Gf Vip 7, il compagno di Carolina Marconi si sfoga: “Vergognosi i messaggi di morte che le stanno arrivando, a tutto c’è un limite!”

Il “sei patetico” rivolto dalla Vippona a Marco Bellavia è stato oggetto di dure critiche sul web, ma Alessandro Tulli ha voluto fare chiarezza su quel momento

Giusy Ottobre 3, 2022

Il popolo del web è a dir poco in rivolta contro il Grande Fratello Vip dopo l’abbandono di Marco Bellavia. Il conduttore di Bim Bum Bam dopo aver attraversato giorni in completo isolamento ha deciso di lasciare il reality show. Marco è stato deriso e offeso da parte dei Vipponi, e le clip che da giorni vengono pubblicate sui social mostrano parole davvero dure e offensive usate nei confronti del mental coach. Il pubblico sta in particolare prendendo le distanze dalle esternazioni di Giovanni Ciacci, Wilma Goich, Charlie Gnocchi, Elettra Lamborghini e Carolina Marconi.

In tanti non perdonano alla Marconi di aver definito Marco “patetico”, mentre esternava la sua sofferenza, in quanto anche lei ha passato dei momenti dolorosi dopo la scoperta del tumore.

Hai un figlio e già sei  il più fortunato di tutti, basta farti queste… perché entri nel patetico. Tu sei patetico.

Nelle ultime ore il compagno di Carolina Marconi, Alessandro Tulli ha voluto fare chiarezza su quel momento:

Sono veramente vergognosi tutti i messaggi di morte che stanno arrivando nei confronti di Carolina augurandole addirittura che il tumore questa volta possa essere letale. Ma stiamo scherzando? Tutto questo per aver usato la parola ‘patetico’ che estrapolata e buttata a casaccio in un contesto social insieme ad altre parole davvero forti e irripetibili (niente di paragonabile) può risultare davvero di cattivo gusto…

Il calciatore ha poi esplicato il comportamento dell’ex gieffina:

Chi ha ascoltato per intero tutta la conversazione sa che lei cercava solo di esortarlo a reagire sottolineando il fatto che lui è una persona fortunata perché ha un figlio che lo ama. Cercava di spronarlo a vivere questa esperienza con leggerezza.

Dal momento in cui uno si espone sa che le critiche ci saranno sempre e vanno accettate. Ma qui si va al di là del gioco. Al di là dell’esperienza che rimane unica. Qui c’è tutta la sofferenza di una persona che sta cercando di uscire lentamente da una situazione veramente dura. Che si è rimessa in gioco e che è grata alla vita per averle dato una seconda possibilità.

Carolina, secondo quanto detto dal compagno, avrebbe voluto in realtà trasmettere a Marco forza:

Voleva trasmettergli la sua forza di combattere spingendolo a reagire e non a restare lì a piangersi addosso. Sento parlare tanto di bullismo, ma questo è inaccettabile. Gettare alla gogna mediatica una persona che ha sempre avuto un bellissimo rapporto con Marco (che stimo e al quale va tutto il mio affetto e solidarietà). Carolina ha un cuore troppo grande ed è sempre stata dalla parte dei più deboli. A tutto c’è un limite.

COMMENTI