Daniele Bossari confessa: “Il ‘Gf Vip 2’? Non volevo farlo, poi ho capito che…”. E svela le reazioni di Filippa Lagerback e la figlia Stella al libro che racconta la sua depressione

31 Dicembre, 2019 di Dalia

Daniele Bossari - Filippa Lagerback

La recente pubblicazione del libro autobiografico di Daniele Bossari, La faccia nascosta della luce, ha riacceso i riflettori sul vincitore del Grande Fratello Vip 2. Da quel momento, infatti, sono passati circa due anni e il conduttore continua a trascorrere la propria vita tra radio, televisione e la sua famiglia con Filippa Lagerbäck e la figlia Stella.

Nelle scorse settimane, dopo essere stato ospite a Verissimo e a Che tempo che fa (potete leggere le sue dichiarazioni QUI e QUI), Bossari ha rilasciato un’intervista al settimanale Chi. Innanzitutto, ha rivelato cosa pensa dell’esperienza nel reality che ha segnato il suo rilancio lavorativo e personale:

È stato più di un azzardo, è stato un all-in. Io poi che sono già un po’ orso per natura.. La proposta a Filippa? È stato spiazzante anche per me, l’all-in dell’all-in. Lei, prima di entrare, mi aveva dato una foto con tre parole scritte dietro: “Fiero, leggero, divertito“. È un mantra che mi ripeto ancora oggi, ma lei.. vede, mia moglie… potrei dirle che sono vent’anni che sto con lei e che il nostro rapporto è maturato. Ma la verità è che io sono maturato. Lei non ne ha mai avuto bisogno. Era, è sempre stata ed è grande.

Bossari ha poi ulteriormente chiarito cosa lo abbia spinto a partecipare al Gf Vip 2:

Posso dire ancora una cosa sul Gf? Da una parte c’era un’idea di un rilancio, lo fai per riguadagnare popolarità, per i soldi, ma certo… Ma soprattutto io volevo affrontare quei mostri là. Lì, sul serio, mi sono fatto sbranare come mi aveva detto Battiato.

Negli scorsi giorni, è stata pubblicata anche una piacevole intervista di Daniele sul quotidiano La Repubblica, dove si è parlato del periodo drammatico affrontato dal vincitore del Gf Vip e di come si possa uscire da situazioni di questo genere:

Accettando l’aiuto delle persone care. Dai miei abissi sono risalito grazie all’amore. So che è una parola facile, ma è fondamentale. L’amore per mia figlia Stella, che non è mai venuto meno. L’unione profonda con mia moglie, Filippa. Le cose belle della vita, come mangiare in modo sano, svegliarmi presto, il sole sulla pelle, gli alberi del nostro giardino. Ho raccolto i miei pezzi e li ho rimessi insieme, come i maestri zen giapponesi. Le cicatrici restano, ma si può ripartire.

A quel punto, dunque, ci si potrebbe chiedere se, senza il Grande Fratello Vip, Bossari sarebbe tornato in televisione e soprattutto, alla serenità:

Non volevo farlo. Mi stavo riprendendo, ma ero ancora debole, fisicamente e mentalmente. Ero convinto che sarei rimasto nella Casa per tre giorni. Poi ho capito che era un’altra prova e che dovevo superarla. Così, mi sono ritrovato a chiedere in diretta a Filippa, che non vedevo da tempo per la trasmissione, di sposarla, ma non era finzione, era un gioco serissimo, era vita vera.

Oggi, infatti, la Lagerbäck è diventata sua moglie e sua figlia Stella ha 16 anni. Avranno certamente espresso un parere sull’autobiografia…

Filippa è stata la prima a leggere la prima bozza. Il mio libro contiene molte cose che non sapeva. È stato un pugno nello stomaco anche per lei, ma non abbiamo avuto bisogno di dirci molto. Ci amiamo e mi ha permesso di pubblicarlo. Stella lo ha letto nella sua versione finale. Piangeva, ma ha capito che si può parlare di qualsiasi cosa e che tutto si può risolvere.