose mi parte… Però, di fondo c’è rispetto. Discutiamo? Ma non sono morbida…».

Parlando di errori del passato, invece, Alessandra ha confermato di non avere mai sbagliato, mentre Rudy ha ribadito che il suo unico errore è stato quello di non riconoscere subito il grande talento di Emma Marrone:

Alessandra. No, mai, a parte il fatto che la storia mi dà ragione, a chi che ho detto: “Farai il ballerino”, ora fa il ballerino e viceversa… Ma non mi sono mai pentita perché sono onesta e sincera e agisco a fin di bene: anche se sono dura, sono in pace con me stessa».

Rudy. «Non ho fatto grandi errori, né da discografico, né da prof, un piccolo errore di valutazione che posso avere fatto è stato quello di non riconoscere immediatamente il talento di Emma, questo lo ammetto. All’epoca venivo come discografico ad Amici, ero presidente della Sony, non la capii subito e non scelsi di lavorare con lei, è un errore che riconosco. Altri non lo direbbero, magari, ma quello, sì, è un errore che ho fatto».

Infine Rudy Zerbi ha svelato qual è secondo lui il segreto del successo di Amici:

Ma guardi che cosa semplice e intelligente ha fatto Maria qui ad Amici: ha messo al centro i ragazzi e il talento dei ragazzi. E ha capito che nell’ascolto di questi ultimi – nessuno come lei sa ascoltare – c’è la chiave per portare loro al successo e per fare un buon programma. Ci faccia caso, in tutti gli altri talent i giudici sono i protagonisti e il talento è, al massimo, la ciliegina sulla torta. Maria fa la differenza. E aggiungo un dettaglio: i ragazzi non hanno alcun contratto, quando escono dalla trasmissione possono fare quello che vogliono, sono liberi di volare.

COMMENTI