‘Sanremo 2020’, vince Diodato! La classifica finale

9 Febbraio, 2020 di Dalia

Sanremo 2020

La puntata finale di Sanremo 2020 ha emozionato e divertito milioni di telespettatori. Il vincitore di questa edizione è Diodato con il 39.3% di voti. Il suo brano, Fai rumore, scritta insieme ad Edwyn Roberts, ha conquistato pubblico e giuria. Al secondo posto Francesco Gabbani col 33.9% mentre il terzo gradino del podio è andato ai Pinguini Tattici Nucleari col 26.8%.

La serata ha avuto il via con Amadeus, affiancato dalla conduttrice Mara Venier, oltre ai consueti Fiorello e Tiziano Ferro.

Amadeus ha voluto iniziare la puntata con la banda dell’arma dei Carabinieri che quest’anno compie cento anni dalla sua formazione. È stato dunque intonato il nostro inno nazionale.

Si è poi passati ad illustrare la classifica generale al netto delle quattro puntate passate:

Ventitreesimo posto – Junior Cally

Ventiduesimo posto – Riki

Ventunesimo posto – Elettra Lamborghini

Ventesimo posto – Enrico Nigiotti

Diciannovesimo posto – Giordana Angi

Diciottesimo posto – Alberto Urso

Diciassettesimo posto – Michele Zarrillo

Sedicesimo posto – Rita Pavone

Quindicesimo posto – Marco Masini

Quattordicesimo posto – Paolo Jannacci

Tredicesimo posto – Levante

Dodicesimo posto – Raphael Gualazzi

Undicesimo posto – Achille Lauro

Decimo posto – Anastasio

Nono posto – Rancore

Ottavo posto – Irene Grandi

Settimo posto – Elodie

Sesto posto – Tosca

Quinto posto – Piero Pelù

Quarto posto – Pinguini Tattici Nucleari

Terzo posto – Le Vibrazioni

Secondo posto – Francesco Gabbani

Primo posto – Diodato

La classifica è stata poi rivoluzionata dal televoto che ha avuto un peso del 34%, mentre il giudizio della giuria demoscopica e della sala stampa ha avuto il peso del 33% per ciascuna giuria.

La prima esibizione è stata quella di Michele Zarrillo con Nell’estasi o nel fango, mentre la seconda è stata Elodie con la sua Andromeda, scritta per lei da Mahmood. È stata poi la volta di Enrico Nigiotti che ha intonato Baciamo adesso.

La gara è stata temporaneamente interrotta dalle gag divertenti di Fiorello ed Amadeus, costretto ad indossare una parrucca bionda e ad imitare Maria De Filippi. Si sono poi divertiti a cantare Un mondo d’amore anche correndo.

La quarta cantante ad esibirsi è stata Irene Grandi con Finalmente io. È tornata ad affiancare Amadeus anche Diletta Leotta, dopo le polemiche degli scorsi giorni, avvolta in un elegante abito dorato e Sabrina Salerno. La platea è stata poi incantata dalla voce profonda di Alberto Urso con Il sole ad Est e subito dopo da Diodato che ha cantato Fai rumore. Infine, si è esibito anche Marco Masini con Il confronto.

È stato poi accolto tra gli applausi del pubblico Leo Gassman, il neovincitore delle nuove proposte di Sanremo Giovani. Il figlio di Alessandro Gassman si è esibito col suo brano Va bene così.

Ad arrivare sul palco è stata la volta di Tiziano Ferro. Vestito elegantissimo, il cantante, che tra poco compirà i 40 anni, si è esibito con Alla mia età, suo successo del 2009. Ha poi proseguito con Non me lo so spiegare, Ed ero contentissimo e infine, si è congedato con Per dirti ciao.

Ripresa la gara, l’ottavo cantante in gara, Piero Pelù, ha cantato Gigante. Il suo look da vero “rockettaro” ha fatto scatenare i commenti degli internauti soprattutto su Twitter. La fidanzata di Valentino Rossi, Francesca Sofia Novello, fasciata in un abito azzurro, ha presentato la cantante Levante, esibitasi con Tikibombom. Accolti con entuasiasmo dal pubblico presente in teatro, i Pinguini Tattici Nucleari hanno divertito tutti con Ringo Starr. Il frontman del gruppo ha anche dato un bacio a stampo a Mara Venier.

È stata poi la volta di Achille Lauro stupire il pubblico con la sua Me ne frego che ha cantato vestito da Elisabetta I d’Inghilterra, dunque una regina. A fine esibizione, ha finalmente baciato Boss Doms, il chitarrista insieme a lui su quel palco fin dalla prima puntata.

