Isola 15: l’opinione di Chia sulla diciottesima puntata

Chia Maggio 18, 2021

Che all’Isola 15 non brillino per equità lo si era capito guardando le milleduecentocinquanta prove disseminate durante ogni benedetta puntata (e che senza Ubaldo Lanzo a sbroccare contro Massimiliano Rosolino hanno perso tutto il loro appeal, tra l’altro). Sacchi di sabbia che dovrebbero essere proporzionati al peso dei naufraghi ma che palesemente non lo sono mai, acqua che riempie le vasche ad una velocità visibilmente diversa, gente che bara vistosamente ma non viene nemmeno richiamata (ciao Awed, sto parlando proprio di te e di come sei riuscito a battere Isolde Kostner come super leader grazie a quella manina furbetta che non era esattamente dietro la schiena come quella della tua rivale!). E chi più ne ha più ne metta.

Che da quelle parti non spicchino nemmeno per imparzialità lo potevamo dedurre osservando quanto spazio Ilary Blasi dedichi ogni puntata a Valentina Persia, protagonista di clip strappalacrime e destinataria di frequenti sorprese. Senza dimenticare come a lei il tempo per deliziarci con le sue spassosissime imitazioni (che fanno ridere solo la conduttrice, ormai. Qualcuno spedisca in Honduras Tommaso Stanzani, che le imitazioni le fa meglio ed è pure più caruccio da vedere) venga concesso in sciallezza, mentre se altri osano parlare più di 30 secondi partono gli sbuffi e le perculate della Blasi finché i malcapitati non smettono.

Isola 15: l’opinione di Chia sulla diciottesima puntata

Ma ieri sera ad occhio si è proprio passato il limite della decenza, dai.

Quando Ilary ha annunciato che sarebbe arrivato un provvedimento per Fariba Tehrani ho subito immaginato che si riferisse a quando venerdì, nel salutare Emanuela Tittocchia, l’iconica persiana le aveva sussurrato all’orecchio “C’è un’altra isola“. E ho iniziato a ridere, ma a ridere di gusto. Perché ce ne vuole di coraggio per arrivare ad una minchiata del genere, eh.

Isola 15: l’opinione di Chia sulla diciottesima puntata

Primo, perché giunti alla quindicesima edizione di ‘sto reality già è ridicolo pensare che per qualcuno possa essere davvero una sorpresa, l’esistenza di un’altra spiaggia. Roba che ci sarebbe ben più stupore nello scoprire che chi viene eliminato al televoto se ne torna sul serio a casa, senza doversi accecare o lussare necessariamente un arto pur di avere la certezza di essere imbarcato sull’aereo, immagino.

In secondo luogo perché la prima a “tradire il patto” (uuuh, che disonore, al rogo!) era stata la conduttrice stessa, che come una Mara Venier qualsiasi manco l’ha sussurrato lo spoiler ai naufraghi, gliel’aveva proprio urlato papale papale. Ad una Rosaria Cannavò che si crucciava per una prova persa aveva esclamato “Me lo potevi di’ prima! Abbiamo mandato la pubblicità, siamo andati su Playa Imboscadissima e sei durata tre secondi!“. Quindi avrebbero fatto decisamente più bella figura a sorvolare sull’innocua spifferata della Tehrani, anziché farle un imbarazzante processo in diretta, visto che ormai si trattava del segreto di Pulcinella. E non certo per colpa della naufraga.

Isola 15: l’opinione di Chia sulla diciottesima puntata

Infine perché a quanto pare non sarebbe stata Faribona la prima a farsi scappare l’esistenza di un’altra spiaggia, ma qualcuno degli ultimi arrivati. La mamma di Giulia Salemi ha anche cercato di spiegarlo, ieri sera, pur senza fare nomi, ma la Blasi manco è stata ad ascoltarla, perché tanto era già tutto deciso. Deciso in partenza, oserei insinuare. Visto che chiedere alla Tehrani di mantenere un segreto è come chiedere a me di resistere di fronte ad una pirofila di tiramisù. A Fariba era stato imposto il “patto” proprio perché BEN SAPEVANO che era solo questione di tempo e le sarebbe scappato qualcosa, anche solo una frase a mezza bocca, che avrebbe fornito loro la scusa perfetta per spedirla in nomination.

E io me li immagino, i competentissimi autori dell’Isola, a non dormirci la notte in attesa del fatidico momento in cui sarebbero riusciti ad infilarla in un televoto senza bisogno di confidare nelle nomination degli altri naufraghi. E anche qui tocca farsi un’altra risata, perché già è FOLLIA avere Faribona nel cast e non sfruttarne le potenzialità trash praticamente MAI, relegandola a due battute random sull’universo (se va bene) e nulla più.

