‘Skam Italia’, domani l’uscita della quarta stagione: ecco tutte le novità e i primi 4 minuti della prima puntata! (Video)

Martina 14 Maggio, 2020

Skam Italia

E’ tutto pronto per il ritorno della quarta stagione di Skam Italia, remake del teen drama norvegese nato nel 2015, che racconta le avventure di un gruppo di ragazzi adolescenti alle prese con i primi amori, i primi scontri e le prime delusioni e che nelle mani del giovane showrunner trentenne Ludovico Bessegato è diventato una delle saghe più attese e apprezzate anche dal pubblico italiano.

Da domani, venerdì 15 maggio, è infatti disponibile su Netflix e Tim Vision l’ultimo appuntamento con questa serie, che questa volta porterà sullo schermo la storia di Sana, una giovane musulmana di seconda generazione con una fede molto forte. La giovane, interpretata dall’attrice Beatrice Bruschi, è curiosa e intelligente. Studia al liceo classico, ha un gruppo WhatsApp con le amiche in cui si chiamano Le Matte e tra un test per entrare a Medicina e l’altro si innamora di un coetaneo, amico del fratello, che non sa nemmeno se la ricambia.

Per questa quarta stagione il lavoro è stato lungo e inteso, e il regista Ludovico Bessegato si è anche avvalso del prezioso aiuto e contributo della sociologa e scrittrice Sumaya Abdel Qader, musulmana praticante, che nel corso della conferenza stampa ha dichiarato: “Credo che Skam italia sia un manifesto alla diversità intesa come pluralità e specificità, questioni che stimolano sfide, evoluzione e crescita personale. La prima parola che mi viene in mente per commentare questa serie è ‘finalmente’. Finalmente c’è in Italia qualcosa di nuovo, una narrazione al di fuori degli stereotipi di una ragazza italiana musulmana che ha una fede forte, che porta il velo per scelta e non per costrizione”.

Molto attiva nella sua comunità e in prima linea per i diritti delle donne, Sumaya ha aiutato molto Beatrice Bruschi nella creazione di Sana grazie anche all’incontro con le sue figlie adolescenti: “Con Beatrice abbiamo lavorato molto bene su tutti gli aspetti di cosa vuol dire essere donne musulmane in Italia, non siamo abituati a storie di vite quotidiane di questa seconda generazione, una parola che spero verrà modificata presto in italiani di fede musulmana. I ragazzi e le ragazze musulmane sono il futuro del nostro paese, sono parte integrante di una rappresentazione reale. La serie non risponde a tutte le domande, ma sono spunti di riflessione importante”.

“Siamo ripartiti da dove avevamo lasciato Skam ma con più profondità, volendo affrontare un tema complesso e pieno di sfumature, che in Italia è sempre stato raccontato in modo laterale” le ha fatto eco Bessegato che ha aggiunto: “Sulla quarta stagione abbiamo fatto un lavoro molto serio. Ho frequentato più di un anno la casa di Sumaya, sono stato ai matrimoni, incontrato ragazze e ragazzi di fede musulmana con cui ho parlato e con cui mi sento ancora settimanalmente. Ho partecipato al camp nord dei giovani musulmani in Trentino, ho dormito nei letti a castello, sono stato giurato nel talent show dei giovani musulmani dove ha partecipato una straordinaria cantante, Manar, che rappava col velo”.

Skam è una serie senza pregiudizi, e abbiamo già avuto modo di constatarlo nelle precedenti stagioni dove sono stati affrontati temi importanti come l’omosessualità, il bullismo e la malattia mentale. Questa volta la storia scava ancora più a fondo dell’io di una delle protagoniste, e racconta – come anticipato da Beatrice, l’attrice che interpreta Sana –  il conflitto interiore che vive una ragazza musulmana, divisa tra la sua religione e la voglia di godersi la sua età con i suoi coetanei:

Sana è una ragazza di seconda generazione con una fede molto forte, vedremo più chiaramente il suo conflitto tra fede e volontà di partecipare a una vita sociale, alle feste, avere una vita sentimentale. Le sue difficoltà, che la accomunano a molti altri ragazzi come lei, è di mettere a fuoco la propria identità, lei si sente incompresa da un lato dalle sue compagne, per la sua scelta di fede, e dall’altra dalla famiglia e amiche musulmane, che non capiscono a pieno le sue scelte. Si sente sola come tanti adolescenti ha paura, tende a isolarsi e chiudersi.

Mehdi Meskar, che nella serie interpreta Malik il ragazzo di cui Sana si innamora, è invece uno degli ultimi arrivati nel team di Skam, e a proposito del suo personaggio – sempre nel corso della conferenza stampa – ha dichiarato:

Malik è un ragazzo italiano di origini marocchine. Ho amato fin da subitola sceneggiatura. Non è facile trovare un personaggio con valori positivi di generosità, saper vivere con gli altri, non si trovano spesso nei personaggi di origine maghrebine. Malik ama prendersi cura degli altri, ha un sorriso confortante. Così, essendo amico del fratello, incontra Sana, nonostante la giovane età ha trovato qualcosa che altri non hanno trovato, un equilibrio tra i suoi valori e il suo posto nella società. Io ho sempre voluto fare l’attore, fin dalle elementari quando facevo teatro a scuola ma solo a 13 anni, quando sono stato in vacanza a Parigi e ho visto la città piena di cartelloni di un film con protagonista un ragazzo maghrebino, ho pensato che potessi veramente farlo. Forse una serie o un singolo film non può cambiare tutta una società ma anche cambiasse solo la percezione di un ragazzo avrebbe già fatto molto.

Insomma, l’attesa è ormai finita e tra poche ore potremo vedere di nuovo all’opera insieme Le Matte immerse nelle loro avventure amorose! Per ingannare l’attesa sul profilo Instagram di Netflix ci sono varie clip che anticipino la messa in onda della serie (e che potete vedere QUI, QUI e QUI), mentre sui vari profili social dei protagonisti troviamo dei piccoli video che ci anticipano le caratteristiche che ciascuno di loro metterà in mostra in questa quarta ed ultima stagione.

Lo spoiler più grande, però, arriva proprio dalla protagonista Sana, che ha lanciato l’anteprima dei primi 4 minuti della prima puntata!

Curiosi di vederla? Voi lo seguite Skam Italia?

COMMENTI