Marco Carta assolto dalla Corte d’appello per il furto di magliette alla ‘Rinascente’: la motivazione

Dalia 7 Ottobre, 2020

Ricorderete sicuramente lo spiacevole episodio che aveva coinvolto il vincitore di Amici 7, Marco Carta. La polizia lo aveva accusato di aver rubato alcuni capi d’abbigliamento alla Rinascente di Milano.

Il cantante, però, è stato oggi assolto nel processo di secondo grado che riguardava proprio il furto delle sei magliette dal valore di 1200 euro, avvenuto nel maggio 2019. Lo ha deciso la Corte d’Appello di Milano che ha confermato la sentenza del Tribunale che risale a circa un anno fa.

La Procura Generale aveva, in realtà, chiesto una condanna a 8 mesi di carcere ed il 35enne, già assolto in primo grado, oggi non ha presenziato in aula.

L’avvocato difensore di Carta ha così espresso soddisfazione per la sentenza:

Oggi con la sentenza di rigetto della Corte d’Appello alla richiesta di condanna del pm abbiamo avuto l’ennesima conferma della sua estraneità ai fatti. La questione ora è definitivamente archiviata anche se il dolore e il danno d’immagine subiti restano e non potranno mai essere ripagati.

La polizia, infatti, lo aveva arrestato sulla soglia del grande magazzino insieme a Fabiana Muscas, l’amica di 53 anni che si è assunta tutta la responsabilità del furto ed è questo il motivo della sentenza. In effetti, la donna ha raccontato che voleva fare un regalo di compleanno al suo amico che da poco aveva compiuto gli anni.

COMMENTI