‘Summertime’, l’attrice Coco Rebecca Edogamhe racconta com’è stato il primo bacio sul set con Ludovico Tersigni

Martina 1 Maggio, 2020

Con mamma emiliana e papà senegalese, è Coco Rebecca Edogamhe la protagonista di Summertime, il nuovo telefilm tutto italiano sbarcato da qualche giorno su Netflix e liberamente ispirato alle avventure di Step e Babi di Tre metri sopra il cielo.

Intervistata dal settimanale Grazia,  la giovanissima Coco – che nel telefilm interpreta Summer – ha raccontato di aver fatto i provini per la serie tv un po’ per gioco, senza aver mai studiato seriamente recitazione ma spinta unicamente da quella voglia inarrestabile di far parte di un mondo, quello dello spettacolo, che l’ha sempre affascinata.

Quando il primo giorno è approdata sul set era tesissima, e ancora oggi se pensa di essere vista da migliaia di ragazzi sulla piattaforma Netflix alterna momenti di ansia ad euforia:

Non so che cosa aspettarmi, spero di poter proseguire la strada della recitazione e i miei hobby, la danza e la fotografia. [..] Quando sono arrivata sul set la prima volta ero tesissima. A fine riprese mi sono sentita soddisfatta, man mano che prendi confidenza con le persone con cui lavori diventa tutto più facile. Poi avevo accanto mia sorella, Alicia Ann, che ha 12 anni: è stata il mio appiglio alla realtà. L’hanno scelta dopo di me, cercavano una ragazza per interpretare mia sorella anche nella serie. Ha fatto il provino e si sono innamorati tutti di lei. Abbiamo un rapporto speciale.

Nel telefilm Coco interpreta Summer, una ragazza che a dispetto del nome che porta odia l’estate, mentre nella realtà è la sua stagione preferita

Io amo l’estate, anche perché sono freddolosa e adoro il caldo. A parte questo, io e Summer abbiamo molto in comune. Mi piace il suo modo di mettersi in relazione con il mondo: fa ciò che vuole senza preoccuparsi di che cosa dicono gli altri. Trovo più coraggioso chi riesce a essere quello che è senza farsi troppi problemi di chi tenta di essere disperatamente alternativo per finta.

Il suo personaggio e in generale tutta la serie tv puntano a offrire anche tanti spunti di riflessione sulla diversità, mettendo insieme ragazzi differenti:

Più che altro vogliamo raccontare la realtà che viviamo ogni giorno, in cui non conta la lingua che parli, il colore della pelle o se ami un ragazzo o una ragazza. Certo, è importante che piattaforme come Netflix, con una grossa visibilità, raccontino storie come queste: vere, normali. Non sono eccezioni.

Summertime è un telefilm di giovani e dedicato proprio ai più giovani, e racconta infatti l’amore adolescente di Summer e Ale, interpretato da Ludovico Tersigni, già noto agli appassionati di serie tv per aver recitato in Tutto può succedere e Skam Italia. A proposito del suo primo bacio sul set con l’attore, Coco ha raccontato:

All’inizio ero nel panico. Non sapevo come e che cosa fare. Avevo conosciuto Tersigni prima delle riprese, tutti noi ragazzi abbiamo trascorso due settimane insieme prima di girare. Ho scoperto che pur essendo un volto conosciuto è un tipo amichevole. Alla fine la scena del bacio è andata bene: non abbiamo finto, siamo rimasti noi stessi, è stato naturale. Come per magia appena terminata la scena siamo tornati amici come prima.

E per quanto riguarda la sua giovane visione dell’amore ha aggiunto:

L’amore a 18 anni è complicato e declinabile in tanti modi: non per forza tra un ragazzo e una ragazza, ma anche tra amici o tra sorelle. Alla mia età non trovo corretto intendere l’amore solo limitandolo al fatto di avere o non avere un fidanzato: è fondamentale amare se stesse, prima.

Nonostante la voglia di tenere compagnia con questa serie al pubblico soprattutto in queste lunghe giornate da trascorrere ancora a casa, l’attrice spera anche di poter tornare presto ad uscire tenendo conto di questo periodo e delle nuove consapevolezze che abbiamo acquisito:

Spero che cambino le cose, altrimenti questa quarantena non sarà servita. Viviamo in una società in rincorsa perenne, non riusciamo a goderci i momenti che vogliamo vivere e che non torneranno mai. Dobbiamo tutti capire quanto sia importante fermarsi: imparare a rallentare ormai è urgente e necessario.

E voi cosa ne pensate delle sue parole?

COMMENTI