‘Grande Fratello Vip 4’: l’opinione di Chia sulla tredicesima puntata

Chia 22 Febbraio, 2020

Grande Fratello Vip 4

Era abbastanza prevedibile e a tratti scontato, e così alla fine è andata: a ruota – subito dopo Serena Enardu – è toccato a Pago abbandonare la Casa del Gf Vip 4. Nessuna sorpresa, nessun imprevisto dell’ultimo minuto, giusto una percentuale di televoto fin troppo poco plebiscitaria rispetto agli umori del pubblico (47% contro il 53% di Licia Nunez, in risposta alla domanda “Chi vuoi salvare?“), ma i pronostici non sono stati di certo smentiti.

Ed è un peccato, eh. Perché il Pacifico Settembre che abbiamo visto le prime settimane, che rideva e scherzava con tutti, e quello che abbiamo visto ieri sera, che si emoziona raccontando quanto la perdita del suo papà abbia segnato la sua vita, del periodo passato dormendo per strada abbracciato alla sua chitarra per paura che gliela rubassero, di come la nascita di suo figlio Nicola sia stata per lui un momento di rinascita dopo tutto il dolore vissuto, è ESATTAMENTE quello che avrei voluto vedere in questo Grande Fratello. E che avrebbe addirittura potuto vincerlo.

Il chiarimento con Serena dopo una storia di sette anni finita davanti alle telecamere in modo così turbolento era giusto che ci fosse, e – se il sentimento tra loro è ancora forte come entrambi hanno dichiarato in queste settimane – che tra i due scattasse il ritorno di fiamma era naturale. Ma, come ho sempre detto, NON doveva succedere in questo contesto, semplicemente. La Enardu ha peccato di egoismo, mettendo il malessere che provava lei davanti a ciò che in quel momento era meglio per Pago, in quello che avrebbe dovuto essere il SUO percorso. Suo e solo suo. Che poi sia stato lui il primo a cedere e ad acconsentire all’ingresso della sua ex nella Casa è un altro discorso, del resto è un uomo innamorato che ha finito col far prevalere il cuore sulla ragione, ma era lei che avrebbe dovuto stare un passo indietro (cit.) stavolta. Così non è andata, ed è stato proprio l’ingresso di Serena a compromettere definitivamente l’esperienza di Pago al Gf Vip, non solo nei rapporti con gli altri inquilini (che fino a quel momento l’avevano sempre inserito tra i loro preferiti) ma anche agli occhi del pubblico, completamente PIENO di tutta questa storia. E così Pacifico è rapidamente passato dall’essere uno dei papabili vincitori all’essere sbattuto fuori con sommo gaudio del webbe alla prima nomination.

In tutto ciò io sono SATURA di Alfonso Signorini e della sua beatificazione di Antonella Elia che va incredibilmente avanti da settimane. E più lei fa cazzate più lui le para il c*lo, pazzesco. Che fosse la sua protetta era chiaro a tutti fin dalla primissima puntata, eh, ma a tutto c’è un limite, e con lei è stato ABBONDANTEMENTE SUPERATO. Già lunedì è stato allucinante il modo in cui hanno trattato la GRAVISSIMA vicenda del presunto (ma INESISTENTE) spintone di Patrick Ray Pugliese per il quale la Elia aveva gridato al bullismo e alla violenza sulle donne. L’avevano buttata in caciara dividendo le colpe a metà perché “siete due grandi giocatori, bravi, bene, bis“.  Io scioccobasita. Ma ‘siete‘ chi? Ma cosa state dicendo? Ma vi state rendendo conto che se non ci fossero state le telecamere a provare che si trattava solo di una sceneggiata acchiappaconsensi di Antonellina ora Patrick sarebbe bollato a vita come ‘il violento che spintona la gente a un metro di distanza‘? Ma ce la fate?

Ma poi quanto mi avete SCASSATO LA MINC*IA con ‘ste etichette pesantissime che affibbiate random alla gente con sconcertante ed estrema facilità, noncuranti del valore che hanno, quanto? Non c’è reality, ormai, in cui non si giochi la carta del bullismo piuttosto che del razzismo, dell’omofobia o della violenza sulle donne pur di racimolare qualche voto in più. E mi vengono i brividi solo a scriverlo. Delle piaghe TREMENDE della nostra società, con le quali c’è gente che deve fare i conti ogni giorno, chiamate in causa COMPLETAMENTE A SPROPOSITO, con l’unico risultato di banalizzarne la causa e ridicolizzare senza un minimo di rispetto chi DAVVERO ne è vittima.

