‘Grande Fratello Vip 5’: l’opinione di Isa sulla ventisettesima puntata

Isa Dicembre 19, 2020

Grande Fratello Vip 5 - Tommaso Zorzi e Stefania Orlando

Che puntatina avvincente quella di ieri, eh, uno spasso dietro l’altro. Roba che mi ha appassionato di più la conferenza di Giuseppi in cui ci dava i numeri della tombola facendoci scegliere tra le cartelle gialle, arancioni e rosse.

Che noia, ragazzi, che noia. Non so nemmeno se sono oggettiva nel considerare la puntata di ieri una palla colossale oppure sono ormai deviata dal fatto che la mia PIENEZZA verso questa infinita edizione del Gf Vip 5 ha raggiunto una portata tale che sbadiglierei anche se dal cucurio cicciasse fuori Lino Guanciale in  mutande.

No, beh, ecco, se cicciasse Lino in mutande mi sveglierei. Anzi ormai che l’ho detto ho automaticamente alzato le mie aspettative e se Lino desnudo non apparirà aggiungerò depressione alla depressione.

Andiamo per capitoli ed ecco cosa penso di quello che si è visto ieri:

– squalifica di Filippo Nardi. Decisione inevitabile. E dico inevitabile senza bisogno di entrare nel merito delle frasi che ha detto e della loro gravità (alcune oggettivamente gravi, altre meno anche se comunque di cattivo gusto). La decisione è stata inevitabile per il semplice fatto che Filippo non si è reso protagonista di uno, due o dieci scivoloni, ma si è distinto per un linguaggio sempre e perennemente scurrile. Cioè, non parliamo dell’uscita o delle uscite infelici isolate, parliamo proprio di un linguaggio reiterato che evidentemente gli è proprio e di conseguenza se anche ieri non l’avessero squalificato lunedì ci saremmo ritrovati a inizio puntata a parlare dello stesso argomento e a snocciolare le altre ventordici frasi inopportune che gli sarebbero uscite dalla bocca nel frattempo.

Di tutta la vicenda della sua squalifica, comunque, mi resta impressa l’incoerenza di tante delle signorine lì presenti che ridevano e sghignazzavano alle ‘battute’ di Nardi e che solo ieri, appresa la gravità della situazione, hanno finto indignazione. E si, in primis mi riferisco proprio a Rosalinda Cannavò che si è professata paladina delle donne fino a qualche puntata fa e che era la prima a ridere alle battute di Filippo mostrando il più classico dei femminismi a intermittenza

– il confronto tra Tommaso Zorzi e Stefania Orlando sulla questione nomination mi ha lasciata un po’ così nel senso che, boh, non ho ancora capito bene il senso della decisione di Tommaso di nominarla e mi fa strano che Stefania non indaghi più a fondo e sia praticamente così terrorizzata da poter incrinare il rapporto con Zorzi da abbracciarlo e sbaciucchiarlo anche se è evidente che ci sia qualcosa di irrisolto di fondo che probabilmente necessiterebbe di una vera litigata per poter essere chiarito definitivamente. Insomma, mi sembra che sia stato buttato tutto un po’ in caciara con l’orrida ciliegina sulla torta di mostrare a Tommaso i movimenti social della sorella e dell’agente per fargli capire che l’amicizia con la Orlando è apprezzata. Cioè ma a parte che una volta il senso del Grande Fratello stava proprio nell’isolamento dal mondo esterno e qui ci manca poco che a sti concorrenti facciano un’edizione straordinaria del TG per mostrargli preferenze e tendenze del pubblico, ma poi Tommaso che la sua amicizia con Stefania è apprezzata lo sa benissimo, Stefy ha superato 100 televoti, hanno ricevuto anche aerei ‘di coppia’, se ha fatto il gesto di nominarla sapeva benissimo a cosa andava incontro quindi fatelo giocare come vuole, che senso ha condizionarlo in questo modo?

In tutto ciò, comunque, la più ambigua per me resta sempre Maria Teresa Ruta. Io ho AMATO, letteralmente AMATO, tutto ciò che la Orlando ha detto su di lei nella clip. Maria Teresa per me è uno dei personaggi più ambigui della Casa e la sua ambiguità non viene MAI sottolineata in puntata, ci sono un sacco di video con atteggiamenti discutibili, anche nei confronti di quelli che professa essere suoi amici, che non sono mai stati mostrati e dei quali non si è mai discusso. Di Stefania viene mostrata ogni cattiveria che le esce dalla bocca giocando proprio sul suo ruolo da ‘vipera’, di Maria Teresa ci viene mostrato sempre il lato giocherellone, ha ricevuto sorprese anche dal vicino di pianerottolo, ma tutti i comportamenti poco limpidi che ha avuto non sono mai stati oggetto di clip in prima serata.

Tra l’altro ieri, non so come l’avete vista voi, ma quell’andare a piazzarsi accanto a Tommaso e Stefania in un momento che era loro in cui lei non c’entrava na mazza, l’ho visto come l’ennesima mania di protagonismo della quale non sentivo l’esigenza.

Dayane Mello e Rosalinda. Ecco no. Come dire, no. Ho detto no? No. Per carità, bello l’affetto tra due donne, bello anche se una delle due si innamora però questo rapporto mi trasmette delle vibes negative che ve dico fermateve proprio. Sunto della questione in base al mio punto di vista: Rosalinda si è innamorata perché, come ho sempre pensato, lei è eterosessuale tanto quanto i suoi finti fidanzati dell’Ares. A Dayane fregancazzo, è una donna libera, sessualmente aperta, la sbaciucchia e la slinguazza perché dopo 3 mesi di astinenza prendi ciò che passa il convento ma se tipo domani nascesse un feeling col Mario Ermito di turno non si farebbe mezzo problema a rispedire Rosalinda da Giuliano. Il buon Giuliano, in tutto ciò, è evidentemente un ologramma messo lì ad assistere a tutte le infatuazioni, finti o vere, della sua presunta fidanzata, a sto punto sorge il dubbio che potrebbe essere l’ ennesimo personaggio di tutta sta farsa ad aver bisogno di portare a spasso il suo bimbo interiore.

Malgioglio eliminato. Sono contenta e me lo aspettavo, oggettivamente non stava portando niente di buono a questa edizione. Sono dell’idea che quando fai bella figura in un reality sia davvero stupido tornare sul luogo del delitto perché è difficile fare di meglio e facilissimo fare di peggio. A volte bisognerebbe essere meno ingordi di visibilità e bisognerebbe accontentarsi di aver lasciato un bel ricordo. Tra l’altro io piegata per quanto Malgy fosse NERO per l’uscita, forse la sua bile fumante è stata la cosa più divertente di tutta la puntata. Io comunque ti voglio bene lo stesso, Cri, per cancellare i quintali di trash che ci hai regalato 3 edizioni fa serve molto di più che un paio di settimane sottotono nell’anno più terribile che la storia recente ricordi.

– già io stanchissima e pienissima del programma, le new entry mi hanno proprio dato il colpo di grazia. Cioè se tu per ravvivare la situazione tiri fuori sti quattro nomi vuol dire davvero che in quel di Mediaset state proprio ai saldi. Cecilia Capriotti non ho ancora capito che lavoro fa, ha fatto qualche reality ma non mi ricordo né quale né perché, Mario Ermito e Andrea Zenga tanto belli tanto cari ma:

l’unica speranza la ripongo in Carlotta Dell’Isola che per si e per no si è messa ad adulare Daiani quindi almeno forse ci ha scongiurato il rischio che le riodejaneire ce la silurino in tempi record come fatto con la buonanima di Selvaggia Roma.

COMMENTI