Gf Vip 6, Soleil Sorge in lacrime per l’accusa di razzismo: “Sono mortificata, se vogliamo montare questo caso esco da questa casa”

L’ex corteggiatrice disperata dopo essere stata tacciata di razzismo

Luana Settembre 30, 2021

Soleil Sorge nel pomeriggio è stata accusata da alcuni suoi compagni di avventura al Gf Vip di razzismo. In particolare, sono state Raffaella Fico e Ainnet Stephens a essersi offese dalla frase della SorgeState facendo le scimmie“.

A seguito delle accuse di razzismo mosse contro la gieffina, Manila Nazzaro e Jo Squillo hanno deciso di parlare con Soleil:

Queste parole che tu dici hanno ferito e non si può criticare il dolore altrui, Soleil. La parola ‘scimmia’ l’hanno detta contro Ainett e contro Lulù quando aveva sette anni, perché aveva i peli. Contro la figlia di Raffaella per i capelli.

A questo punto l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne è scoppiata in lacrime, e ha tuonato: “Se vogliamo montare questo caso io esco da questa casa“. Subito dopo è andata a parlare con i suoi compagni per chiarire la faccenda.

Queste le sue parole:

Sono mortificata. Quando ho detto quella cosa delle scimmie, avete frainteso il tutto. L’ho utilizzato perchè urlavano tante persone e non c’era bisogno di urlare. Ho detto “basta, state facendo le scimmie” ma perchè si stava urlando. Io non sono razzista perchè ho delle sorelle adottive di colore. Mi uccide che si possa pensare questo.

E ancora:

Io non intendevo le persone, sono davvero mortificata perché dentro di me non esiste un pensiero del genere. Sono cresciuta in una realtà multietnica. Io ho vissuto queste cose razziali e sono la persona che odio in assoluto il giudizio sulla diversità. Scusatemi, mi distrugge questa cosa. Ho sbagliato in un modo incredibile. Io non l’avevo nemmeno pensata questa cosa, non mi permetterei mai.

Poi ha concluso: “Chiedo scusa. Non avrei mai detto nella vita quella cosa con quel senso li.”

Immediata, come di consueto, la reazione del popolo di Twitter; alcuni utenti infatti si sono schierati a favore di Soleil e altri no:

 

COMMENTI