‘Grande Fratello Vip 5’: l’opinione di Isa sulla tredicesima puntata

Isa 27 Ottobre, 2020

Grande Fratello Vip 5

Ma, sentite, siamo tutti universalmente d’accordo sul fatto che la puntata di ieri sia stata un colossale stracciamento di palle, vero? Cioè quattro ore della mia giornata impiegate a guardare il nulla mischiato col niente quando nel frattempo avrei potuto fare tipo tre lavatrici e un paio di maschere per il viso.

Io capisco che la scaletta sia stata stravolta all’ultimo per via del mancato ingresso dei nuovi concorrenti però, cacchio, ci sono degli autori pagati profumatamente per strutturare le puntate in modo da renderle avvincenti e anche per avere la creatività di far fronte a eventuali imprevisti. La creatività degli autori di questo Gf Vip, invece, è tale che praticamente da un mese assistiamo SEMPRE alla stessa solfa: un’ora di spazio fisso alla Briatora (e il passato di ElisabAtta, e il presente di ElisabAtta, e i segnali in codice di ElisabAtta, e la fake ship con ElisabAtta, ieri ‘il segreto di ElisabAtta‘ che cioè ma ANCHE STI GRANDISSIMI CAZZI) e un’altra ora dedicata ai drammi familiari di Maria Teresa Ruta e Guenda Goria che tipo io in un mese so più i cazzi privati della loro famiglia che della mia.

Io poi, come la scorsa settimana, sono NERISSIMA per il fatto che in puntata Tommaso Zorzi venga così clamorosamente snobbato. Cioè, avete fatto due volte un televoto per il preferito, il pubblico con percentuali BULGARE vi ha detto di preferire Tommaso, tra l’altro Zorzi è pure uno oggettivamente molto attivo nelle dinamiche della casa (o per meglio dire, se da quel prefabbricato di Cinecittà togliamo lui possiamo chiudere subito per manifesto ammosciamento di ovaie dato che il 99,9% delle robe che succedono lì dentro hanno lui di mezzo), ed è possibile che di lui si parli meno che di un Enock Barwuah qualunque? L’ho messo come immagine di apertura del post proprio per protesta, e per trovare il fermo immagine ho fatto pure fatica visto che a stento lo hanno inquadrato un paio di volte all’una di notte.

Comunque, veniamo al poco che si è visto ieri: sulla querelle tra Enock e Guenda so di andare contro il sentire comune ma io personalmente sono tra quelli che hanno visto come molto studiata e impostata l’uscita della Goria. Fermo restando che qualunque persona con un minimo di neuroni funzionati non può che essere totalmente e assolutamente d’accordo con quanto affermato dalla figlia della Ruta, trovo comunque sospette le modalità e i tempi in cui Guenda ha trattato l’argomento.

E anche il discorso che Guenda ha parlato dopo che Enock si era indignato per il gioco padroni/maggiordomi proposto da Tommaso per me non è calzante perché la frase infelice non è uscita dalla bocca di Enock, è uscita dalla bocca di suo fratello, che si è scusato (poi ovviamente io delle scuse di Mario Balotelli me ne faccio ben poco perché la mia idea sul soggetto ce l’ho da un bel po’) e non vedo Enock cosa avrebbe dovuto fare per esprimere il suo dissociarsi, cioè se mio fratello dice una cazzata e poi si scusa io non torno mica sull’argomento per dire ‘vorrei ufficialmente dissociarmi‘, no? L’ha detta Mario, si è scusato, stop. Il fatto stesso che Enock sottolinei che lui non c’entra con quello che dice suo fratello è un modo di dissociarsi, quindi ho trovato onestamente un po’ gratuito ritirar fuori l’argomento, peraltro in modo così solenne davanti a tutti, dopo due giorni, e considerando che alla fine è un qualcosa che è stato fatto da una persona che non fa parte del gioco e le cui colpe non possono ricadere automaticamente sul fratello al quale quindi non può essere applicato il ragionamento ‘se non ti indigni per tuo fratello perché ti indigni per il gioco del maggiordomo‘ perché Enock non ha fatto nulla per lasciar intendere di essere d’accordo con l’uscita del fratello, il fatto di non averla rimarcata (dopo che lui, ripeto, si era scusato) mi sembra abbastanza naturale ma non vuol dire che non se ne dissoci.

