Gf Vip 7, l’ex fidanzata di Marco Bellavia: “Ci sta marciando, l’altro giorno mi ha scritto che la gente ormai lo ama e…”

Maryanna Bosis in un’intervista ha gettato alcune ombre sulla sincerità del mental coach

Linda Ottobre 11, 2022

Il Marco Bellavia Gate, visto il tema delicato dei disturbi mentali, ha occupato per settimane tutti i maggiori siti di cronaca. Inoltre, ha avvicinato i lettori e i telespettatori al caso più eclatante della settima edizione del Grande Fratello Vip. 

Parliamo infatti dell’abbandono improvviso del concorrente solo dopo due settimane dal suo ingresso. Marco ha vissuto giorni di inferno all’interno della Casa di Cinecittà. I suoi compagni infatti sono stati redarguiti dal padrone di Casa, Alfonso Signorini, per non essersi probabilmente accorti, o ancora peggio curati, della situazione di Bellavia.

La negligenza dei concorrenti è costata una squalifica a Ginevra Lamborghini, per aver detto una frase inaccettabile e successivamente l’eliminazione di Giovanni Ciacci, decisa e voluta dal pubblico.

Marco Bellavia ieri sera, durante la settima puntata, ha mandato un video messaggio al Grande Fratello Vip e ai suoi compagni, in compagnia del figlio Filippo. Per l’occasione, Maryanna Bosis, sua ex fidanzata, ha rilasciato una lunga intervista al portale TuoMagazine.com per dire la sua sulla questione. Secondo la ragazza – che è stata con il conduttore dal 2016 al 2020 – tutto questo che abbiamo visto potrebbe essere una sua tattica ben studiata.

Marco non è una persona forte, ne ha passate tante, non ha mai accettato il fatto che la TV gli avesse chiuso la porta in faccia dopo il successo di Kiss me Licia e Bim Bum Bam. Ha lottato con le unghie e con i denti, ma è rimasto fuori dal giro e non è più rientrato. E questo lo ha sconvolto. Per lui, in questo senso, il Gf Vip è una grandissima rivincita. Sa benissimo di giocarsi tutte le sue possibilità, senza esclusione di colpi.

E a proposito della sua uscita e delle sue “comparse” successive:

Credo proprio che ci stia marciando. Ovviamente è un mio parere, una sensazione che ho avuto forte guardandolo in tv. Magari mi sbaglio, ma nella casa ho visto un Marco diverso da come l’ho conosciuto io… Non ho creduto e non credo al suo interesse per Pamela, la reputo una donna bellissima ma a mio avviso non di suo gusto. So che donne gli piacciono visto che sono stata la sua fidanzata per quattro anni! Chiariamoci, io non sto dicendo che lui sia un bugiardo. Ma posso solo dire a caratteri cubitali che Marco non è uno stupido e conosce molto bene le dinamiche televisive. Sa i tempi e i modi della televisione, cosa fare per piacere.

Sa perfettamente che ci sono due modi per attirare l’attenzione del pubblico televisivo su di sé ed andare avanti nel reality di Canale 5. Uno è avere una storia d’amore importante, che appassiona i fans e che fa parlare, l‘altro impietosire con le proprie fragilità. E lui lo sa benissimo. Mi ripeto, non credo che Pamela possa piacergli veramente, ma era la storia perfetta e lui – che, ribadisco, ha fatto tv per tanto tempo – lo sa benissimo. Vedendo che la storia non decollava si è spaventato, credo che sia sinceramente rimasto destabilizzato. Quindi è passato al piano B: a vedere quello che si è scatenato, è innegabile che lui non in modo bello, abbia ottenuto nuovamente l’attenzione che da tempo il mondo della tv non gli dava più. Marco conosce molto bene le dinamiche televisive.

Rivolgendosi poi direttamente ai telespettatori dello show:

Ai telespettatori del Gf Vip direi che hanno un gran cuore perché sensibili alle ingiustizie, ma di capire anche che esistono dinamiche televisive che si possono padroneggiare. Marco ha sempre sofferto molto per essere stato messo fuori dal circuito della televisione. E ha sempre progettato il suo rientro. Ora, non dico che lui non sia una persona fragile, lo è. Ma ripeto, credo che ci stia marciando. Lui sa benissimo cosa deve fare. L’altro giorno, quando è uscito dalla casa, mi ha mandato un messaggio pieno di insulti pesanti.

Diceva che non aveva più bisogno di me, che la gente ormai lo amava e che era giunto il momento di cavalcare l’onda. Ha aggiunto che avrebbe finalmente pubblicato il libro che stava scrivendo… E che potevo anche andarmi a riprendere “quello schifo di auto” che gli ho regalato perché ora non ne ha più bisogno. Scusate – anche evitando di ripetere gli insulti annessi – ma non mi sembrano i messaggi di uno che piange in terra nel corridoio.

 

 

COMMENTI