Serie tv, ecco quali sono state le più amate del 2019!

Stefania 31 Dicembre, 2019

Serie tv

Ci lamentiamo spesso che questo 2019 non abbia regalato alcuna gioia, basta aprire un social network qualsiasi per trovare numerosi messaggi di utenti che chiedono maggiore impegno al prossimo anno, ma sottovalutiamo un aspetto importante. Questo anno ci ha offerto molte gioie in una delle passioni più grandi degli amanti della tv e del cinema: le serie tv!

Sono state diverse le uscite che hanno infiammato le persone, che si sono appassionate a nuove intriganti vicende raccontate sul piccolo schermo. Ed è una ricca carrellata di titoli quella che vogliamo proporvi per ripercorrere l’atto finale di questo decennio.

Il maggior contribuente al plauso del pubblico è stato il portale Netflix, che da qualche anno si è esteso anche in Italia, dove il numero di abbonati ammonta a oltre due milioni. Da Stranger Things a 13 Reason Why, da Sex Education a La casa di carta, sono solo alcuni dei titoli che il colosso americano ha inserito nella classifica dei più visti dagli utenti.

Le vicende della banda più matta capitanata dal Professore è tornata a luglio con la terza parte, che tantissimi hanno visto tutto d’un fiato a poche ore dalla pubblicazione sulla piattaforma. Destino simile per Stranger Things, che in questi anni ha lanciato più di tutti Millie Bobby Brown, che a soli 15 anni è una delle star più chiacchierate e di successo in America. La controversa Undici e i suoi amici continuano a tenere incollati dopo tre anni dal debutto.

Vi sono poi Sex Education con il timido ma esperto di sessuologia Otis Milburn e The Umbrella Academy, il team composto da misteriosi bambini partoriti tutti nello stesso giorno da donne che fino al momento del parto non erano incinte, che sono state delle assolute novità che hanno convinto e delle quali sono state richieste a gran voce nuove puntate.

E’ stato anche tempo di addii: Orange is the new Black, Game of Thrones e The Big Bang Theory (la quale non è trasmessa da Netflix, bensì dalla CBS) hanno chiuso i battenti dopo anni di produzione. Dunque, sia le ragazze dell’istituto detentivo femminile Litchfield sia il gruppo di nerd di Pasadena, in California, sia gli eroi del mondo fittizio di Westeros hanno più o meno trovato il loro lieto fine.

13 Reason Why spacca a metà il pubblico: c’è chi ne apprezza le idee e chi invece si chiede perché il progetto sia stato portato avanti dopo la prima stagione, ma nonostante tutto si continuano a registrare ascolti molto alti, che ne hanno permesso il rinnovo per un quarto ciclo di episodi.

Oltre a La casa di carta, la Spagna ha prodotto anche il teen drama Elite, che è spopolato in Italia. Se dopo la prima serie si era ancora un po’ scettici nei suoi confronti, con la seconda ogni dubbio è stato spazzato via. Elite piace ed ha conquistato una grossa fetta di pubblico, che è impaziente di scoprire come si evolverà la trama e quali saranno le nuove scioccanti avventure dei protagonisti. Sono trapelate anche delle indiscrezioni su una nuova agghiacciante morte di uno dei ragazzi, ma nulla di confermato per il momento.

Per concludere questa lista dei titoli più amati dell’anno non possono mancare i due progetti italiani di maggior impatto. Stiamo parlando di Suburra, la prima italiana che su Netflix ha segnato traguardi importanti, che si addentra nei meandri di una Roma diversa da quella che appare, dove politici, criminali e figure del Vaticano sono invischiati in affari loschi, e di Gomorra, grande successo di Sky Atlantic, che mette in risalto la malavita nel cuore di Napoli, tra il clan dei Savastano, inizialmente guidato da don Pietro, e i suoi rivali, confluiti in diverse parti del mondo.

E voi che ne pensate? Qual è stata la vostra preferita?

COMMENTI