Filippo Pongiluppi: “Io con il mio modo di fare resuscito pure le mummie!”

Edicola Settembre 3, 2012

Filippo Pongiluppi, il concorrente del Grande Fratello 12 che accusò gli autori di manipolare il gioco e il televoto, presenta ai lettori la Chiesa dei Morti di Urbania (PU): “L’atmosfera della cripta è surreale: aria rarefatta, scheletri penzolanti, un lampadario realizzato in ossa e teschi!  Questa una volta era la Cappella dei Cola, la famiglia di Urbania che la donò ad una Confraternita che si occupava di trasporto dei cadaveri. Alcuni di essi conservano, ancora oggi, capelli, unghie e organi interni: una mummia particolare ne permette la conservazione”. Il gieffino descrive le mummie di un priore e della sua famiglia, di un giovane ucciso con uno stiletto e di una donna morta di parto cesareo e ne narra la maledizione: “Il teschio del priore fu rubato e poi reso, ma da allora il fantasma del priore controlla la cripta e gli altri 17 cadaveri”.

Fonte: Visto

COMMENTI