Ma poi tutta ‘sta fretta di spedirla a casa (fretta che si è notata anche quando, mentre era al televoto con Vera Gemma, improvvisamente si sono inventati che “visto che entrambe sono già state su un’altra spiaggia, se vengono eliminate tornano a casa direttamente, senza la chance di Playa Imboscada“. Altra solenne minchiata, perché paragonare Vera – che di televoti ne ha persi tipo quindici prima di tornare davvero in Italia – alla Tehrani che se è stata su un’altra spiaggia è solo perché ce l’avevano messa loro con Ubaldo all’inizio, non certo perché aveva perso in qualche nomination, è l’ennesimo magheggio ridicolo ai suoi danni)… perché?

Cioè, si rendono conto che gli ascolti vanno da schifo o serve che qualcuno glielo evidenzi? Ci hanno fatto caso che c’è una buona fetta di pubblico che se segue l’Isola è solo per quei pochi personaggi – Fariba compresa – che hanno un buon seguito alle spalle che salva le chiappe a tutto il carrozzone? Hanno mai aperto Twitter, durante queste diciotto puntate, per notare che spesso ci sono hashtag come #tommasozorzi o #prelemi che contano più interazioni di quello ufficiale, #isola? Un dettaglio che suggerisce che – senza il traino del Gf Vip 5 e di alcuni dei suoi personaggi di punta coinvolti ora all’Isola – a guardare questo programma sarebbero rimasti in quattro gatti da mo. No, perché sono carini a venir giù ogni volta dalla montagna del sapone. Ma un pelino kamikaze, mi pare.

Già ci siamo persi pezzi da 90 come Elisa Isoardi, Vera e Brando Giorgi che “tu sei un leone solo in studio” (cit). E il buon Akash Kumar che “Ci conosciamo da dieci anni xpnodhs Papeete beach collection ti ricordi? yahabcmxs Cerioli Gf, cinema!“, certo. Priviamoci pure di Faribona e da qui alla finale ci restano giusto da guardare le imitazioni della Persia e gli spot de Les Profumieres poi.

Qualche altra considerazione sparsa:

– ma, anziché fare ventordici prove – spesso arbitrarie, dove scelgono loro gente a caso che si può conquistare il premio, come quelle tre coppie che si sono giocate il materasso e la notte stellata mentre agli altri restavano da pettinare le bambole, nel frattempo – a puntata, non sarebbe più interessante approfondire le liti e godersi i naufraghi che si scannano tra di loro nel tentativo di stabilire chi è più falZo?

– io non ho ben capito quale guaio fisico impedisca a Faribona di giocarsi ‘ste benedette prove, ma ancora ancora passi che non possa neanche tentare di diventare leader, che vabbè, sticazzi alla fine. Ma vogliamo parlare di quella prova TREMENDA dei cannelloni? Se il gruppo riusciva a comporre il pasel (cit) e vinceva, lei rimaneva senza cibo e le andava male. Se il gruppo perdeva, tutti i cannelloni sarebbero stati suoi, e le andava pure peggio. Non sanno più cosa inventarsi per metterle contro tutti gli altri, oh. Sta di fatto che il gruppo ha vinto, s’è sbafato i cannelloni e persino ad Awed – scelto dalla Tehrani come altro “iettatore” insieme a lei – è stato poi concesso di conquistarsi un paninozzo. Praticamente hanno mangiato tutti tranne Fariba. Ma tanto lei non ha fame di cibo ma di “amore e umanità“, giusto?

– qualcuno spieghi a Iva Zanicchi che te credo che “gli altri sono dimagriti, Beatrice Marchetti e Francesca Lodo sono ancora belle“. Per carità, tanto di capello al loro spirito d’adattamento, ma ci vorrebbe anche coraggio a non vivere “in perfetta armonia” quando si è solo in due, non ci si deve scannare con dieci persone per mezzo chicco di riso, e ti cucchi laute ricompense per prove vinte dagli altri. Due tizie che fin tanto che stavano a Playa Reunion oscillavano tra l’anonimo e il superfluo, e ora stavano quasi passando per eroine dei due mondi. Fortuna che ci ha pensato Roberto Ciufoli a mandare quella “perfetta armoniatotally in vacca rispedendo a casa la Lodo e gettando Beatrice nello sconforto. Adoro.

E ora voglio sperare che al televoto ad avere la peggio sia quell’inutilona della Cannavò. Perché se osate prendervela con Faribona e Isolde vi mando Akash a casa, venerdì. Tanto in studio “non c’è rispetto per me“, apposto stiamo.

COMMENTI