Insomma, per me Enock potrebbe uscire anche adesso dalla Casa e manco me ne accorgerei, lo trovo inutile ai fini del gioco, cafone nei modi e molto primitivo nei ragionamenti però in questo caso non riesco a non vedere strategia nell’uscita di Guenda. Poi, ripeto, sulla sostanza di quello che la Goria ha detto siamo tutti d’accordo e ci mancherebbe altro, ma in questa dinamica specifica non vedo mostri e salvatori della patria, vedo giocatori, alcuni semplicemente con una mente più raffinata di altri (cosa che di Guenda comunque apprezzo, se devi essere stratega almeno fallo con classe e con capacità dialettica).

Sulla Gregoraci e Petrelli io voglio ufficialmente inaugurare una forma pacifica di protesta e dato che gli viene regalata un’ora di spazio in ogni serale, un miliardo di clip e pure una regia fissa del live SEMPRE su Elisabetta (ieri avevo provato ad accendere il live ma dopo aver fissato per un quarto d’ora la Briatora al trucco ho deciso che era più divertente andare a sgrassare il forno), io nelle mie opinioni eviterò quanto più possibile di parlarne. E peraltro non faccio alcuno sforzo perché tutto ciò che ruota attorno alla fiammiferaia di Montecarlo (uhhhh il segreto di Elisabetta, wooowww roba da non dormirci la notte per la curiosità  -.- ) mi sembra così artefatto e televisivo che non mi ci applico nemmeno.

Spassosissima anche tutta la pantomima sulla finta eliminazione, tre quarti d’ora persi a mettere in scena una roba che non ha avuto nessun risvolto, nessuna conseguenza, non ci ha mostrato niente e anche qui avrei potuto continuare a sgrassare il forno senza perdermi nulla.

Sulle Rutas ribadisco il concetto, si sta andando oltre, da parte di tutti. Trattare tematiche così intime e delicate e comunque mercificarle per fare spettacolo a me sembra onestamente agghiacciante, per noi vedere Maria Teresa che sclera contro l’ex marito che dà della bipolare alla figlia è una scenetta trash che strappa una risata, ma se si pensa che dietro ci sono sentimenti, situazioni intime che hanno segnato la crescita di due ragazzi, a me resta il gelo in corpo.

E resto sinceramente sconvolta perché se a comportarsi così fossero degli sconosciuti che cercano una strada per farsi notare e diventare famosi potrei ancora capire il fine, ma tipo Amedeo Goria è sempre stato un giornalista sportivo abbastanza composto, ha comunque una carriera seria alle spalle, Maria Teresa a sua volta ha fatto la sua carriera, ha la sua immagine, insomma ma come si può arrivare a scendere a questi livelli e ad accettare di essere ricordati solo per queste poracciate?

Che poi, boh, imbarazzante l’intervista di Amedeo Goria ma imbarazzante anche Maria Teresa che dice che vorrebbe uscisse dal gioco sua figlia (e non è manco la prima volta che lo dice). Cioè qui tra tutti l’unico dritto mi sembra l’altro fratello che almeno si tiene fuori da questo circo (ultime parole famose, ce lo ritroveremo naufrago in Honduras, lo so).

Non penso ci sia altro da dire, se non altro perché realmente non è successo un cazzo di niente e mi sento già un premio Pulitzer per essere riuscita a tirar fuori qualche riga di commento al nulla cosmico.

Volevo concludere il commento implorandovi di farvi gli account fake per votare tutti meno che la Briatora e farla uscire, ma poi ho riflettuto sul fatto che comunque Selvaggia Roma sta entrando col ruolo specifico di fare il terzo incomodo nell’inesistente coppia dei Gregorelli (che spasso, che fantasia questi autori!) e anche BettaCoso dovrebbe insinuare di aver fatto le cosacce con EliGreg per cui mi sa che la fatica è inutile, la Gregoraccia sarà protagonista di tutte le puntate almeno fino a Natale. Io ve lo dico, questa edizione ha tutto il potenziale per diventare la più iconica di sempre, ma se si continuerà ad oscurare i personaggi che davvero piacciono al pubblico, a parlare sempre delle stesse situazioni e a continuare sulla scia del Grande Gregoraci Vip va a finire che a questa edizione preferirò persino la terza della quale non mi ricordo manco i concorrenti.

COMMENTI