‘Gf Vip 5’, Paolo Brosio appena entrato fa già danni: ecco le (gravissime) frasi sul Covid 19

Carola 31 Ottobre, 2020

Paolo Brosio

Ieri sera è andata in onda su Canale 5 la quattordicesima puntata del Grande Fratello Vip e finalmente Paolo Brosio – dopo  il suo ricovero in ospedale a causa del Coronavirus – è riuscito a fare il suo ingresso nella Casa. Neanche il tempo di entrare, però, che il neo concorrente ha già innescato una pesante polemica sul tema più caldo di questo periodo: il Coronavirus.

Nonostante il conduttore Alfonso Signorini, avesse più volte chiesto a Brosio di non fare riferimento alla vicenda che lo ha coinvolto in queste settimane, il gieffino ha voluto raccontare ai suoi compagni di avventura per filo e per segno ciò che ha vissuto e non ha mancato di esprimere i suoi controversi pareri circa i tamponi:

Sono stato 29 giorni perché non mi venivano due tamponi negativi. Adesso ce ne vuole uno solo, quindi vuol dire che questa storia dei tamponi… c’è qualcosa che non va, non è attendibile!

Ma non solo, perché poi Paolo ha voluto condividere con gli altri inquilini della Casa ulteriori perplessità a proposito del Covid e della sua gravità:

Voglio dire che tante patologie… Sì magari aveva il Covid, ma magari non sarebbe stato letale se non avesse avuto anche un tumore in fase terminale. Allora scusa, tutti i morti che ci sono stati prima del Covid improvvisamente spariscono e si muore solo di Covid? Non esiste, bisogna anche…

 

A rispondere a queste gravi affermazioni ci ha pensato Tommaso Zorzi, il quale ha subito fatto notare ai suoi compagni che non si possono fare discorsi simili in un momento come questo e non ci si può lasciare andare a considerazioni negazioniste: “Però se iniziamo con il negazionismo non va benissimo!

 

Frasi molto pesanti, che non sono certo passate inosservati agli occhi e alle orecchie degli utenti del web e di Twitter, che hanno subito espresso la loro perplessità su quanto sta accadendo:

COMMENTI