Amici 21, Serena Carella e Dario Schirone crollano dopo le ennesime critiche di Alessandra Celentano

Michele Esposito, pur trovandosi d’accordo con la maestra, ha cercato di confortare il compagno

Linda Aprile 19, 2022

Durante il daytime di Amici appena andato in onda su Canale 5, Serena Carella e Dario Schirone hanno vissuto un profondo momento di sconforto.

Come sempre, artefice dei loro momenti di crisi, la maestra Celentano che si diletta durante la settimana a consegnare loro guanti di sfida volti ad esaltare i suoi allievi, scopo del programma.

Maria de Filippi ha convocato gli allievi in saletta per comunicare loro le coreografie che dovranno affrontare durante la prossima puntata del serale. La Celentano ha consegnato prima una lettera alla Carella. Qui si è detta dispiaciuta di aver ascoltato parole uscite dalla sua bocca. Serena infatti, durante un momento di alti e bassi, aveva detto che la professoressa di ballo “non capiva un caz*o!” La Celentano ha proseguito spiegando che a detta sua, la giovane ballerina non avrebbe mai potuto raggiungere il suo sogno a causa del suo fisico robusto.

La Carella è scoppiata in lacrime e Albe ha provato a consolarla in ogni modo. “Così è proprio brutto, le ha detto non lavorerai mai nel ballo per il tuo fisico!” ha tuonato LDA. L’allieva era un fiume in piena:

Non è proprio così, anzi secondo me è il contrario. Mi da fastidio che parla sempre delle solite cose, del fisico. Sono stanca. Fa piacere che dica tante altre cose… la personalità e le altre cose che ha detto, però questo no. Le altre cose sono un controsenso. Ho personalità, movimento, son brava ma non ho il fisico. Quindi non posso lavorare in compagnie di alti livelli.

Per Dario non era necessario essere così schietti nei confronti della sua compagna di avventura.

E’ stato poi il turno di Dario Schirone al quale la coach ha dato dello “spocchioso” e del “limitato”. “Non sei un adone fisicamente, per tutto il lavoro che fai non sei nemmeno tonico, probabilmente lavori male!” ha esordito così la Celentano. Per la prof di ballo, l’allievo vive in un piccolo mondo in cui la versatilità sia fare tutto fatto male, purché sia fatto. “Non hai abbastanza conoscenza per capire, ma almeno non fare il saccente. Sii umile, fatti aiutare perché ne hai bisogno!” ha concluso la Celentano.

Dario ha accusato palesemente il colpo, sfogandosi con la padrona di casa:

Se difendere il ballerino che sono significa non essere umili ha una visione distorta dell’umiltà. Sul fisico non voglio dire niente. Credo che siano inutili questi guanti perché alla fine io e Michele siamo due mondi completamenti opposti. Secondo me non si fa e basta. Lo faccio perché non ho mai rifiutato male. Non credo lo farò male ma tanto la mia parola vale poco. Rimango delle mie convinzioni anche se vengono abbattute. Devo fare tanta esperienza, a 17 anni sono entrato qui e ora ne ho 18.

Michele ha approfittato per dire a Schirone di non dare troppo peso alle parole della maestra:

Non ti devi preoccupare della tua statura, o delle tue proporzioni, perché ci sono tanti ballerini che ce l’hanno fatta. Ci sono tante compagnie che vogliono determinate proporzioni. Ma ci sono compagnie in tutto il mondo in cui ci sono ballerini come te. Non è che non ce la farai.

Dario ha accolto le parole del compagno di viaggio, lasciandosi andare in un lungo abbraccio.

 

COMMENTI