E Adriana Volpe, da molti tacciata come la furbona del gruppo, è stata l’UNICA ad avere avuto la lucidità di sottolineare quanto certi discorsi fossero totalmente inopportuni e fuori luogo, a costo di contraddire quell’ipocrita di Signorini. Che scomoda gli rvm SOLO quando servono a scagionare la sua pupilla, come ieri sera quando ha prontamente mandato in onda la prova che Antonella non avesse detto a Fernanda Lessati spezzo in due, brasiliana di mer*a” e ha rifiutato persino le scuse della modella, nemmeno avesse mosso all’Elia un’accusa gravissima. E dire che era almeno ventordici volte meno grave di quella mossa da Antonella nei confronti di Patrick.

Patrick che, dal canto suo, ci ha confermato la persona MERAVIGLIOSA che è andandosi a scusare con la Elia per la veemenza che gli era uscita in diretta quando le ha dato del ‘crotalo‘ (che, per inciso, trattandosi di un serpente velenoso non solo ben si addice alla personalità di Antonella, ma poi non trovo assolutamente più grave di tutti i ‘tricheco‘ con cui lei ha appellato lui, anzi). Peccato sia servito a poco, perché lei da questa lezione non ha imparato una beata mazza, anzi, sta continuando a comportarsi come ha sempre fatto, pensando pure di esserne uscita vincitrice. Manco più tenerezza mi fa, ormai siamo direttamente alla pena. Che una persona di 50 anni sia messa così, a dividere le persone tra ‘vere amiche’ (se si comportano come vuole lei, quando vuole lei) e ‘nemici’ (se osano contraddirla), è davvero triste.

E un altro messo male quanto lei, vista l’età, è quel VISCIDO di Antonio Zequila. Io lo vado dicendo dall’inizio, da quando si permetteva di perculare Patrick solo perché fuori forma (come se la sua tartaruga stagionata valesse di più dell’intelligenza mista a simpatia e condita con l’arte di saper stare al mondo di cui è dotato il Pugliese, poi), che non fosse altro che un ominicchio piccolo piccolo. Ed è solo grazie all’immensa autoironia di Patrick, che su certi epiteti pessimi ha sorvolato dando ad Antonio la buona fede, se qualcuno si è fatto fregare pensando davvero che Zequila scherzasse. Ma figuriamoci. Fortuna che ci ha pensato lui stesso, ieri sera, a ricordarci quanto sia grezzo.

E’ bastato che Paola Di Benedetto, che nelle scorse settimane l’aveva pure difeso dalla frecciatina del fidanzato Federico Rossi, ironizzasse sulla sua vicinanza a Sara Soldati dicendo che tra loro sarebbe stata “una cosa impossibile” per farlo andare su tutte le furie e fargli uscire la mer*a dalla bocca. “Ho avuto donne di 19 anni più fighe di te, amore mio. Che te pensi, sei l’unica figa del pianeta? Sei Madre Natura solo per il tuo corpo, e nella vita non hai mai fatto niente!“. E questo sarebbe “l’uomo per bene, rispettoso delle donne” che lui stesso (e solo lui, spero) dice di essere? Ma per carità, CHE SCHIFO.

Non so se fa più pena l’idea di lui che punta ragazzine appena uscite dall’adolescenza (e sulle 19enni che gli danno retta, nel caso, stendo un secondo velo pietoso) o il pensiero delle carognate che ti può spalare in faccia se solo osi fargli mezza battuta (perché Paola manco gli aveva detto nulla di che, eh, se non palesargli l’ovvietà del palo che avrebbe ricevuto dalla Soldati se solo avesse proseguito in quel ridicolo corteggiamento). Nel dubbio, su un 60enne che si permette di giudicare la carriera altrui (che Paola, che di anni ne ha 25, ha ancora tutto il tempo di costruirsi, per altro) quando – se qualcuno si lo ricorda di lui, e sottolineo il ‘se‘ – è SOLO per una mutanda bianca sfoggiata su un’isola, ribadisco il CHE SCHIFO.

E tra un tenerissimo Andrea Montovoli che ha abbracciato commosso la mamma sprint con cui viaggia in giro per il mondo, entrata nella Casa per dargli conforto dopo le confessioni toste sul suo passato in galera, e un Aristide Malnati sempre più trasparente (e per questo perennemente escluso dalle nomination), rimaniamo in attesa di scoprire quante, tra le tre new entry di lunedì ossia Sara Soldati, Asia Valente e Teresanna Pugliese, diventeranno ufficialmente concorrenti. Contando che hanno prolungato il Gf Vip 4 fino a fine aprile, probabile che alla fine rimarranno tutte e tre. Ma in caso ci fosse da scegliere, tra una che sa solo muovere il culo in faccia alla gente e quell’altra che eccelle nelle docce smuoviormoniavvizziti, io manco ve lo dico che è Teresina nostra che dobbiamo far rimanere. Specie alla luce dell’ennesimo ingresso – questa volta probabilmente definitivo, se il programma degli spettacoli del Salone Margherita ce lo consente, ovvio – di Queen Valeria Marini. Immaginate la combo.

COMMENTI