In total black, invece, Junior Cally che, ultimo in classifica, ha cantato No grazie. Standing ovation, invece, per Raphael Gualazzi che, accompagnato col suo immancabile piano, si è esibito con Carioca. Infine, Tosca si è presentata con un abito nero scintillante e con la sua voce graffiante ha intonato Ho amato tutto. 

Viceversa è il brano portato sul palco da Francesco Gabbani. Già vincitore di Sanremo con Occidentali’s karma, Gabbani è stato molto acclamato anche in questa nuova avventura sanremese. Con grandissima forza e tenacia, Rita Pavone ci ha fatto ascoltare Niente (Resilienza 74). Gruppo consolidato, invece, quello di Francesco Sarcina, leader de Le Vibrazioni che hanno stregato la platea con Dov’è.

Primo ospite della serata è stato Biagio Antonacci. Il cantautore italiano ha presentato al pubblico il suo nuovo capolavoro, Ti saprò aspettare, e poi un medley dei suoi brani migliori, tra cui Liberatemi. Ovviamente, grandi applausi ed entuasiasmo dalla platea.

È stato poi il momento di Anastasio. Il vincitore di X Factor 2018 ha portato in scena la sua Rosso di rabbia che ha letteralmente infiammato il palco col suo testo e la sua verve. Si è poi esibito Riccardo Marcuzzo, in arte Riki, con la sua ballata romantica Lo sappiamo entrambi. Così come quest’ultimo, anche Giordana Angi proviene da Amici, anche se da edizioni differenti. La ragazza ha intonato Come mia madre, una canzone toccante dedicata alla sua mamma.

La terzultima esibizione è toccata a Paolo Jannacci. Il suo brano, Voglio parlarti adesso, ha commosso molte persone presenti in teatro, ma anche il cantante stesso. Penultima è stata Elettra Lamborghini e la sua Musica (E il resto scompare). Elegantissima in un abito blu luccicante e con scollatura prorompente, questa volta ha convinto maggiormente il pubblico rispetto alla prima serata. Ultimo in ordine di esibizioni è stato Rancore esibitosi con Eden.

È stata poi mostrata la classifica finale e definitiva che ha mostrato dalla ventitreesima alla quarta posizione:

23 – Riki

22 – Junior Cally

21 – Elettra Lamborghini

20 – Giordana Angi

19 – Enrico Nigiotti

18 – Michele Zarrillo

17 – Rita Pavone

16 – Paolo Jannacci

15 – Marco Masini

14 – Alberto Urso

13 – Anastasio

12 – Levante

11 – Raphael Gualazzi

10 – Rancore

09 – Irene Grandi

08 – Achille Lauro

07 – Elodie

06 – Tosca

05 – Piero Pelù

04 – Le Vibrazioni

Nelle prime tre posizioni, dunque, si sono posizionati Diodato, Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. È stato riaperto un nuovo televoto per decretare il vincitore di questa edizione ed anche le due giurie hanno dovuto votare nuovamente.

Nel mentre, Fiorello e Amadeus hanno dato vita a sketch memorabili mentre Diletta Leotta si è esibità cantando Ciuri Ciuri con un arrangiamento inedito e sensuale. Infine, il ballerino affetto da SLA, Ivan Cottini, si è esibito sul palco di Sanremo per dimostrare di poter realizzare i propri sogni nonostante gli ostacoli insormontabili della vita. L’emozionante coreografia ha entusiasmato il pubblico in platea, completamente in piedi.

Menzione a parte per il lirico Vittorio Grigolo che si è esibito incantando i presenti in Who wants to live forever, The show must go on ed innumerevoli altri brani. Infine, la tensione è stata stemperata da Gente de Zona, il duo che ha fatto divertire e ballare il pubblico.

Concluse le votazioni tra i tre cantanti in gara, sono stati assegnati gli altri premi: il premio della critica Mia Martini della Sala Stampa è andato a Diodato con Fai Rumore. Anche il premio Lucio Dalla sezione Campioni è stato vinto da Diodato. Il premio Sergio Bardotti  per il miglior testo è andato, invece, a Rancore con Eden. Inoltre, il premio Giancarlo Bigazzi per la migliore composizione musicale è stato vinto da Tosca con Ho amato tutto. Infine, il premio Tim Music è andato a Francesco Gabbani per il brano più ascoltato in streaming, ossia Viceversa.