Amici 22, Raimondo Todaro duro contro Mattia Zenzola: “Mi hai mancato di rispetto”

Il maestro ha chiosato: “Se vuoi diventare un ballerino serio…”

Renata Gennaio 19, 2023

Mattia Zenzola ha ricevuto una strigliata dal maestro Raimondo Todaro, dopo che il ballerino di Amici 22 ha scelto di fare una lezione con Alessandra Celentano.

L’allievo, però, non lo aveva comunicato al suo professore, che l’ha scoperto in puntata, quando è stato mostrato il filmato. A seguito della lezione con la Celentano, Mattia ha ricevuto un compito dalla docente:

Mattia, ormai avrai capito che sono testarda. Ti consegno un altro compito. Non sarà latino puro ma contaminato da me. Lo scopo però è sempre lo stesso: vederti sicuro, convinto, maschio e adulto, almeno quando balli! Ci sarà qualche difficoltà in più a livello di passi, non voglio mai più vederti traballare nelle piroquettes quando fai latino e sempre! Sono certa, però, che fare questo lavoro servirà anche a te come persona, ti aiuterà a sentirti più consapevole, più protetto e tranquillo a forza di fare, fare, fare, andando a fondo nella danza e nella vita. Mi aspetto totale collaborazione! E se riuscirai a superare, almeno un po’, i tuoi ostacoli, vedrai quanto apprezzerai, capirai e sarai molto più felice! Diversamente, se non farai progressi, capirò che non c’è niente da fare! Sarebbe un vero peccato!

Il ballerino si è detto favorevole nell’eseguire il compito a lui assegnato, spiegando a Todaro:

Ti dico come la penso io: a me piace sperimentare. Sono qui per questo e ho la possibilità di farlo. Quindi a me piace l’idea, perché no. E’ carina come cosa. Qui ci sono dei saltini alla fine, quindi già ci può stre di più il fatto di stare a piedi scalzi perché con le scarpe da latino non posso fare quelle cose. E’ anche vero che non posso fare altre cose scalzo, però, mettendolo sulla bilancia, meglio farlo scalzo.

Il maestro di latino, però, ha redarguito il suo alunno, che spesso non ha ascoltato i suoi suggerimenti:

Io non ho nulla in contrario, non ho nulla contro i compiti. Ti consiglierei di evitare i piedi scalzi per il semplice fatto che comunque ci abbiamo già giocato con questo piede e il serale arriva. Non ti cambia la vita stare a piede scalzo o meno. Tu sei un latinista. Però ho capito che tanto fai come vuoi.

Raimondo è quindi tornato sulla scelta di Mattia di chiedere una lezione alla maestra Celentano: “La settimana scorsa quando hai chiesto di fare lezione con la maestra, hai fatto come hai voluto o lo hai chiesto a me? Il pensiero di parlarne con me ti è balenato oppure no?“. Zenzola ha quindi replicato: “Ma semplicemente per il fatto che con te parlo spesso, ci sei quasi sempre alle lezioni, quindi volevo un parere di un altro insegnante che comunque è presente in questa scuola e io francamente la stimo come insegnante“.

A Todaro non è proprio andata giù il fatto di non esserne stato informato:

Ogni insegnante ti può dare qualcosa, io non discuto il fatto che ti possa essere servito oppure no, anzi, la maestra ha fatto il possibile per darti una mano. Il nocciolo della questione è perché non ne hai parlato con me. Tu ci hai pensato: “Magari Raimondo non è d’accordo? Gli può dar fastidio?” Cioè secondo te è normale che io lo devo scoprire dalla televisione? Sono uno spettatore io?

Non ti sembra una mancanza di rispetto?“, ha chiesto il professore. “Non ci ho pensato“, ha risposto Mattia. Allora Raimondo ha sottolineato:

Ho fatto per te tante cose, perché l’anno scorso abbiamo lavorato insieme, perché qualsiasi altra persona, dopo alcuni tuoi comportamenti, ti avrebbe mandato a casa a calci nel c*lo. Io penso che un minimo il pensiero di parlarne con me ce lo dovresti avere. Se non ce l’hai è grave. Io non ti sto dicendo che tu l’hai fatto con cattiveria. Il problema non è la lezione di per sé, anche se io ti potrei dire “Certo, se tu pensi di farti aiutare nei latini dalla maestra…per me qualche problema c’è“. Per quanto riguarda quel lavoro che avete fatto, io non ti potevo aiutare?

Il maestro ha redarguito l’alunno, troppo concentrato nel migliorare aspetti secondari, come il suo look, anziché prestare attenzione al vero problema: il tempo, che continua a sbagliare.

E’ un’anno e mezzo che ti dico “sei forte, ma dal punto di vista ritmico hai problemi“. D’altra parte vedo che tu, invece di sistemare il problema del tempo, ti metti l’olio, chiedi lezioni alla ca**o di cane, stai pensando alle facce, al look…Se vuoi diventare un ballerino serio devi sistemare sto cavolo di tempo. Che ca**o vogliamo fare? Vogliamo fare lezione con la maestra? O vorresti andare a tempo quando balli? A me viene da vomitare. Se non l’hai capito è ancora più grave. Siccome tu decidi di testa tua, io non so più cosa dirti. Come la devo prendere? Ti devi svegliare, perché nella vita non funziona così.

Adesso sta a te. Vuoi fare il compito? Fai il compito. Se hai altre distrazioni, non ti aiuti. Quando vedo che perdi tempo una settimana a fare quelle ca**ate, se poi arrivi in puntata e balli fuori tempo io mi inca**o“, ha concluso Todaro.

COMMENTI