Diario di una viaggiatrice appassionata: New York

Chia Luglio 23, 2012

Eccoci al terzo appuntamento con la rubrica tutta dedicata ai viaggi curata dalla nostra Giovanna. Questa sera tocca a..

New York

La grande Mela… o the Big Apple… e in qualunque modo la chiamiate… New York è sublime! E’ la città americana per eccellenza… ed è la metropoli dalle mille luci e colori, piena di vita e adrenalina! Ci sono stata nell’ottobre del 2004 per finire in bellezza il mio viaggio di nozze e sono stati tre giorni intensissimi!

Innanzitutto vi dico subito che 3 giorni sono davvero troppo pochi per vederla tutta, ma se si riesce a non respirare neanche un secondo… si riesce comunque a vedere il meglio che la città ha da offrire 🙂 Come primo consiglio mi sento di dirvi che l’ideale per il vostro soggiorno è comunque Manhattan. Sarete più vicini ai maggiori luoghi di attrazione e vi sposterete benissimo con la metropolitana. Per una questione di budget bisogna, ovviamente, stare attenti all’albergo che si sceglie. Ce ne sono tantissimi sull’isola, ma alcuni sono davvero costosi.. per cui un bel giretto su booking vi aiuterà a trovare l’albergo giusto per le vostre tasche 😉 Noi abbiamo soggiornato al Park Central, vicinissimo sia a Central Park che a Time Square. Una posizione invidiabilissima per girare la città. Questo è il sito di riferimento 😉

Su NewYork dovrei fare un lunghissimo elenco… ma cercherò di menzionarvi le cose essenziali. Come prima cosa, dovete assolutamente fare un salto a Ground zero. L’evento che ha cambiato la storia dell’Occidente va sentito e visto di persona. Quando ci sono stata io c’erano ancora le voragini lasciate dalle due torri crollate e c’erano ancora i palazzi intorno in ricostruzione (parliamo del 2004).. e quello che posso dirvi.. la sensazione che posso descrivervi è stata esattamente quella che pensavo di provare: un vuoto enorme ed un silenzio irreale (pensate che girato l’angolo c’era un caos incredibile) tutto intorno al perimetro del disastro.. per non parlare di tutte le foto di quel giorno maledetto e di tutti i nomi delle vittime.. Insomma, un qualcosa che lascia il segno.. Ora stano costruendo la Freedom tower e hanno messo su il memoriale per le vittime della strage.. e probabilmente l’atmosfera sarà un tantino diversa da quello che ho visto io, ma ugualmente emozionante.

Visto che avevamo solo tre giorni a disposizione, abbiamo deciso di non respirare e stancarci tantissimo e siamo partiti dalla punta sud di Manhattan (Ground zero, appunto) e abbiamo camminato a piedi fino a Central park. Abbiamo potuto così ammirare Wall Street, il ponte di Brooklyn (Camminateci a piedi. Vi godrete una splendida vista dello Skyline di Manhattan), Little Italy, Chinatown, il bellissimo quartiere di Soho e il Flatiron Building (che io chiamo il palazzo più magro del mondo) e l’Empire state building (per cui vale la pena fare la fila e salire fino all’ultimo piano. Da lassù si gode una delle più belle viste di NewYork).

Time Square è la piazza cuore di Manhattan ed è psichedelica! Piena di luci, rumore, immagini.. ed è pazzesca! Di notte, lìin mezzo, sembra pieno giorno per quanto è illuminata! 😉 Poi c’è la quinta strada, che mi spiace dirlo per i maschietti ;), è la quint’essenza dello shopping! E’ fantastica e a prescindere dallo shopping o meno, va vista assolutamente.

C’è la zona dei teatri (con il famoso Radio city hall), il Rockfeller center (con il suo meraviglioso albero di Natale e la sua pista di pattinaggio all’aperto durante il Natale, appunto), la cattedrale di St. Patrick, il Moma, il Guggenheim, il Metropolitan Museum of Art, l’Upper est side, il Plaza e Central park. Insomma.. Manhattan è spettacolare. Moderna, affascinante, ricca di vita e piena di emozioni.. e non bastano davvero tre giorni per vederla tutta.. ma io considero il mio soggiorno.. solo un piccolo antipasto.. perchè non vedo l’ora di ritornarvi e vivermi la città ancora più a fondo.

P.S. per questioni di tempo non sono riuscita ad andare a vedere la Statua della libertà.. per cui.. andate a vederla e fatemi sapere com’è 😉

Se posso consigliarvi una cosa: vivetevi Manhattan assaporando ogni singolo istante. Fermatevi a prendere un caffè bollente da Starbucks, sedetevi su una panchina a Central park, godetevi una passeggiata per la quinta strada e perdetevi nei vari musei. NewYork è frenetica, viva, folle e voi ne potrete cogliere il meglio proprio perchè sarete dei turisti che non hanno fretta… Un bacio, Giovanna

COMMENTI