Beatrice Valli confessa quali sono i commenti che più la feriscono e qual è la parte del suo corpo che non le piace

L'ex corteggiatrice di Uomini e Donne afferma anche di trovare diseducativa la corsa a rimettersi in forma dopo le gravidanze

Isa Giugno 30, 2021

Beatrice Valli

Ex corteggiatrice di Uomini e Donne, scelta di Marco Fantini, sua attuale compagna, mamma di Alessandro (avuto dalla precedente relazione con Nicolas Bovi), di Bianca e Azzurra (avute dall’ex tronista), ed influencer da 2,7 milioni di follower, Beatrice Valli nelle scorse ore è stata intervistata da Vanity Fair per parlare del movimento di body positive di cui si fa promotrice sui suoi seguitissimi social.

La Valli il 28 giugno ha lanciato Time to train with Beatrice Valli, programma di fitness sulla piattaforma LIVENow, e proprio in questa occasione ha avuto modo di parlare del suo rapporto  con la forma fisica. L’ex corteggiatrice ha raccontato di amare lo sport perché le porta buonumore e benessere psicofisico ma la forma fisica non è un’ossessione tanto che sui social si è sempre mostrata con tutte le sue imperfezioni: “Ho avuto 3 bambini sono felice, trovo diseducativa la corsa al rimettersi in forma di alcune mie colleghe. Godiamoci ogni fase della nostra vita senza ansie!“, ha affermato Beatrice.

A proposito dei commenti cattivi che colpiscono anche lei nel web, l’influencer ha confessato:

Quelli che mi feriscono di più sono sulla mia famiglia e sui miei figli o quando le persone senza sapere si permettono di giudicare il mio modo di essere mamma. So che fa parte del gioco e cerco di non prendermela, sono una ragazza forte, ma non invincibile se si tratta dei miei bimbi. Quando invece fanno dei commenti sgradevoli su me e sugli effetti che mi hanno lasciato le 3 gravidanze non mi toccano, la mia famiglia è quanto di più bello potessi desiderare. Mi preoccupa a volte la ferocia di questi commenti e l’effetto che possano avere su persone più fragili che li leggono

Beatrice ha ribadito l’importanza di accettarsi, di piacersi, di considerare i propri difetti come delle particolarità e di non rincorrere per forza l’ideale di perfezione omologata che ci viene continuamente proposta e proprio a proposito di difetti ha confessato anche qual è la parte del suo aspetto fisico che non le piace e che ha dovuto accettare col tempo:

Non ho mai amato particolarmente i miei capelli, troppo spaghetti, troppo sottili, non particolarmente voluminosi. Da quando ho avuto le gravidanze, poi, si sono indeboliti. Meno mi piacevano più li trattavo più si rovinavano un cane che si mordeva la coda. Meno cose faccio, meno mi “accanisco” e più sono sani. Less is more in questo caso calza perfettamente!

COMMENTI